Ieri pomeriggio stavo tranquillamente passeggiando per il mio quartiere,in realtà stavo andando a fare una specifica commissione,fare la carta d’identità.
Visto che mi serviva,ero contenta finalmente di poterla fare e togliere questa dalla lista delle cose da fare.
Poi il mio umore è cambiato e sono tornata a casa arrabbiata con tutti.

Chi potevo incontrare per strada nelle vie che percorro di solito?
Ovviamente il mio caro amico ed ex batterista G.
Già il fatto che sia il mio ex batterista la dice lunga sul suo conto,ma non è finita qui,tra me e quel ragazzo c’è un trascorso di odio puro e amicizia costretta.

Appena l’ho visto ho fatto finta di niente e ho tirato a dritto sperando di evitarlo.
Povera me,mi ero illusa.
Mi è arrivato alle spalle esordendo “Hei Vale,ma che fine avevi fatto?”-“Non ti vedevo da una marea di tempo!”
Io ho annuito con una smorfia di dolore perchè le sue domande mi causano un inspiegabile fastidio al viso come se invece di parlarmi mi stesse punzecchiando.
Dopo la prima domanda ne sono seguite molte altre; “Dove stai andando?” “Cosa ci devi fare con la carta d’identità?” “Ma è vero che stai andando dallo psicologo?” (qualcuno ha fatto la spia) “Perchè non mi scrivi più?” “Tu ti deprimi a stare a casa,uno di questi giorni usciamo?” “Ma hai dormito stanotte,hai certe occhiaie?” “Vale,dobbiamo rimettere insieme la band,lo sai vero?”.
Tra tutta questa trafila di domande una dietro l’altra io ho dato una sola risposta “Sto andando a fare la carta d’identità”,per il resto ho annuito e fatto cenno di no con la testa.
Stanca da quelle domande,gli ho detto che avevo fretta e lui mi ha risposto che potevo andare (perchè avevo bisogno del suo permesso per andarmene ovviamente xD) ma dovevo promettere di chiamarlo.
Ho promesso. Non l’ho chiamato. Non lo voglio fare…o forse si.

Il problema di G. è che non è un vero amico.
Nell’ultimo anno siamo tornati amici perchè mi hanno costretto a farlo entrare nella band come batterista. Dove lo trovavo poi un altro batterista in questa città sperduta? Mi sono accontentata di lui,anzi all’inizio ringraziavo di averlo ritrovato.
Poi ho capito il suo vero intento. Mai aveva pensato di fare musica per il semplice piacere di farlo o per un esigenza come lo era per me,ma solo per squallidi fini.
Negli ultimi mesi l’ho sentito troppe volte pronunciare la frase “Guardate che i batteristi fanno colpo sulle ragazze”,e non si può capire quante volte l’abbia visto mettere in pratica quelle parole.
Ho sopportato per il bene della band,visto che della sua vita personale non mi interessava più da anni ormai.
Poi la band si è sgretolata ma non per colpa sua. Avrei preferito che fosse stato lui la causa dello scioglimento della band….mille volte l’avrei preferito.
Comunque da quando la band si è sciolta mi tortura con la storia che adesso non può più fare colpo sulle ragazze.
A me che non possa invitare la sua amichetta di turno ad un nostro concerto non interessa affatto,ma lui me ne fa sentire in colpa.
“è colpa tua se sto in astinenza” mi incolpava.
Dopo tutto ciò,ho iniziato a evitarlo. Non potevo sentirmi addosso anche sensi di colpa perchè lui non ha più nessuna con cui giocare.

G. è sempre stato talmente egoista da quando i suoi genitori hanno divorziato che pensavo non avrei mai più potuto essere sua amica,eppure che io voglia o no finisco sempre per ritrovarmelo addosso.

C’è sempre qualche cosa che ci riunisce contro le nostre volontà.
Un crudele destino,secondo me.
Il fatto che abitiamo nello stesso quartiere,secondo altri.

G. lo conosco dalla prima elementare,da sempre. L’ho visto crescere e peggiorare anno dopo anno.
All’inizio della scuola elementare eravamo amici,poi quando i suoi genitori si sono separati è cambiato radicalmente.
Da bambino dolce e simpatico che era,è diventato il più cattivo e spregevole essere umano che conoscessi.
Iniziò a spargere odio su tutto e su tutti.
Me compresa ovviamente. Diventò il mio bullo per un pò di tempo,devo ammetterlo.
Il problema era che sua madre e mia sorella maggiore erano amiche ed ogni tanto mi ritrovavo costretta a passare i pomeriggi con lui.
Più passavo tempo con lui più capivo che la situazione della sua famiglia l’aveva totalmente mutato e destabilizzato,era solo un bambino di otto anni infondo come poteva reagire alla completa assenza del padre?

Iniziata la scuola media (per fortuna non andavamo nella stessa scuola) pensavo che me lo sarei tolta dai piedi e finalmente avrei dimenticato con lui tutte le prese in giro e gli insulti,ma mi sbagliavo.
G. ricompariva sempre. Ricompariva sempre nei momenti peggiori.
Quando mi sentivo in crisi perchè dovevo nascondere a tutti che ascoltano musica rock,lui ricomparse. All’epoca iniziò a frequentare ragazzi poco raccomandabili del nostro quartiere e quando uscivo lo vedevo,purtroppo ci parlavo anche.
Purtroppo devo ammettere anche che a lui ho dato il mio primo bacio.
Perchè purtroppo da bambina ero stata innamorata dei suoi occhioni azzurri e capelli biondi…

La fortuna volle che ci ridividessimo presto quando ritrovai il mio amato Fra.
G. non mi parlava ne guardava se con me c’era Fra perchè pensava fosse un ragazzino strano.
Per me Fra non era strano,era G. quello strano ed ero contenta che non mi parlasse più.
Fra purtroppo non l’ha mai odiato,lo considerava un suo amico.

Non ci siamo mai completamente persi di vista vivendo nello stesso quartiere. Ogni tanto ci salutavamo,parlavamo al telefono e cose che io potevo benissimo evitare di fare.

Quando poi insieme ad Fra ed un altro nostro amico formammo la band ci mancava il batterista. Fra mi informò che G. suonava la batteria e nonostante io non ci credessi,mi costrinse ad accettarlo nella band.
Era la nostra unica possibilità.
Cosi ancora una volta ero costretta a vederlo ogni giorno come a scuola elementare.
Ho scoperto che non è mai cambiato dopo di allora,è rimasto il solito egoista egocentrico,che a mettendolo a confronto con Synyster Gates vince assolutamente!

Il nostro odio non si è mai spento. Il lo odiavo perchè era cambiato,era diventato cattivo,lo odiavo perchè mi aveva illusa e usata,lo odiavo perchè provava gusto a vedermi in difficoltà. E amava più di tutto vedermi soccombere per mano sua.
Quante volte fin dalla scuola elementare ho dovuto subire le sue malefiche avance?
Sapeva che avevo un debole per lui e lo usava per farmi soffrire fin dai tempi della scuola elementare.
E ci prova ancora oggi. Peccato che oggi il mio debole per lui sia morto e sepolto.

Non sono più una bambina,sono cresciuta e i suoi subdoli ricatti morali non mi toccano neanche un pò.
Sono capace di controllarmi e davanti a lui non cedo più. Nonostante ciò continuo a soffrire se lo vedo,perchè mi trasmettete cattiveria da tutti i pori.
Alcuni mi chiamano anche ingrata perchè lui mi è stato vicino a Novembre,è riuscito a farmi uscire di casa quando nessuno ci riusciva e forse per questo dovrei ringraziarlo. Quella terribile influenza di Dicembre è stata colpa sua che mi ha portata in giro nel freddo della notte.
Si,è vero,ha fatto finta di starmi vicino,è vero,nei suoi modi contorti ha cercato di tirarmi su di morale.

Rivedendolo oggi ho pensato che se lo volessi potrei sempre cedere di fronte a lui.
Infondo non è solo lui quello in astinenza…
Infondo mi odierei profondamente se lo facessi?
Infondo potrei essere io ad usare lui per una volta?

Lui sta sempre a prendere in giro e a scherzare,ma io in tutti questi anni non ho mai capito se ci ha mai fatto sul serio con me o voleva solo farmi soffrire come credo io.

Non fossi mai uscita per fare questa benedetta carta d’identità.

Credo proprio che finirò per chiamarlo,e cosi il mio orgoglio e il mio autocontrollo andranno a farsi benedire :/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...