Che du palle!

Ok,quando sono triste o arrabbiata esce fuori il lato romanaccio che è in me ed ora sono follemente arrabbiata e depressa allo stesso tempo.

 

E che du palle sta mancanza…

Uffa,uffa,uffa!!

Sbufferei giorni,settimane intere,finchè non mi restituiscono Ciccio.

Uffa!

Non ce la faccio.

Uffa.

Non ci riesco.

Voglio solo sbuffare e dormire.

 

Ogni movimento,ogni azione,qualsiasi cosa faccio mi pesa un casino,e come se un vampiro mi avesse succhiato via l’energia vitale.

Sto male senza Francesco,è palese.

Sto impazzendo,esco fuori di testa.

Sono scappata quattro volte in due settimane,se non è uscire di testa questo non so cosa lo sia.

Mi arrabbio con mia madre,con mia sorella,con tutti,e poi scappo.

O di casa o da loro.

Perchè arriva quel punto di rottura in cui voglio stare semplicemente sola con la mia cazzo di solitudine e non sentire le loro stupide lamentele.

Io che dovrei dirvi? Eh? Ehhhh????
Che mi sento come se mi abbiamo asportato uno stramaledetto polmone? Perchè da quando lui non c’è respirare è maledettamente faticoso,e ridere neanche so più come si fa.

Vi dovrei dire che mi sento il cuore nello stomaco? Sotto sale o sotto aceto,boh,non sento più un cappero dopo un pò.

Quando mi rapporto con lui è tutto bello,il mio cuore torna a battere normale,prova emozioni e gioisce.

Poi piano piano il ricordo si affievolisce,torna l’ansia di perderlo,la paura che gli succeda qualcosa,la solitudine,e allora il mio cuore diventa di pietra e inzia a battere troppo veloce solo quando vuole lui per farmi stare male.

E cavolo Grazia,io volevo solo il mio Ciccio!!
Grazia,ridammi il mio Ciccio,lo voglio,lo vogliio!!!

Uffa,che palle.

 

 

E quella lettera?

Gli è arrivata alla fine o no?

Domani glielo chiedo.

Io li denuncio a quelli della posta se non gli danno quella cappero di lettera,giuro che li denuncio.

L’ho spedita tipo due settimane fa,o quasi!

Non è possibile che ancora non gli sia arrivata,che li pago a fare tutti quei soldi se poi la lettera non gli arriva presto?

Giuro che uccido tutti quelli della posta se non spediscono la lettera in Germania,anzi dopo tutto questo tempo mi aspetto che gliela consegnino a mano porgendo le loro immense scuse.

No,ma davvero,se non gli arriva che faccio?

Vado a lamentarmi alla posta?

Come scopro che fine ha fatto la lettera?

E se me l’hanno persa?

Oddio non ci voglio pensare,ci avevo scritto delle cose importantissime e ci avevo messo un mio ricordo che volevo tenesse lui,NON POSSONO AVERLA PERSA.

Giuro che li uccido se hanno perso la lettera.

Cosa come che cappero faccio ora???

Sono nel panico,domani gli devo mandare un altra lettera ma arriverà? Spendo tutti questi soldi ad occhio?

Gli devono arrivare tutte le lettere,scherziamo!?

Io mi impegno tanto per lui e non arrivano? Uccido tutti,lo giuro,davvero.

Nessuno se non Francesco stesso può capire che sforzi faccio a scrivergli,e a mandargliele le lettere,io che sono pigra e sfaticata di natura ogni volta mi sto le ore ad aspettare nella posta per spedire ste lettere che in questa città di merda ancora i tabacchini non li hanno i francobolli nuovi.

Li mortacci loro,e io ogni volta ansssia su ansssia per mandare una caspio di lettera.

Ed ora non mi arriva nemmeno.

E no,questo no,questo proprio no.

Domani faccio qualcosa a riguardo.

 

 

Intanto però sono giorni che passo dalla malinconia più atroce alla rabbia più esplosiva.

Davvero,è assurdo,sembra che ho il ciclo per quanto il mio umore sta traballando in maniera repentinamente pericolosa.

Penso di aver avuto una ventina di crisi isteriche ultimamente,l’ultima ieri.

Mi sono arrabbiata con mia madre e mia sorella,eravamo in centro,ho preso e me ne sono andata.

Sono tornata a casa sola,a piedi,e non ho risposto nemmeno al telefono a loro,solo a mio padre.

Carino lui,voleva venire a prendermi con la macchina e io invece gli ho gridato «Ma che stai dicendo Pà???!!!! Sto tornando a casa,stai zitto!! Dai ci vediamo dopo,cià» e ho chiuso.

Ma ho gridato davvero! Il ragazzo che stava camminando davanti a me si è girato,perchè forse ho gridato con un tono un pò sofferente,boh.

Poi mi sono un pò persa perchè di sera non vedo una cippa per strada ma per fortuna il mio senso dell’orientamento mi ha fatto trovato la via per casa mia.

Ma non è finita cosi perchè la discussione è continuata a casa quando sono tornate.

Soprattutto con mia madre che diceva a mio padre che sono maleducata e che lui doveva dirmi qualcosa.

Ma lui mi ha difesa perchè mio padre lo sapeva che avevo ragione io.

Se mi dici «Ho capito và,me ne vado sola a casa che mi stai dando fastidio» e ovvio che io mi tolgo elegantemente dai piedi. Non sono come te mamma che dici e poi non fai un cazzo,io agisco come caspio mi passa per la testa,ok?
E ho agito e mi sono tolta dalle palle.

Vi siete divertite senza di me? Avete sparlato? Ho fatto bene a togliermi di mezzo? E non chiedetemi più di uscire con voi che esco meglio da sola che con altri esseri umani và.

Alla fine stanotte ero così incazzata che stavo per scoppiare a gridare come l’anno scorso quando mi venivano gli attacchi isterici allora ho aperto la porta e sono uscita di casa.

E il resto l’ho raccontato anche a Ciccio perciò vi riporto le parole che ho scritto a lui.

 

Ieri notte non puoi capire che ho visto per strada Ciccio.
Una cosa terribile,mi sono quasi messa a piangere per il dolore.
Ho visto un topo morto,qui nel mio quartiere,probabilmente schiacciato dalla moto di uno dei miei vicini di casa.
Ti ho mai detto che affianco al mio palazzo c’era una casa abbandonata che è stata occupata qualche anno fa?
Si,ci vive un tizio che ha tre figli maschi,tutti grandi,e la moglie è morta.
Tutti e tre i figli sono degli spacciatori,io li conosco,ma li conosco di vista dato che abitiamo affianco.
A me danno fastidio in realtà,perchè lasciano sempre quelle moto sul marciapiede e non si può mai camminare,ma mi sono resa conto ultimamente che non sarebbe male avere degli amici spacciatori.
Per farla breve ieri notte quando ho visto lo scempio di questo povero topetto morto mi sono quasi messa a piangere e visto che stavo proprio di fronte alla porta di casa loro, è uscito uno dei figli e mi ha chiesto che avevo.
Non è stato imbarazzante,no,per niente,quello non era nemmeno in pigiama ed erano le due di notte,anzi era pronto per uscire a far cosa io non so.
Fatto sta che ci ho parlato con lo spacciatore che ha riso del mio dolore per il topo e mi ha rassicurato che in casa sua ce ne sono molti vivi quindi non dovevo essere triste per uno morto.
Sai Ciccio mio,è strano perchè di solito tutti i miei vicini non mi guardano nemmeno in faccia,invece questi qua mi hanno sempre salutata e ogni tanto quando passo vedo che mi guardano.
E infatti sono simpatici,ieri,cioè oggi xD L’ho capito.
Mi aveva invitata ad entrare in casa loro ma dopo quello che aveva detto sui topi ho rifiutato gentilmente e allora abbiamo continuato a parlare fuori casa,sul marciapiede.
Ho scoperto che quello con cui parlavo era il fratello di mezzo e ha 20 anni,ho scoperto anche che si chiama Giovanni.
Poi ho scoperto che ha un fratello maggiore di 26 anni e uno piccolo di 17 anni.
Ho capito perchè vedevo sempre un ragazzo con la moto accerchiato da alcune ragazzine con cui andavo a scuola,quello è il fratello di Giovanni che lui ha descritto come uno sciagurato,ha detto che lo manderanno a fare il pescatore se non si mette la testa apposto.
Poi mi ha fatto una mezza predica sul fatto che anche io devo mettere la testa apposto.
Io non gli ho raccontato niente se non il motivo per cui mi trovavo fuori casa a quell’ora,ma credo che da tutte le volte che mi ha vista tornare a casa piangendo o gridando incazzata con qualcuno deve aver capito che sono una sciagurata anche io.
Infatti poi ha suonato lui a mia madre per farmi aprire la porta e tornare a casa,è stato gentile a farmi questo favore,non me lo sarei mai aspettata da uno spacciatore.
Ti chiederai come faccio ad essere sicura che è uno spacciatore,beh ti risparmio i dettagli ma ne sono certa che lo è stato e dato l’odore che gli sentivo addosso stanotte penso che lo sia ancora.
A questo punto dovrei raccontare anche a te il motivo per cui ero fuori casa alle due di notte visto che sei l’unica persona che mi è cara al mondo e il fatto che l’ho raccontato ad uno sconosciuto mi infastidisce.
Ma non ti preoccupare,è tutto apposto,sto bene e sono felice,ok?
Avevo litigato con mia madre,tutto qua.
Ci avevo litigato molte ore prima,ma stanotte ero ancora arrabbiata e allora sono uscita di casa per non finire con il gridare e spaventare tutti.
Ho fatto quattro passi contati,poi ho visto il topo e ho parlato con il ragazzo per strada.
Poi sono tornata a casa e ho cercato di dormire anche se ho ancora sonno devo dire.

Fatto sta che è meglio se mi metto il prima possibile internet con questi soldi che mi ha regalato mio cognato,perchè così non posso vivere più.

A me senza Franceschino mi viene l’ansia,ok?

Io ho bisogno di lui,accidenti.

Lui è il mio amore.

Lui è il mio calmante,meglio di una dose di morfina per i miei nervi.

Lui è il mio ossigeno.

Lui è…Ciccio è Ciccio ed io ho bisogno del mio Ciccio punto e basta.

 

 

Adesso mi vedo Mistero giusto per fare qualcosa e cerco di non mettermi a piangere come lunedì scorso.

Sono stanca,ma quando finisce tutto?

Sono stufa di essere dedita al dolore.

Vorrei cessare di esistere e basta.

Vorrei stare abbracciata al Criceto e basta,per sempre.

PER. SEMPRE.

 

 

Annunci

3 pensieri su “Addicted To Pain

  1. Ciao Vale, ho letto tutti i tuoi recenti post perché ero preoccupato. Mi avevi inviato una mail dicendomi che mi avresti parlato nelle mail e io ti ho risposto, ma non ho ricevuto più email. Sono davvero dispiaciuto per tutto ciò che ti sta succedendo in questo periodo e ti capisco se non te la senti di parlare, ma quando puoi contattami okay? Ho molte cose da dirti. Sai, sei l’unica persona che mi ascolta veramente e mi dà consigli ai miei problemi.
    Adesso ho la febbre e sono nel letto con un gran mal di testa, quindi probabilmente avrò scritto cazzate senza senso, ma rispondimi quando puoi e vuoi.
    A presto, Vincenzo (il fan numero 1 di Miley Cyrus lol)

    Liked by 1 persona

    1. Hey Vincent,ti ho appena inviato una mail. Mi scuso ancora,anche qui pubblicamente per essere stata egoista e non averti risposto per tanto tempo. Mi dispiace davvero.
      Adesso vai a vedere la mail e stai sù di morale che le cose andranno meglio,vedrai!
      Un salutoo!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...