Meglio che la salvi questa immagine và,prima che mi cancella dagli amici e perdo anche questo piccolo pezzo di affetto che mi ha regalato. 
Stasera quell’immagine mi sembrava diversa,a guardarla era sempre tragicomica per me ma forse se fosse stata una giornata più tranquilla ieri non avrei reagito così vomitandogli addosso tutti i miei sentimenti all’improvviso.
Lo farò con tanta ma tanta calma mi ero ripromessa,e invece l’ho fatto proprio al contrario nella maniera più sbagliata che potessi trovare.

Povera me.
Lui nemmeno mi ha creduta.
Povera me,tra qualche ora è passata già una giornata che non lo sento e la mia vita mi sembra leggermente vuota.
Ma proprio leggermente eh,sia chiaro,sento che manca qualcosa.

Lo sentivo stamattina quando mia madre mi ha chiamata perchè dovevo andare a lavoro con mio padre e mi sono messa a piangere perchè mi scoppiava la testa e lo sento ora che sono qui a scrivere e ad ascoltare i P.O.D. per schiarirmi queste cazzo di idee.

Come vuole lui,oh,sia chiaro.

Io farò questo viaggio interiore perchè lo vuole lui e perchè comunque non vorrei mai farlo soffrire,ma sono sicura dei miei sentimenti.

Ricordate l’ultima volta che ho parlato di lui in che termini l’ho descritto?

Qualcosa tipo ‘’è come quando guardi un concerto degli Arctic Monkeys,il mondo scompare e rimane solo Alex Turner a farti ridere come imbambolata’’.

Si,ma Alexander che fine ha fatto? Boh,è sparito.

Ora come ora lo vorrei soltanto per chiedergli «Alex Turner,vorrei che mi scrivessi una canzone su un amore unilaterale» – «Poi la cantiamo insieme,vedrai che successo che sarà».

Ma Alex Turner non è qui a esaudire i miei desideri quindi mi sto dando da fare da sola con le mie mani e la mia mente malata.

 

 

Ieri notte gli dicevo che avevo iniziato a scrivergli una lettera che volevo dargli per il suo compleanno dove spiegavo i miei sentimenti,e stranamente lui ha preteso di averla.

Quindi ricominceremo da quella lettera.

Ho già l’intenzione di inviargliela a mezzanotte e zero uno del primo Settembre così da essere assolutamente la prima ad augurargli buon compleanno e a chiudere questo periodo di distacco che già mi sembra interminabile.

 

 

Ho passato una strana giornata.

Mi sono svegliata con questo mal di testa comatoso che mi faceva vedere tutto sfocato e ho passato quasi tutta la giornata a letto imbottita di medicine alternando momenti nei quali scappavo al computer quando mia madre era impegnata in altro.

Dopo settanta mila medicine prese a stomaco vuoto (che se non muoio ora che mi addormento non muoio proprio più) mi sono sentita davvero meglio ed ora son qui a fare il punto della situazione.

Poi forse mi metterò a leggere,o a vedere un concerto degli Arctic Monkeys sperando che in qualche modo possa amare ancora quel coglione di un cantante.

 

 

Per fortuna mio padre non si è arrabbiato che ho saltato il lavoro,ne mia madre si è lamentata che non ho toccato cibo per tutta la giornata.

Erano troppo occupati con mia nipote.

Li capisco,lei è cosi angelica,e da cosi tanto da fare che ne vale per quattro!

 

 

Oggi pomeriggio,dopo che mi sono sentita meglio,mi sono messa sul lettino a giocare con lei.

Il lettino che poi è mio e di cui lei si è impossessata senza che io facessi mai una piega.

Sto diventando generosa eh?

Sarà colpa dell’amore.

La piccola peste cresce a vista d’occhio e si manteneva benissimo da sola seduta sul letto a giocare con il cappellino che era stato mio da bambina e che le ho gentilmente regalato.

Ho pensato vedendola felice a giocare, ‘’Perchè non iniziare a chiedere a lei delucidazioni su questa faccenda? Infondo è la mia sorellina minore,forse un suo sguardo mi farà capire qualcosa’’.

E così ho iniziato a parlare alla bambina nella pace della cameretta,lei all’inizio non mi ha pensata più di tanto,poi quando la mia voce ha assunto un tono grave ha alzato la testa e mi ha guardata a bocca aperta con quei suoi occhioni verdi che mi spaventano.

«E cosa devo fare secondo te?» – «Credo che la zia finirà molto male,mi dispiace amore mio,ma la zia si è andata a cacciare in un brutto pasticcio stavolta» le dicevo mentre mi guardava e scuotevo la testa.

Lei non ha risposto perchè purtroppo non sa ancora parlare ma ha iniziato a ridermi.

La sua reazione l’ho interpretata come ‘’Zia sei ridicola’’ e l’ho ringraziata stringendola a me e baciandola.

Almeno lei sa ascoltarmi e comunicarmi anche se con pochi gesti.

Se ne avessi parlato con sua madre (mia sorella) sarebbe scoppiato un putiferio.

Meglio evitare di mettere in mezzo sua madre,neanche se fosse la mia ultima spiaggia la metterei in mezzo in questa faccenda.

Sa già troppo,cioè che ho un fratello acquisito,se venisse a sapere che lo amo e che sono in crisi esistenziale perchè forse lui mi ha abbandonata inizierebbe a farmi inutili prediche che non voglio sentire.

 

 

Quando se ne sono andati tutti e sono rimasta nella tranquillità della mia vita da fantasma solitario,mi sono messa a scrivere al computer.

E -boom!- ho continuato a scrivere la lettera buttando fuori altri sentimenti repressi,e dopo aver scritto mi sentivo un dio,così potente solo grazie al grande amore che mi sostiene il cuore.

Poi ho fatto una delle mie solite cavolate da narcisista.

Già,aver scritto un pò mi ha fatto venire un attacco di egocentrismo e ho fatto una cosa strana.

Impossibile,Vee Haner non fa queste cose. Vee Haner è una chitarrista bastarda.

Bugiaaa!! Vee Haner è diventata la chitarrista più patetica di questo mondo è il vizio di dedicare canzoni a colui che non deve essere nominato è sfociato in qualcosa di pateticamente obbrobioso.

Ho condiviso su facebook ‘’Undisclosed Desires’’ dei Muse,con delle frasi del testo che mi fanno impazzire.

Voglio riconciliare la violenza nel tuo cuore
Voglio riconoscere che la tua bellezza non è solo una maschera
Voglio esorcizzare i demoni dal tuo passato
Voglio soddisfare i desideri irrivelati del tuo cuore

 

Ho aggiunto un cuore pateticissimo e la faccina del ‘’Si sente motivata’’.

Era un chiaro omaggio/messaggio per lui che spero recepisca,cioè io non so se va a vedere la home ogni tanto ma se lo fa sicuramente la mia canzone dovrà comparirgli.

Spero che capisce cosa volevo dirgli con quelle parole,perchè anche se ci possiamo imposti di non parlarci io posso sempre comunicargli ciò che provo con la musica.

Pensava fossi stupida? Non si libererà di me.

Non mi aspetto che metta mi piace perchè io stessa quando una volta l’ha fatto mi sono arrabbiata,ma spero solo che legga e comprenda.

E se domani mi sento ancora una dea del rock credo che condividerò un altra canzone per lui.

 

Allarmeeeeeee!!!! Pateticità a livello: 10000.

Evacuare,evacuare la zona!!! 

 

 

Evacuiamo il mio povero cervello và,che qui sto rimbambendo.

 

 

Come sopravvivo altri sei giorni senza di lui?

Dovrò trovarmi qualcosa da fare.

Questa è la volta buona che vinco quella mia personale scommessa di leggere tre libri in una settimana.

Me lo sento.

 

 

E mentre cercavo libri da leggere ho preso in mano un libro di poesie di Neruda.

Mmhh..questo può essermi utile..

Ho iniziato a leggere le poesie e ho versato qualche lacrima per quanto la loro intensità mi ha colpita.

Poi ho realizzato il pensiero ‘’Ma se gli dedico una poesia?’’,e da quel momento le sto leggendo tutte per trovare quella perfetta che esprima i miei sentimenti.

 

 

 

E ora di andare,ma mi sta venendo l’ossessione con questa cosa che ‘’devo riflettere’’ e quindi ho realizzato un pensiero,sono andata da mio padre e gli ho appena chiesto «Pà,domani mi porti al cimitero?».

Lui ha annuito solennemente perchè sa che se chiedo di andare al cimitero c’è qualcosa di importante sotto.

Infondo nessuno può aiutarmi a riflettere meglio di lui,non credete?

Lui sarà in grado di darmi qualche nuovo elemento sulla situazione e forse mi manderà un sogno come fece quando i ero presa quella mezza cotta per Steve.

Quel sogno non lasciava dubbi,sono andata a rileggerlo perchè lo ricordavo poco ma per fortuna lo avevo scritto qui (ecco l’utilità di avere un blog!!),e il suo rimprovero non lasciava dubbi sul fatto che per lui stessi sbagliando.

Ed infatti aveva ragione,stavo sbagliando tutto con Steve e poi mi sono subita il «misera balia» e company.

Lui ha sempre ragione,quindi mi sembra giusto interpellarlo in questa mia importante se non vitale decisione.

Ma decisione de che?

Io lo amo a colui che non deve essere nominato,cosa dovrei decidere scusa?

Boh…vedremo domani cosa accadrà.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...