Oggi voglio solo mettere nero su bianco i propositi per questo anno nuovo.

Mi conosco fin troppo bene ormai,e sono per certo che non riuscirò a portarne a termine nemmeno la metà,ma sempre meglio qualcosa che niente.

Non credete?

Mi accontento.

 

La prima cosa che voglio fare in questo 2016 è;

Essere aggressiva!

In qualsiasi senso possibile.

Voglio reagire con aggressività contro chi mi fa del male,e contro le ingiustizie.

Voglio aggredire la mia pigrizia e la mia apatia per cercare di scrollarmi un pò di dosso questo torpore che mi porto dietro da tempo immemore.

Voglio reagire aggressivamente a qualsiasi cosa accadrà in quest’anno,dalle delusioni alle cose buone,voglio aggredire tutti nel bene o nel male.

Mi manca un pò di aggressività nel mio carattere,forse qualcuno potrà venirmi a dire che invece sono aggressiva anche fin troppo ma il fatto è che sono aggressiva nel modo sbagliato e non volontariamente.

Devo imparare a controllare la rabbia che ho e ponderarla in aggressività attiva,non passiva accidenti! No!

 

 

 

 

 

La seconda cosa che voglio fare in questo 2016 è;
Diventare un pò più matura e saggia.

Proprio qualche giorno fà ne parlavo con mia sorella e mio padre del fatto che alcuni miei amici mi ritengono saggia e mi chiedono consigli come se io boh avessi un qualche diritto di dar loro consigli.

Voglio diventare davvero saggia,non voglio esserlo come lo sono ora che do bei consigli ma poi non li seguo nemmeno io stessa.

Devo aiutare prima me stessa che gli altri,non ha senso altrimenti.

Per quanto riguarda diventare matura,boh non so davvero cosa fare.

Ho provato a lavorare,ho provato a tornare a studiare,ho provato a prendermi un qualche impegno che mi responsabilizzasse ma la mia pigrizia e la mia incostanza ha avuto sempre la meglio…tranne che in un caso…

…Il blog! è l’unico impegno che sto mantenendo da tanti mesi senza averlo mai buttato a mare come faccio con tutto il resto.

Allora forse poco poco sono migliorata nel 2015,un piccolo passetto avanti l’ho fatto.

Ora devo continuare su questa strada,e spero di riuscire a reggere un lavoro stabile perchè ne ho un bisogno davvero urgente!

 

E poi voglio arrivare ai 18 anni consapevole,non so di cosa,ma voglio arrivarci consapevole di qualcosa che non sia il mio solito ‘’sei inutile a questo mondo’’.

Voglio che mi entri in testa una nuova frase,più produttiva.

 

 

 

La terza cosa che voglio da questo 2016 è;

Essere più presente e comprensiva con le persone che se lo meritano.

Mandare definitivamente a fanculo chi non merita attenzione.

Esempio:Bisogna cancellare definitivamente Steve dalla mia vita,non rispondergli mai più e se prova a ricontattarmi segnalarlo da qualche parte perchè…

…Dopo la sua ultima frase,con me ha chiuso.

Da un adulto come lui che era stato sempre molto d’aiuto nei miei confronti non mi aspettavo una caduta così in basso come questa,ma purtroppo ha scritto quelle parole e sicuramente non merita più un grammo della mia attenzione.

Che i suoi problemi se li risolva da solo,io ad una persona che scrive «Tu e Francesco 2.0…» non ho niente da dire.

Senza parole,davvero.

Questa volta lo posso proprio dire; RISPETTO 0.

Invece che preoccuparmi dell’acidità di Steve dovrei pensare di più a Francesco,a S,ad A,a V,a mia sorella L,a mio cognato e ai miei nipoti in generale.

Che cosa me ne faccio di Steve ormai? Non riuscirei a dirgli altro se non parolacce perciò meglio che non gli dico proprio nulla che non voglio diventare io quella che manca di rispetto poi.

Io a differenza sua ho un cuore,un educazione e non mi abbasso di certo a quelle sue parole acide che usa per ferirmi.

Potevo anche passare sopra al ‘’balia’’ visto che infondo il termine era quello ma comunque un gentiluomo non l’avrebbe usato,ma al ‘’Francesco 2.0’’ non passo sopra perchè cosi ha mancato di rispetto a ME,a Francesco che non conosce e non centra nulla e a Frank che neanche è più tra noi e non può difendersi.

La tentazione di mandarlo a quel paese devo dire che è ancora forte,ma posso resistere.

Devo dire che desidero che mi riscriva così posso definitivamente mandarlo a quel paese,perchè porca puttana se lo merita!!

Quest’anno mi impegnerò a capire la nuova natura di madre ossessionata dalla pulizia di mia sorella e magari ritroverò la mia vecchia migliore amica/seconda madre.

Ammetto di essere stata egoista nell’ultimo periodo e aver ascoltato poco tutte le sue lamentele sui suoceri,devo cercare di farla ragionare e farla andare avanti,non la posso vedere così che si avvelena il sangue a quella donnina.

Quest’anno voglio passare più tempo con tutti i miei nipoti!

Voglio insegnare a camminare da sola alla piccola MG.

Voglio insegnare a scrivere al piccolo Edo.

E voglio imparare da loro tutto ciò che hanno da insegnarmi.

Quest’anno voglio andare ad un concerto con A!!!!

E voglio andare a trovare S!

Voglio ascoltare di più V,che forse potrei aiutare di più di come faccio visto che mi ricorda tanto il mio passato.

Oh,e vorrei anche andare a trovare Francesco,forse,questo dipende anche da lui oltre che da me,vedremo cosa accadrà in quest’anno.

 

 

 

La quarta cosa che voglio da questo 2016 è;

Capire cosa voglio fare nella vita.

Perchè io progetto di studiare,di lavorare,di andarmene,di fare questo e quell’altro,ma la realtà è che nemmeno mi sono mai fermata a chiedermi cosa volevo fare nella mia vita.

Ed ormai è ora di fermarmi e chiedermelo perchè ho quasi 18 anni e non posso più sprecare la mia vita aspettando.

Devo capire cosa voglio e poi impegnarmi per realizzarlo.

Penso che sarà più difficile capire cosa voglio,perchè ho tante passioni ed escluderne una a priori mi è difficile.

Poi sarà dura anche combattere per realizzarmi e diventare ciò che voglio essere,ma se nemmeno lo so non posso fare un corno,è questo il problema.

Credo che alla fine mi ritroverò a scegliere tra le alternative che mi ritornano più ricorrenti da sempre;la musica,la scrittura,le lingue,il giornalismo e…boh.

Ora che ci penso tanti sogni che avevo anni fà adesso mi fanno piuttosto schifo,è strano,devo essere proprio cambiata.

Fino a quando avevo 10 anni volevo fare la biologa marina poi ho capito che odiando la matematica mi era impossibile fare quel lavoro.

Poi ho desiderato molte cose.

Per un paio di anni buoni volevo fare la nail artist,me lo ricordo bene,chiedevo sempre a mio padre di mandarmi alla scuola per estetiste.

Ora invece a pensarci mi farebbe piuttosto schifo questo lavoro,e ora…ora capisco perchè ho tutti quegli smalti,pennelli e aggeggi assurdi xD

Ho pensato anche di fare la parrucchiera come mia sorella maggiore.

E per molto tempo quando ero a scuola media pensavo di diventare una receptionist,infatti mi ero iscritta all’Alberghiero,ma poi non ci sono andata più xD

Devo dire che si,mi stimolava l’idea di andare all’Alberghiero,ma purtroppo le mille proteste di F. all’epoca mi fecero cambiare idea.

Però,devo ammettere anche che andare al Liceo delle Scienze Umane mi ha aiutata a scoprire altre passioni che non sapevo di avere.

Per esempio quella per il diritto,materia che mi piaceva un casino e in cui prendevo sempre 8.

Oppure la psicologia che più che altro mi interessava perchè pensando che studiandola avrei trovato qualche risposta al casino che avevo già in testa.

Di risposte non ne ho trovate studiando la percezione,ma la materia continua tutt’ora a interessarmi parecchio.

Eppure mi chiedo io; Può una persona essa stessa problematica,fare la psicologa o la consulente?

Forse nonostante la materia mi piaccia,non sarei la persona adatta a fare un lavoro del genere,boh…

La musica poi,oddio la musica;la chitarra,le parole delle canzoni,il palco…Oh tutto quello è un intero mondo ma non so quanto posso campare di musica,non lo so proprio.

E la scrittura? Inizio a farci un qualche strano pensierino sapete? è davvero strano,ma ci penso,che potrei fare un lavoro riguardante la scrittura.

Il giornalismo invece è un altra passione che ho fin da bambina. Ricordo che una volta si ruppe il televisore e io dopo aver visto il telegiornale nell’altra stanza presi un cucchiaio e mi misi a fare il telegiornale mentre la mia famiglia pranzava.

Mi piaceva,mi piaceva sul serio,ed anche scrivere articoli su notizie musicali o recensioni di album mi piace un casino!!

In fine le lingue.Beh ho sempre amato l’inglese e il francese,le ho studiate con amore e passione,e poi mi sono ineressata anche al russo.

Ma comunque non saprei che lavoro farci con le lingue,boh.

Forse è meglio che vado a lavorare con mio padre e mi scordo di fare ciò che voglio nella mia vita…tanto ormai ho sprecato gli anni migliori…chi me la fa fare di tornare a studiare a 18 anni?

Boh…cosno talmente confusa su questo argomento,mi viene da sbuffare forte,non lo so,eppure vorrei tanto saperlo.

Vorrei avere la risposta,vorrei che qualcuno mi dicesse «Devi fare questo…!».

Che devo fare?

 

 

 

La quinta ed ultima cosa che voglio fare nel 2016 è;

Andare ad una marea di concerti,visto che in questo 2015 ho partecipato a stento a un paio di concerti di basso ordine.

E questo infanga la mia reputazione di Rockettara,accidenti.

 

 

 

Hey gente,buon 2016 a tutti voi,spero che riusciate a portare a termine i vostri propositi vuoi che siete persone normali e non pigre e incostanti come me.

 

 

 

Vi lascio con la prima canzone che ho ascoltato nel 2016,come da mia tradizione affidata alla riproduzione casuale.

E vi lascio anche il testo che sembra essere adatto a me,guarda caso.

 

Wrong=Sbagliato

Sono nato con il segno sbagliato
nella casa sbagliata
con l’ascendenza sbagliata
ho preso la strada sbagliata
che portava a tendenze sbagliate
ero nel posto sbagliato al momento sbagliato
per la ragione errata e la rima sbagliata
nel giorno sbagliato della settimana sbagliata
ho usato il metodo sbagliato con la tecnica sbagliata
Sbagliato
Sbagliato
C’è qualcosa che non va in me dal punto di vista chimico
qualcosa di sbagliato di intrinseco a me
il mix sbagliato nei geni sbagliati
ho raggiunto il fine sbagliato con i mezzi sbagliati
è stato un piano sbagliato
nelle mani sbagliate
con la teoria sbagliata per l’uomo sbagliato
le bugie sbagliate, sulle vibrazioni sbagliate
le domande sbagliate con le risposte sbagliate
Sbagliato
Sbagliato
Stavo marciando con il tamburo sbagliato
con la schiuma sbagliata
a prendere in giro l’energia sbagliata
usando tutte le linee sbagliate
e i segni sbagliati
con l’intensità sbagliata
ero nella pagina sbagliata del libro sbagliato
con la sbagliata interpretazione del gancio sbagliato
ho fatto la mossa sbagliata, ogni notte sbagliata
con il suono sbagliato finchè divenne corretto, yeah
Sbagliato
Sbagliato
Troppo lungo
Sbagliato
Sono nato con il segno sbagliato
nella casa sbagliata
con l’ascendenza sbagliata
ho preso la strada sbagliata
che portava a tendenze sbagliate
ero nel posto sbagliato al momento sbagliato
per la ragione errata e la rima sbagliata
nel giorno sbagliato della settimana sbagliata
ho usato il metodo sbagliato con la tecnica sbagliata

Annunci

18 pensieri su “Doing Time!

  1. Bella questa cosa. Fosse anche solo un pensiero volante è già significativo che ci pensi secondo me. Anche io sono “discontinuo” e rispetto a quelle poche cose che riesco a portare avanti mi sono reso conto che è così perchè… semplicemente sono le uniche che forse mi interessano veramente.

    Eheh interessante sta canzoncina lol E’ stata la mia colonna sonora nei mesi passati. Ci ho fatto una cover (l’ho caricata apposta per te, affrettati a sentirla perchè tanto YouTube me la cancella sempre):

    Liked by 1 persona

    1. Ciao,allora…
      …la canzone è stupenda! Mi permetto di dire che hai degli ottimi gusti musicali e che sei bravo. Non so perchè ma ho sentito qualcosa di particolare mentre ascoltavo la tua cover,una qualche sensazione di sincerità,come se uscisse fuori tutto dalla tua anima.
      Vedi io è questo che amo della musica,riuscire ad esprimere ciò che ho dentro.
      Io,non so se ci riesco bene perchè non molte persone mi hanno ascoltata e comunque i loro pareri non contano per me visto che sono persone superficiali ma nel mio cuore sento che riesco a vomitare fuori tutto lo schifo quando canto o quando suono la chitarra quindi spero sia così anche dall’esterno,non so proprio…
      A me basta riuscire a sfogarmi per me stessa,non mi interessa chissà quanto riuscire a trasmettere agli altri le mie emozioni,soprattutto perchè sono troppo negative e non farei una cosa buona a trasmetterle agli altri.
      Comunque per quanto riguarda te ho sentito subito che mi comunicavi qualcosa,perciò mi complimento con te davvero perchè non credo sia facile avere doti comunicative del genere.

      A volte sai,penso che nemmeno con le cose che mi interessano davvero mi impegno abbastanza,boh…non so.
      Comunque se non lavoro su almeno due di questi propositi la cosa è piuttosto brutta,altro che bella. Non andrò da nessuna parte se continuo cosi…uffa che palle >.<

      Liked by 1 persona

      1. Grazie per l’apprezzamento! 😀 Io penso che il tuo approccio sia giusto comunque: te ne devi fregare dell’idea che devi trasmettere “cose”, o che deve essere in un “certo modo”, etc. Nel momento in cui pensi questo la spontaneità è finita e quindi secondo me è finito tutto. Per quanto mi riguarda ho scoperto che la musica, o comunque il giocare con i suoni, è sempre ciò che mi rimane e mi ha “salvato” in tanti momenti… non so perchè sia così, ma è sempre così. Non so nemmeno se riesco a “dire” quello che voglio dire ma non mi interessa; la musica parla una lingua sua e a me sta bene così ^_^ Quando ho deciso di registrare sta cover è stata una cosa “terapeutica”; a dire il vero doveva essere l’ultima cosa che registravo perchè in quel momento ci credevo molto nel dire che in me è tutto “wrong”, con conseguente ingestione di pilloline colorate in gran quantità (inutile girare intorno al tabù del suicidio, è così). Poi invece succede che comunque se devi registrare delle cose una parte di te è costretta a essere razionale, almeno quel tanto che basta per far funzionare i programmi per registrare… E quindi ancora una volta la musica mi ha preso per i capelli.

        Se a te ti fa uscire lo schifo è una bella cosa… non ti devi fare troppe domande secondo me, va bene così, è a posto così 😉

        Ma pensi che potrei sentire qualcosa di tuo?

        Liked by 1 persona

      2. Ma guarda…non penso,visto che io non ho mai registrato nulla. Forse se l’avessi fatto o progetterei di farlo per il futuro ti avrei fatto ascoltare qualcosa ma per ora non è proprio nei miei progetti. E anche se lo fosse è difficile che ci riesco per come sto adesso. Sorry.

        Liked by 1 persona

      3. Ah bene! Non so perchè WordPress ogni tanto fa queste cose strane! Ogni tanto dice che il mio blog è inesistente e mi fa prendere degli infarti o.O

        Liked by 1 persona

  2. Ciao cara…
    Vorrei rassicurarti sul fatto che si può essere bravi psicologi, consulenti educatori anche con le rotelle fuori posto. Io lavoro con i bimbi del nido e con bimbi autistici. Posso dirti con assoluta tranquillità e certezza che nessuno dei miei colleghi è normale. Vedi, tu puoi soffrire di qualsiasi problema, ma non sei il problema.
    E poi. hai 18 anni, concediti di cambiare idea.
    Come dice il grande Lorenzo Jovanotti..
    ” te ne vai in giro a fare tentativi…finché non avrà combaciato”.
    Buon anno!

    Liked by 1 persona

    1. Non lo so,non vorrei causare problemi ad altri esseri umani.
      Anche se…tipo…mi ha detto una persona piuttosto strana che conosco che io non ho influenze negative su di lui,il che mi sembra impossibile perchè io con questa persona diciamo che esprimo quasi il 90% della mia pazzia..e boh com’è possibile che non ne risenta?
      Forse sono io che mi do troppa importanza e penso di contagiare tutti con la mia pazzia,sarà xD
      Comunque sono contenta di non contagiare lui almeno che è importante stia bene,e spero sul serio di non contagiare mai nessuno.
      A volte sai cosa penso? Che proprio perchè io ho vissuto e vivo queste cose della mia testa strana potrei forse aiutare meglio gli altri perchè ci sono passata in prima persona.
      Pensi sia un ragionamento sbagliato?

      E buon anno anche a te!!! 😀

      Mi piace

  3. Tesoro…il concetto di pazzia è molto relativo sai..
    Sei simpaticissima e come avrai capito dal blog, anch’io ho strane idea in testa e non mi sento perfettamente in linea con gli altri, probabilmente sono pazza o forse no, chi può dirlo. ( La mia psicoterapeuta dice di no, ma forse lo fa solo per incoraggiarmi!).
    Io credo che la persona di cui parli riesca semplicemente ad accettarti per quello che sei e non è cosa da poco!
    Io ritengo pazzo colui che fa del male ad un bambino, chi uccide senza ragione, chi approfitta dell’altrui debolezza, Questa è la vera pazzia.
    Un abbraccio gigante,

    Liked by 1 persona

  4. Ho letto tutto! lo sottolineo perché pochissimi leggono!
    Se ti può essere di consolazione, io mi avvio ai cinquant’anni e ancora non ho capito cosa voglia fare, ammesso che veramente io voglia fare qualcosa!
    A 18 anni una persona è talmente giovane che, se afferma di aver perso tempo nella vita, vuol dire che, in realtà, sta preconizzando di non poter fare nulla di ciò che si è proposto o che si propone. Si tratta, dunque, più di una proiezione di se stessi nel futuro che di un guardarsi alle spalle. In questi casi, penso che ci si trovi di fronte a persone che amino analizzare la vita più che viverla in prima persona, che si sia animati da un tale spirito critico (analitico) da volerla scrivere piuttosto che interpretarla. Sei una sceneggiatrice e non un’attrice. La tua passione per la psicologia non è, in tal senso, casuale ma un indizio di ciò che ho visto in te. E il fatto di sentirti problematica non solo non è difforme alla tua passione per la materia psicologica ma una prova della tua natura analitica. Pensare che sia strano amare la psicologia (la materia che interpreta le problematiche psichiche) quando si è persone “problematiche” è come affermare che sia anormale che uno che ami i processi molecolari senta un trasporto per la chimica!
    Mi permeto di consgliarti di darti anima e corpo alla scrittura. Cerca, però, di essere fedele al tuo sentire, di far passare sempre la realtà nel prisma della tua anima. Se essa ti apparirà deformata e lontana dal senso comune, passaci sopra; uno scrittore non deve farsi scrupoli di fronte al proprio sentire.
    Se vorrai, al tuo primo libro, potrò farti una prefazione, anche se nessuno mi conosce!
    Ti consiglio di iniziare con il self-publishing perché gli editori difficilmente ti prenderanno in considerazione. Ci sono alcune aziende molto buone in tal senso. Scegli sempre quelle che ti danno un ISBN gratuito o a prezzo normale.
    Ciao, e scusa le troppe chiacchiere!

    Giuseppe

    Liked by 1 persona

  5. Sono inciampata per caso nel tuo blog perche … Beh…. È da un paio di mesi che non frequento la scuola e avevo il ‘disperato’ bisogno di trovare qualcuno che fosse nella mia stessa situazione… Perché credi che ormai non serva niente rientrare? Abbiamo quasi 18 anni, possiamo ancora recuperare e realizzare i nostri sogni… Anche se non è facile… Anche se non sappiamo ancora come fare… Comunque per risponderti alla questione della psicologa, potresti farlo benissimo, ma per aiutare gli altri dovresti prima mettere in analisi te stessa per risolvere i casini che ci sono nella tua vita… Per trovare un equilibrio capisci? Per fare del dolore/tristezza un trampolino di lancio per poter aiutare gli altri senza però farti ‘contagiare’/travolgere dai loro ‘casini’/’emozioni’.. Probabilmente decidendo di voler maturare quest’anno fa di te una persona già abbastanza matura rispetto a come sono le ragazze della nostra età.. Un abbraccio❤

    Liked by 1 persona

    1. Io non la frequento da molto più di due mesi e ti consiglio vivamente di ritornarci ora.
      Meglio che ci torni il prima possibile altrimenti poi inizia un circolo vizioso che ti fa restare a casa per sempre.
      Io lo so bene perchè l’ho sperimentato su me stessa e l’ho visto su persone a me care.
      Nasce una paura della scuola quando non la si frequenta,a volte causata da i problemi che ci hanno spinto ad abbandonarla,a volte causata da una condizione di fragilità interiore generale.
      Non so per quali motivi non stai frequentando la scuola ma ti consiglio di prendere la situazione in mano,risolverla in qualche modo e tornare a studiare.
      Poi ne sarai felice,perchè non avrai buttato questi anni così e potrai recuperare.
      Ti assicuro che se ti impegni potrai anche essere promossa quest’anno,io ho fatto un mese intero di assenze in terza media eppure il mio grande impegno mi ha portata agli esami pensa un pò te!
      Lo so che il liceo è diverso,è più difficile,ma sono certa che spiegando i tuoi problemi agli insegnanti e al/alla preside riceverai l’aiuto di cui hai bisogno.
      Io in questo ho sbagliato,mi sono stancata di chiedere aiuto e sono rimasta a casa a non far nulla,e cosi mi sono rovinata del tutto.

      Io penso che ormai tornare al liceo per me sia inutile perchè ho perso troppi anni,e si se mi va tutto bene mi diplomo a 22/23 anni? Ma a che mi serve? Intanto come campo? Purtroppo il bisogno di soldi in questa mia misera vita prevale al resto dei miei sogni e non perchè io sia una sciupona ma proprio perchè in casa siamo tutti costretti a fare sacrifici economici.
      Per me pensare di andare a perdere altri anni cosi a studiare mi fa sentire ancora più fallita.
      Certo,mi ci impegnerei se decido di farlo,e magari poi potrei anche frequentare l’università ma nel frattempo peserebbe su di me la mia inutilità in famiglia.
      Non che ora sia utile visto che non faccio niente xD
      Boh,e poi ho tante paure riguardo la scuola.
      E se ricominciano ad insultarmi? Questa volta saprei affrontarlo?
      E se sbaglio ancora? Poi frequentare il secondo anno,a 18 anni con dei ragazzini…ma sento che mi prenderebbero in giro peggio che mai,soprattutto perchè io sono bassa quanto loro e no sembro una quasi diciottenne xD

      Riguardo alla psicologa,si penso di pensarla come te.
      Ci ho riflettuto in questi giorni,ho chiesto in giro,e credo proprio che infondo potrei fare la psicologa ma solo dopo aver risolto i miei conflitti interiori.
      Se risolvo i miei conflitti interiori penso che poi avrei automaticamente la forza adatta a non farmi coinvolgere nei casini dei miei “pazienti”.
      Ma il problema è che non so se riesco a risolverli questi miei conflitti interiori,e se ci riuscirò sicuramente sarà troppo tardi allora…

      Grazie per aver scritto,e scusa se ti ho scritto un papiro ma sono logorroica xD
      Se hai bisogno di qualche consiglio riguardo alla scuola chiedi pure,posso comprendere benissimo ciò che stai passando ora perchè l’ho passato anche io.

      Un saluto 😀

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...