I’ll feel my heart implode

C’è cosi tanta sofferenza condensata in un solo minuscolo luogo che penso imploderà l’intero pianeta Terra.

 

Continue reading “I’ll feel my heart implode”

Annunci

Messe a confronto pericolosamente assurde

Non si tratta del teatro dell’assurdo di Pirandello,non mi permetterei mai di sfiorare neanche da lontano la maestà nostra.

Si tratta di me e della mia vita sempre più bizzarra.
Sto per trasformarmi in un personaggio del teatro Pirandelliano.
Help. Me. Please.

Continue reading “Messe a confronto pericolosamente assurde”

Divorare il cielo

Sono cresciuti con le radici troppo corte.
Prima o poi una folata di vento li strappa e se li porta via.
[…]
Che le piante cresciute al sicuro nei vasi, con le radici lunghe che girano tutto intorno, non si adattano alla terra.
Soltanto quelle con le radici libere, estirpate giovani in inverno, ce la fanno.
Come noi.

Continue reading “Divorare il cielo”

SCONTRO TRA TITANI: IL PROF. DI MATE & IO

Il professore mi disse: «Quest’estate magari ripassati un pò le equazioni,le frazioni,i numeri periodici…che su quelli hai molto lacunee e senza saper fare quelli gli argomenti successivi…».

La mia risposta: Cenno di assenso.
La mia risposta nella mia testa: Baang! (Sparo di pistola!).

Se professò,io non so neanche quanto fa due più due.
Mi mette ansia il solo fatto di dover contare numeri freddi e statici ai quali non posso mettere olio come alle parole.
Non posso impastarli come fossero argilla e modellarli alla mia persona,quei cazzo di numeri rimangono uguali e tali sempre e ovunque.
E questo non è bello come dicono alcuni «Mi piacciono i numeri perchè sono uguali ovunque», è una grande porcata.
A me piace essere diversa.
E non provarci neanche con i numeri.

 

E mo?
Sono completamente fottuta.

Non ho limiti

Ho spinto il corpo oltre ogni limite che pensavo mi fosse possibile.
Ho salito settecento metri in altezza,con l’ossigeno che mi diminuiva,e i dolori mestruali sotto la pancia e ai reni che mi pugnalavano ad ogni passo che facevo.
Ho spinto il mio fottutissimo e inutile corpo al massimo.
Ho camminato per due chilometri,con varie salite e discese che mettevano in confusione il mio sistema di equilibrio.
E le fottute pietre.
La paura di scivolare da una di esse e finire nell’acqua,magari la testa che sbatteva contro un altra bella pietra e tac…finito tutto.
Na! (Gestaccio) Adesso vi frego a tutti.
Non sono una pigra cicciona come pensate.
Tutti muti,morite.

 

Continue reading “Non ho limiti”

#Cartopazza: Le mie agende

Benvenuti ad una nuova puntata della Rubrica #Cartopazza !

Ok,mi sto immedesimando sempre più nel ruolo di saltimbanco/conduttrice radiofonica fallita/televenditrice stile Mastrota.
Perdonatemi.

E che quando ci sono di mezzo cose cartopazzose,esce fuori la parte di me bambina e felice!
Non è stupendo?
Fino ad un certo punto si,dai 😉

In questa puntata della Rubrica andrò a mostrarvi,elencarvi e declamarvi il mondo delle mie mille agende e organizzazione personale.
Sono una maniaca dell’organizzazione e dell’ordine.
Una sola pagina disordinata in una sola piccola agenda mi fa venire un tic all’occhio abbastanza fastidioso.
Nella mia testa la mia vita è un casino.
Ma se la vedete scritta nelle mie agende vi sembrerà ben organizzata e perfetta.
È fantastico come dei libri possano cambiarti la vita,da vuoti tu li riempi di te e poi ti ci affezioni.

 

Continue reading “#Cartopazza: Le mie agende”