E fu così che finì un altra amicizia,come al solito per colpa mia credo.

Ma facciamo un resoconto di questo rapporto che in qualche modo mi deve aver aiutata comunque.

Io e lui dovevamo essere amici,confidarci e darci consigli,visto che avevamo gli stessi problemi.

Io e lui avevamo instaurato un rapporto molto strano che ancora non riesco bene a decifrare.

Io mi sono sempre mostrata per quella che sono;disagiata,ignorante,psicopatica eccetera.

Non ho mai mentito cercando di migliorare le apparenze su di me,era inutile,non avrebbe avuto senso essere falsa.

Avevo delle aspettative su questa persona? Si,credevo che avendo passato i miei stessi momenti difficili nella sua vita,avrebbe potuto darmi qualche consiglio o un supporto,anche solo un pò di comprensione mi bastava.

Volevo e voglio essere capita,è questo il punto.

Invece proprio lui che avrebbe dovuto capirmi più di chiunque altro (avevamo davvero tanto in comune), non mi ha capita.

Non mi ha capita MAI. MAI e MAI.

All’inizio pensavo fosse colpa mia e della mia scarsa capacità di comunicazione invece ora non la penso più allo stesso modo. Credo che qualche colpa c’è l’abbia anche lui. Insomma,è una persona poco comprensiva in generale per quanto mi ha raccontato di lui,e lo è stato anche con me.

Non mi aspettavo un “Mi dispiace” ogni volta che scrivevo quanto sentivo la mancanza di F. ma almeno un pò di rispetto per una persona (a me molto cara) che non c’è più lo pretendevo.

Lo ha incolpato e criticato,e niente al mondo mi da più fastidio ora come ora che incolpino F. di avermi fatto del male o di avermi usata.

Comprensione:0     Rispetto:0

Oltre ad incolpare F. amava far sentire in colpa anche me.

Certo che ne ho fatti di errori in questi mesi,ma farmi sentire in colpa proprio ora che sto bene mi sembra proprio senza cuore. Possibile che ancora devo sentirmi dire “Lo opprimevi troppo” ? Possibile che ancora addossino la colpa a me come se fossi stata io ad ucciderlo? Ma stiamo scherzando? >.<

Oltretutto amava anche farmi notare i miei errori grammaticali,come se non fossi già abbastanza tormentata dai miei continui sbagli dovevo leggere anche le sue continue correzioni. Peggio di una professoressa di italiano che ti corregge il compito in classe -.-

Tra errori di vita ed errori grammaticali,aveva iniziato anche a criticare i miei genitori e le mie sorelle. Criticava i loro errori supponendo presuntuosamente che fossero la causa del mio disagio.

Arroganza: 100            Presunzione: 1000          Rispetto: -0

Odiava il mio particolare senso dell’umorismo e non lo comprendeva mai. Di questo non lo incolpo perchè capisco di fare battute stupide o incomprensibili a volte,ma in generale un pò di senso dell’umorismo ci vuole nella vita ed io non riuscivo ad essere sempre totalmente seria senza intristirmi.

Cambiava spesso idea. Prima decideva una cosa,poi ne faceva un altra,e anche questo mi infastidiva perchè io non sono una marionetta che sta ai tuoi comodi -.-

Umorismo: 0                          Coerenza: 0                     Simpatia: -0

A questo punto vi chiederete perchè sono stata amica di questa persona se infondo mi infastidiva cosi tanto?

Beh…

Appena ci siamo conosciuti ho subito notato che avevamo molte,moltissime cose in comune,tra esperienze di vita e gusti musicali,perciò pensavo che saremmo potuti andare d’accordo.

In più lui è una persona estremamente colta e a me piace parlare con persone con le quali puoi discutere di tutti i tipi di argomenti senza che si trovino in difficoltà.

Provate a chiedere ad un sedicenne medio cosa pensa della politica e vedrete cosa vi risponde;Fanno tutti schifo.

Io invece mi interesso perfino alla politica e discuterne con qualcuno che non fosse mia sorella era bello.

Quando discutevamo di musica c’erano alcuni contrasti visto che i nostri gusti erano un pò diversi,ma alla fine sono almeno riuscita a fargli apprezzare i testi dei Muse che ha giudicato belli.

Lui invece insisteva a propormi i suoi gusti musicali,io ero felice di ascoltare le canzoni che mi inviava e gli davo il mio parere ma poi anche questa bella favoletta è finita.

Ha iniziato a torturarmi parlando dei suoi problemi sentimentali (cosa che non riesco proprio a sopportare .-. ) e a fare da maestro di vita con le sue lezioncine di fisica.

Psicanalizzava ogni racconto di qualche mio episodio di vita come nemmeno uno psichiatra a pagamento possa fare. Leggevo i suoi consigli con attenzione e cercavo di capire dovevo avevo sbagliato ma alla fine ho compreso che i suoi consigli andavano a mio discapito.

“Meglio soli che male accompagnati” scriveva riguardo la solitudine quando gli raccontavo di aver paura di rimanere sola senza amici e senza famiglia.

Ed oltre ad aver paura della solitudine,sono convinta che sia deleteria se prolungata fino all’esasperazione.

Perciò ho iniziato a non seguire i suoi consigli perchè non volevo farmi comandare certo da lui.

Io amo stare sola,ma fino ad un certo punto,poi ho bisogno di uscire,vedere gente,cantare e suonare con gli amici.

“Ovvio che ci stai male,suonare ti ricorda lui,smetti per un pò” scrisse una volta quando gli parlavo di come mi sentivo in difficoltà con la musica ultimamente.

Capii anche qui che questo consiglio non era stato detto per il mio bene. Non mi fa affatto bene stare senza la musica,devo risolvere i problemi che ho con essa in questo periodo ma non abbandonarla. Sarebbe come farmi di nuovo del male,come se mi pugnalassi il petto.

Mi sono lasciata convincere a parlargli dalle esperienze che avevamo in comune aspettandomi un minimo di comprensione e sostegno.

Ma quando ho visto che voleva comandare la mia vita ho iniziato ad arrabbiarmi.

Alla fine quando ha precisato “Guarda che io non sono il tuo psicologo” sono esplosa e gliene ho dette quattro facendogli capire che aveva fatto tutto completamente da solo.

Non gli avevo chiesto di correggere i miei errori grammaticali,non gli avevo chiesto di farmi da psicologo,non gli avevo minimamente chiesto di intromettersi nella mia vita a tal punto da dire che ho una cattiva famiglia.

Lo ammetto,gli ho rinfacciato tutto.

E lui…non ha più risposto.

Non ti considero come uno psicologo,hai fatto tutto da solo 😀 Visto che non cogli molto il mio particolare umorismo da ora in poi sarò più seria. Non sei costretto a correggermi sempre quando sbaglio,ma sei tu che lo fai ricorda. Non ti costringe nessuno xD  La realtà è che ti danno fastidio i miei errori per questo me li fai notare sempre. Capisco che ti diano fastidio ma questa sono io,con i miei errori e il mio disagio,se a te non va bene allora non rispondermi più S. Mi sembra inutile anche per te che ti sgoli a farmi notare i miei errori,non ci guadagni proprio niente alla fine. Sono io l’ignorante. Sto cercando di migliorarmi sotto questo punto di vista,più di questo non posso fare.

Le ultime famose parole che gli ho scritto.

Adieu S.

Annunci

7 pensieri su “Resoconto finale.

  1. Non so se gradisci un parere, ma visto che l’hai scritto su un blog in cui sono ammesse delle risposte spero di sì.

    Premetto che non so chi è F., S. o chi sia tu. Ma l’atteggiamento di S. non mi sembra così malvagio da chiudere un’amicizia. Te lo dico perchè anch’io ne sto chiudendo una ora, ma per altre ragioni. Da come scrivi, S. sembra tenerci a te: gli spiace se sbagli e ti corregge in ogni cosa perchè sa che puoi migliorarti e di tanto. Forse vede che tu ti adagi nel tuo «sono ignorante» senza dare il meglio di te che lui vede a due passi. A te piace parlare con persone colte, ma secondo te a lui no? Hai ovviamente del potenziale anche tu.

    Inoltre aver vissuto esperienze simili non sempre porta allo stesso risultato. Leggevo proprio oggi un esempio lampante: il Buddha e un padrino della mafia sono rimasti entrambi orfani di madre da bambini. Ma per ogni cosa così. Si può reagire in modo diverso alle stesse identiche cose.

    Inoltre se tu gli parli dei tuoi problemi, penso che anche lui voglia parlare dei suoi, anche se sono sentimentali. Perchè questo ti provoca fastidio?

    Cara figlia del rock, mi sembra che vedi le cose o in bianco o in nero e non ammetti molte sfumature. Forse ti senti arrabbiata perchè il mondo intero sembra non capirti. E ti arrabbi ancora di più perchè sono anche le persone a cui dovrebbe venire meglio a non riuscirci.

    Se ho indovinato, posso solo dire di capirti perchè anch’io sono perennemente in guerra col mondo. E come dice anche Gandhi: «La persona che non è in pace con se stessa, sarà in guerra con il mondo intero».

    Ciao!

    Liked by 1 persona

    1. Nonostante tutto quello che ho scritto io ci tengo a lui altrimenti non avrei seguito alcuni suoi consigli,ma è lui che non mi risponde più quindi credo abbia preso la sua decisione e la voglio rispettare.
      Purtroppo da quando ho perso F. mi da fastidio sentire parlare dei problemi sentimentali degli altri…mi viene da pensare “Ma perchè ti lamenti proprio con me che ho perso il mio fidanzato sedicenne?”.
      Lo so che manco anche io di comprensione verso gli altri,e infatti mi sento sempre incompresa.
      Comunque credo che se dopo quello che gli ho scritto non mi stia rispondendo più vuol dire che non mi riteneva cosi colta come credi tu,e lo capisco ovviamente.
      Non la volevo chiudere quest’amicizia e se un giorno ritornerà a scrivermi sarò contenta di cercare di essere più comprensiva e meno negativa ma per ora la realtà è che è finita.

      Mi piace

      1. Purtroppo o per fortuna nessuno sarà come te e nessuno potrà capirti davvero come solo tu stessa puoi fare. Ma soprattutto nessuno è perfetto. Accumuliamo tante di quelle incomprensioni che la metà basta. Magari dovete solo sbollire entrambi. Non è mai semplice ammettere i propri limiti e difetti.

        Un bacione figlia del rock

        Liked by 1 persona

  2. Mi dispiace molto per questa cosa che ti è successa, non lo sapevo, forse non lo avevo intuito o ti seguo da un periodo in cui non ne avevi ancora parlato. Deve essere una cosa orribile e penso che NESSUNO, anche avendo vissuto una cosa simile, debba mai avere il diritto di esprimere un parere o dare un giudizio su una cosa del genere, a meno che non sia richiesto esplicitamente. Certi dolori si affrontano e si metabolizzano interiormente da soli, nessuno può viverli nello stesso modo in cui li viviamo noi perché siamo tutti diversi.

    Tutti abbiamo i nostri problemi che riteniamo più penosi di quelli degli altri, è normale che un tuo amico/a ti racconti le sue grane sentimentali se per lui è un problema grosso in quel momento, da quel punto di vista posso dirti che devi avere la pazienza di capirlo e fare la tua parte e perdonare l’indelicatezza della persona verso la situazione. In fondo è normale, se io litigo con il mio fidanzato la prima persona a cui lo racconto è la mia migliore amica, mi viene d’istinto.

    Comprendo cosa intendi tu “Con l’esperienza che ho patito io perché mi vieni a dire che litighi con la tua ragazza che io non ho più il mio ragazzo, vorrei tanto che ora ci fosse per poterci litigare e invece tu ti lamenti”

    Presumo sia questo che pensi sostanzialmente, correggimi se sono in errore, e lo capisco e hai tutte le sacrosante ragioni adesso di pensarlo, fino a quando questo dolore non sarà metabolizzato al punto che “la vita continuerà”.

    Da questo punto di vista posso solo dirti di tentare di comprendere che le persone tendono a vedere enormi i loro stessi problemi, per quanto a noi possano sembrare stupidi, e ad avere voglia di raccontarceli, da quel punto di vista tocca armarsi di pazienza.

    Per le altre cose io amo la franchezza e io e la mia migliore amica ci diciamo tutto in faccia, anche critiche senza problemi, però nessuna delle due tenta di imporre ciò che pensa all’altra.

    Osservazione/critica e imposizione sono due cose diverse, se tu vivevi i suoi consigli come imposizioni o lui si spiegava male/ tu recepivi male e allora sarebbe necessario chiarirsi oppure non va bene, nessuno ha il diritto di comandarci a bacchetta.

    Spero che questo commento non ti dia fastidio, altrimenti scusa in partenza, purtroppo non ci conosciamo a fondo e può essere facile sbagliare.

    Ti abbraccio, buonanotte!

    Liked by 1 persona

    1. Nessun fastidio,anzi sono contenta di ricevere pareri altrui riguardo questa situazione che ancora sto cercando di inquadrare bene io stessa.

      “Con l’esperienza che ho patito io perché mi vieni a dire che litighi con la tua ragazza che io non ho più il mio ragazzo, vorrei tanto che ora ci fosse per poterci litigare e invece tu ti lamenti”,già penso proprio cose del genere!

      Di pazienza purtroppo ne ho pochissima ma non mi sono mai lamentata con lui quando mi esponeva i suoi problemi,anzi lo esortavo a chiarire con la sua ragazza perchè non volevo vederlo perdere del tempo prezioso >.< Lui non seguiva i miei consigli ovviamente (consigli che io gli davo con il cuore perchè se lo avessi odiato gli avrei detto "Si,si hai fatto bene a lasciare quella strega") mentre io mi lasciavo comandare dai suoi consigli che più che consigli sembravano delle vere e proprie "lezioni".

      Hai ragione quando dici che se litighi con il tuo fidanzato la prima persona con cui ne vai a parlare è la tua migliore amica,ma il fatto è che io ed S. ci conoscevamo da poco quando mi parlava dei suoi problemi sentimentali ed io non capivo se lo faceva con indelicatezza o perchè sentisse che con me ne poteva parlare davvero. Una volta scrisse che di questi suoi problemi non ne aveva parlato con altri se non con me,ed io mi chiesi il perchè. Perchè ne ha parlato solo con me? Si è affezionato cosi subito a me? Perche?
      La realtà è che io lo critico tanto,ma se non andavamo d'accordo è perchè siamo uguali. Siamo egoisti,egocentrici e presuntuosi tutti e due,ecco perchè non riuscivamo a sopportarci infondo.
      Il fatto che non mi risponda più mi da da pensare che si sia stancato di scontrarsi con me,eppure vorrei fare un tentavo e mandargli un altra mail tenendo per un momento da parte il mio orgoglio. Spero che mi risponderà e soprattutto spero di riuscire a inquadrare questa situazione…sento che mi manca ancora qualche elemento :/

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...