This Love is Madness

 

 

Se devo parlare di amore,ma di quello vero,le canzoni dei Muse sono le migliori ispiratrici per titoli smielati ma adatti all’occorrenza.
Perchè Questo amore è Follia.

 

 

Io ieri sera stavo già raggruppando le idee sulla giornata pessima che avevo passato tra lo svenimento al cimitero perchè non mangiavo da quasi due giorni e il pomeriggio passato a leggere una pagina,abbandonare il libro,mugugnare contro tutto e tutti,riprendere il libro,riabbandonarlo,e alla fine lasciarmi cullare dall’angoscia in un sonno benefattore.

 

 

lo stavo pensando,non c’è ragione per nascondere questo dato di fatto.
Non ho smesso di pensarlo dal momento in cui mi ha detto che ci saremmo risentiti la settimana prossima e soprattutto dal momento in cui ho letto «grazie di amarmi» e ho strabuzzato gli occhi.
Avevo creduto che me ne sarei fatta una ragione,che avrei passato il tempo in altro modo e che alla fine si sarebbe aggiustato tutto martedì prossimo,l’ho creduto sul serio.
Ma si,andrà bene…o ti dirà addio per sempre o ti dirà qualcosa di bello e tu te ne farai una ragione comunque vada a finire.
Rimaniamo amici? Ok,è perfetto. Basta che tu continui ad esistere.
Già,alla fine dopo aver dormito mi sono resa conto di questa cosa importantissima; Lui non è morto.
Se lui è vivo e sta meglio lontano da me,allora starò meglio anche io per il suo bene. Basta che continua ad esistere,basta solo questo. Non voglio sentirmi in colpa di un altra morte.
Ero arrivata perfino alla conclusione di cancellare la lettera,e andare a dirgli che mi ero inventata tutto quando ho capito che non volevo vederlo morire.
Non voglio vederlo morire perchè lo amo,e mi sembra più che normale.
E poi…non voglio vederlo morire perchè ne ho abbastanza di morti,funerali e pianti.
La mia voce ne risente troppo e non voglio diventare una cantante dalla voce strozzata per colpa loro.
Quindi era meglio tutelare entrambi fancendo una grande cavolata,cioè dicendogli una bugia.
Come facevo a mentirgli?
Avrei trovato la forza e il coraggio,per il suo bene.

 

Leggi altro

Annunci

I giorni dell’abbandono – Day 1

 
Meglio che la salvi questa immagine và,prima che mi cancella dagli amici e perdo anche questo piccolo pezzo di affetto che mi ha regalato. 
Stasera quell’immagine mi sembrava diversa,a guardarla era sempre tragicomica per me ma forse se fosse stata una giornata più tranquilla ieri non avrei reagito così vomitandogli addosso tutti i miei sentimenti all’improvviso.
Lo farò con tanta ma tanta calma mi ero ripromessa,e invece l’ho fatto proprio al contrario nella maniera più sbagliata che potessi trovare.

Povera me.
Lui nemmeno mi ha creduta.
Povera me,tra qualche ora è passata già una giornata che non lo sento e la mia vita mi sembra leggermente vuota.
Ma proprio leggermente eh,sia chiaro,sento che manca qualcosa.

Leggi altro

I giorni dell’abbandono

 

 

 

Calma ragazzi,non sto parlando del film,no no,io di film non mi permetterei mai a parlare perchè non sono mia materia.

Non parlo del film ma della mia vita.

Già,siamo giunti ai giorni dell’abbandono.

La colpa? Mia,come seeempre!

 

 

 

«Prendiamoci una settimana senza sentirci per schiarirci le idee» ha scritto colui che non deve essere nominato.

Cazzo no,non mi abbandonare con questa patetica scusa! ho pensato io disperata.

Alla fine ho accettato la sua proposta perchè -indovinate un pò?!?- era colpa mia se è arrivato a proporre una cosa simile.

Colpa mia poi,è colpa sua e di quella sua immaginetta patetica e troppo sdolcinata che mi ha fatto uscire fuori dai gangheri.

Ho un limite di sopportazione anche io,lo sappiamo benissimo tutti questo.

E se lui era l’unico che non mi facesse venire la nausea nonostante fosse dolce,con quell’immagine mi ha fatto arrabbiare moltissimo.

Non capisce? Non capisce proprio? Come è possibile questo???

Voi mi direte «Vee,ma ti arrabbi per un immagine?» ma non avete visto il livello assurdamente illegale di dolcezza di quel ragazzo,farabutto anzi.

Farabutto è più giusto,sarà il suo nuovo nome da ora in poi.

 

Leggi altro

I Won’t See You Tonight

 

 

 

Mi aveva salutata dicendo che sarebbe andato in Inghilterra a vivere la sua vita e che per me non c’era spazio,o c’è n’era pochissimo.

Benissimo,mi ero detta io determinata a non farmi prendere dalle emozioni e reagire maturamente a questa faccenda.

E sono rimasta determinata fino ad oggi.

 

 

Stavo ascoltando la musica riposando il corpo dal caldo e dalle mille commissioni fatte questa mattina quando ho avuto la bella idea di andare a controllare la mail.

Ma si,non la controlli da tanto…quasi da quando hai iniziato a parlarci su facebook con lui…

Ho fatto login su Yahoo e ho trovato due mail.

La prima mi è saltata agli occhi e mi sono rizzata subito in piedi per lo stupore.

Di chi era?

Steve.

L’ho letta di fretta sospirando,esclamando qualche «Ohh» e storcendo gli occhi a qualche sua frase.

Il contenuto?

Mi sembra che la frase più importante resti ‘’Dici che possiamo tornare a sentirci?’’.

Mi ha spiazzata e colta di sorpresa.

Prima di tutto perchè non pensavo ci fossimo mai detti ‘’addio per sempre’’ ma solo uno strano ‘’arrivederci’’,e poi perchè non avevo mai letto una frase così scritta da quell’uomo.

Cioè,stiamo scherzando?

Steve che mi inizia una frase con ‘’Dici…’’, ma che vuol dire?

Steve che è sempre sicuro e pieno di se e mi mortifica ad ogni parola che scrive per descrivermi ora mi mostra un minimo di rispetto?

 

 

Steve è cambiato.

Da questa mail si capisce a primo impatto.

Non è il solito Steve superbo e certo di ciò che dice a scrivere,ma un essere indifeso che ha visto tutte le sue certezze sgretolarglisi intorno giorno per giorno.

Pare che sta volta si sia deciso a lasciare per sempre la fidanzata visto che l’ha trattato molto ma molto male.

Spero per lui che sia così,perchè il suo perseverare in questa relazione stava diventando piuttosto dannoso e patetico oltretutto.

A lui non ho detto che è diventato patetico,ma gliel’ho datto intendere con frasi che poco lasciano all’interpretazione.

E so benissimo che lui interpreta bene le cose,soprattutto se a scriverle sono io.

E anzi probabile che se le sta leggendo sta preparando qualche insulto da scrivermi.

 

 

Non importa,non mi tiro indietro.

Dovevo essere sincera con lui e fargli capire che errori ha fatto,come lui ha fatto con me infondo.

E se io sono stata una ‘’miserabile balia’’ (già,non lo dimentico questo,non lo dimenticherò mai),allora lui è stato proprio un ‘’miserabile coglione’’.

E non gli ho scritto così per non scendere al suo livello da insulti da asilo guardate,perchè si sarebbe meritato anche di peggio.

Però fato sta che ho sfogato rabbia e insulti verso un altra persona ieri,quindi a Steve è andata bene oggi.

Poi…non lo so.

 

 

 

≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈

 

 

 

Con il ‘’brutto demente tornatene in manicomio’’ credevo di aver colpito nel segno,invece mi sono trovata a fargli davvero del male con un semplice ‘’Non mi devi dire che mi vuoi bene!’’.

Fatto sta che questo ragazzo è strano forte,ma forte forte eh.

Il gioco del ‘’Ti odio’’ non è servito a fargli capire un cappero di quello che gli volevo dire,ma i miei sottosensi non li capisce mai nessuno quindi glielo concedo,a me questo gioco è servito a farmi fare quattro risate invece.

Ho riso a sentirmi chiamata ‘’brutta baldracca’’ e quando ho capito che lui mi vuole fin troppo bene anche per insultarmi per gioco.

Chissà cosa ha pensato dei miei insulti invece…sicuramente non ha capito che li stavo scrivendo pensando al giorno in cui rifiuterà il mio amore xD

Quello non l’ha capito,povero ingenuo,è così ingenuo questo ragazzo che anche se fà l’alcolizzato rimane comunque ingenuo.

 

 

Non so come siamo arrivati a fare quello stupido gioco.

Non so nemmeno perchè mi sono arrabbiata quando mi ha scritto ‘’Però ti voglio bene brutta baldracca mia ’’.

Ci sto ancora pensando.

Credo sia stato un mix di elementi che mi ha fatta scattare definitivamente all’attacco frontale.

Il primo è il nauseante ‘’ti voglio bene’’ che dimostra affetto e non l’amore che voglio io.

Il secondo è il ‘’mia’’ che mi rende ancora più confusa perchè lui non è un tipo che usa le parole senza pensarci e il pensiero che mi ritiene ‘’sua’’ è assurdo.

Il terzo è il raccapricciante scherzo che è durato fin troppo e mi ha rotto alla fine.

Ah,e il quarto è stato il ‘’ ❤ ‘’ che davvero…gli avrei tirato una pietra in faccia se avessi potuto.

 

 

Me la sono presa di brutto,gli ho rinfacciato tutto e non so come alla fine siamo finiti a parlare di come si chiamano le mie tartarughine.

Davvero pensavo sarebbe finita,il mio cervello inconsciamente era scattato per farlo scappare via prima che mi facessi del male,ma lui non è scappato nemmeno al mio ‘’uno di questi giorni potrei tentare il suicidio,se le cose non vanno come mi aspetto che vadano potrei stare di nuovo male’’.

Non è scappato,non si è tirato indietro se non per un istante antecedente alla mia frase.

Mi ha scritto anzi ‘’Tu non fai proprio niente,provaci e vengo ad ammazzarti con le mie mani’’ – ‘’Finchè ci sono io tu non ti ucciderai’’ ed il commovente ‘’e se un giorno venissi a salutarmi cosa potrei fare per farti desistere dal tentare il suicidio?’’.

Non ho risposto ovviamente a questa domanda,ci penserò in quel momento se arriverà,ma sò bene cosa gli chiederò.

Una cosa dalla quale si tirerà sicuramente indietro lasciandomi cadere nell’abisso con mille sensi di colpa; ‘’Amami,amami e continuerò a vivere per te’’.

Ma lui non mi ama,non mi amerà mai ed io devo continuare a vivere per me stessa fino alla fine.

E quella fine la devo allontanare sempre di più,la prenderò a calci finchè non la vedrò infondo al corridoio quella maledetta fine.

 

 

 

 

≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈

 

 

 

E questa notte non vorrei vedere nessuno.

Non vorrei sentire ne gli insulti e le lamentele di Steve su quella baldracca della fidanzata,nè vorrei sentire gli sproloqui da ubriaco di colui che non deve essere nominato.

Si,lo chiamerò così d’ora in poi. Non mi va di spiegarvi la storia assurda,macabra e morbosa che c’è dietro al suo nome.

 

 

Questa notte vorrei dormire e piangere.

Piangere perchè sto vivendo un amore non corrisposto.

Piangere perchè non troverò mai il coraggio di rovinare tutto e confessarglielo.

Piangere perchè mi ha nominata sua sorella e questa cosa per me è un grande onore.

 

 

E piangere perchè ho sentito terribilmente la mancanza di Steve anche se non l’ho mai ammesso a me stessa e spero davvero non se la prenda per chiedere consiglio a lui per quanto riguarda colui che non deve essere nominato.

 

 

Eppure qualcuno devo pur vedere.

Abbiamo un appuntamento,e di solito lui li rispetta sempre.

Devo farmi coraggio e andare a vedere se c’è per parlare,altrimenti andrò a dormire con il dubbio in testa…

….’’chissà come sta?’’ – ‘’chissà se si è ubriacato molto ed ora sta male,vorrei essere al suo fianco per confortarlo’’‘’chissà se mi ha mai pensato questa sera’’.

 

 

Chissà che non mi stia ossessionando un pò troppo…

Nuovo Tema

Non lo so perchè ma è da stamattina che mi sono fissata con Pretty Visitors e sento di avere il dovere di condividere con voi questa meravigliosa canzone degli Arctic Monkeys – aka Il gruppo di mio marito 😉 – .

Parliamo di cose importanti adesso.

Come potrete ben vedere se state leggendo l’articolo ho cambiato tema al blog e ho apportato altre piccole modifiche.

Ora mi chiederete; “Ma perchè ad ogni modifica che fai devi avvisarci?” Non ce ne frega un c****o.

Ok,spero non abbiate pensato tutta la frase come ha invece fatto la mia mente che involontariamente mi odia sempre.

Potrete chiedermi anche “Ma perchè fai sempre modifiche?”.

Beh,il motivo per cui faccio sempre modifiche credo lo conosciate tutti; sono un eterna indecisa e cambio idea appena cambio il vento.

Visto che l’afa se ne è andata ed è arrivato un bel venticello fresco da queste parti,ho deciso di cambiare tema del blog.

Il giallo era troppo estivo,non mi soddisfaceva più,ormai l’estate è quasi finita per giunta.

Il motivo per cui avviso sempre è perchè…beh,perchè mi sento in dovere di farlo!?

Forse penso che la gente sia cieca e non veda che da giallo e nero il blog è diventato nero/bianco/rosso xD

Si,è colpa del mio egocentrismo a questo punto…penso di essere io l’unica che sa e conosce le cose e quindi cerco di precisare sempre tutto per i poveri babbani.

Sono anche pignola,si,è anche per quello.

Che dire,che il nuovo tema vi piaccia o no,non me ne frega niente.

Oggi sono di pessimo umore,credo che manderò a quel paese qualcuno se me ne dà la possibilità.

Al primo che mi chiama “nana” nel giro di quindici ore gli tiro la testa contro la porta.

Mi sono rotta di essere chiamata nana e sentire che poi la gente ha paura di me,ma per favore,io vi faccio paura?

Tu sei impazzito. Hai paura di me. Mi chiami nana. E ti aspetti sul serio che uno di questi giorni non scoppi e ti mandi a quel paese?

Io questi esseri umani davvero non li capisco.

Se la sta cercando lui,ve lo assicuro.

Ma questa è un altra storia…

Ho oltrepassato i cento articoli nel giro di pochi mesi,questo mi fa pensare che o penso troppo o passo troppo tempo davanti al pc. Meno male che scrivo velocemente…però penso troppo lentamente e intensamente,questo è il mio problema attuale.

Vado a cercare di non pensare…per fortuna c’è sempre la musica che mi aiuta in questo.

Brompton Cocktail

…è come se fossimo in equilibrio su una trave e se non presto attenzione ad ogni piccola mossa rischio di cadere o di far cadere lui…ed io non voglio che cada nessuno.

Voglio restare in questo equilibrio per ora…

Anzi,DEVO restare in equilibrio,lo devo fare per me stessa.

 

Leggi altro