Finalmente sono riuscita a completare quello stramaledetto livello di Tomb Raider ambientato nel Jurassic Park.

Come è finito? Che mi è preso il trecentesimo infarto e ho ucciso l’ennesimo maledetto Velociraptor.
Ecco com’è finito.
Ma finaaalmente è finito! Alleluja!

E finalmente ho finito di rileggere Le anatre di Holden sanno dove andare,questo è accaduto ieri però.
Ora posso concentrarmi su L’arte di essere saggi di Seneca,che mi interessa molto e dal quale sto cercando di apprendere la saggezza che mi serve.
E già il fatto che per diventare saggia mi affido ad un libro,scritto secoli fa,e che di solito si studia a scuola con l’ausilio di un insegnante esperta e laureata che probabilmente ha fatto un esame solo sul suddetto libro…..fa di me un emerita rincretinita.
Francesco ha chiamato Seneca ‘’il porco’’ perchè secondo lui mi mette strane idee in testa.
Ma secondo me Seneca non è un porco,Seneca è Seneca,che scherziamo?
E poi,perchè non potrebbe avere ragione quando dice che noi donne non sappiamo controllare le emozioni?
C’è,se fosse davvero cosi facile allora avrei la risposta a tutti i miei problemi.
Sono cosi perchè sono femmina.
Sono psicotica perchè sono una donna inetta.
Sono strana perchè in quanto donna sono comunque inferiore.
Sarebbe bello avere la risposta a tutti i miei problemi e incertezze in questo modo.
Ma sarebbe troppo facile.
Milioni di donne intelligenti e con le palle mi insegnano ogni giorno che la risposta ai miei problemi non è questa.
E allora…allora la risposta non c’è ai miei problemi, Francesco continuerà a considerare il povero Seneca un porco perchè mi ha messo strane idee in testa ed io rimarrò sempre con il dubbio del perchè sono cosi.

Perchè sono cosi?Perchè sono come sono?
Non potevo essere diversa da cosi?
Non potevo nascere normale?
Chi cazzo ha deciso che dovevo nascere di un chilo e novecentonovanta grammi,pochi centimetri e dei polmoni non ancora del tutto formati?
Chi cazzo è stato il porco?
E chi cazzo ha deciso,dopo,che dovevo continuare a rimanere piccola come sono nata,sia in altezza che di cervello?
Secondo me il problema sta qua.
La colpa è del ginecologo di mia madre.
Se fossi nata normale avrei avuto più probabilità di diventare una persona normale.
Perchè tutti nasciamo con delle cose in dote,no?
Cose che poi si perdono nel corso degli anni.
Ma io sono nata già in svantaggio rispetto ai miei simili.
Sono nata in sottopeso,in sottocentimetri e in insufficienza respiratoria.
E fossi morta quel giorno,li mortacci loro.

Che cappero di nome ha poi il ginecologo che mi ha fatta nascere?! Non lo posso dire per la privacy ma vi assicuro che il medico di mia madre ha un cognome che solo se lo senti capisci perchè io sono cosi problematica.
Di nome ha un bel nome il dottore che mi ha fatta nascere,si chiama Roberto.
Lo so perchè ha fatto nascere anche mia nipote,la piccola peste che tra qualche settimana fà 1 anno.
E mia sorella da lui è andata.
Il porco (e scusate ma lui lo merita!) ci mancava poco che faceva morire mia sorella e mia nipote,forse non ha capito che diciassette anni prima doveva far morire una neonata e non in quel momento.
Quel cretino non ha voluto fare il parto cesareo a mia sorella quando la stava vedendo soffrire,hanno aspettato che la bambina iniziasse a soffrire anche.
Ospedale di merda.
Medici di merda.
Doveva farmi morire,altro che mi ha fatta nascere in sottopeso quell’emerito cretino.
Ma lo sapete che infondo mi sta simpatico quel dottore?
Perchè è un nanetto anche lui come me,ha tipo sessant’anni ma è ancora un bell’uomo e mi dicono che ai tempi in cui ha fatto nascere me era un dongiovanni.
Avete capito al dottore?
Eh si,bravo Roberto,però quella bambina dovevi farla morire.
Dovevi farla portare a casetta bella cosi poi moriva povera nel sonno perchè i suoi polmoncini non riuscivano a respirare da soli con quel caldo.
No che invece l’hai fatta portare all’ospedale,nell’incubatrice.
Ah Robè,ma non potevi aver bevuto un goccietto quel giorno?Perchè ti hanno fatto andare a lavoro sobrio?
Io ecco con chi dovrei lamentarmi dei miei problemi.
Con lui.
La colpa è sua se sto qua,se sono viva e se sono nata.
Mi devo lamentare con lui.
Lo farò presto,ve lo assicuro.
Uno di sti giorni mi ci lamento con quello…
…basta che quando ci vado non finiamo a scoprire che sono incinta io altrimenti lo uccido proprio altro che lamentarmici xD

Non potevo nascere normale.
Dovevo nascere con qualcosa in meno del resto del mondo.
Sia fisicamente che mentalmente.
Chissà se quando sono nata il mio cervello è stato a corto di ossigeno per qualche minuto.
Non credo,purtroppo so bene che conseguenze hanno quelle cose.
Eppure a volte nel mio cervello sento dei vuoti che nemmeno l’ossigeno potrebbe riempire.
E allora cos’è?
Cos’ho che non va?
Non mi dite che non ho niente che non va perchè io HO qualcosa di sbagliato.

Ho un errore in me,forse sono io stessa un errore.
Non so,ci sto ancora pensando su questo.
Sono tutta un errore oppure ho solo qualcosa di sbagliato?
Non è facile capirlo.
Ma infondo che differenza fa?
Infondo sempre di errori si parla ed io sono un errore vivente che commette sempre e solo errori per il semplice e dolce gusto di errare.
Perchè errare è la mia natura.
Sono nata per SBAGLIARE.
Fino alla morte.
E sono certa che anche la mia morte sarà un errore.

Stasera mi sento positiva.
Ho parlato -tipo qualche ora- con Francesco.
Mi sento meno sola e un pò soddisfatta.
Ma soddisfatta de che?
Che ho vinto il Premio Oscar che mi sento soddisfatta?
Certe volte uso le parole proprio male,anzi proprio a cazzo.
Mi sento meno sola però,quello è vero e sicuro.
Anche perchè mia sorella L ha ricambiato il mio abbraccio e mi sono sentita un coso nel cuore.
Tipo,boh,una piccola fitta.
La stessa che sento quando Francesco mi dice una parola dolce,e la stessa che ho sentito quando mio fratello ha rifiutato il mio abbraccio l’altro giorno.
Non so perchè,ma mi rendo conto che il mio cuore confonde dei sentimenti a volte.
Dovrebbe sentirsi afflitto dai rifiuti di mio fratello e non quando mi sento accettata e voluta.
Boh,anche il mio cuore è un errore,è tutto un casino di meccanismi sbagliati sta merda di muscolo che ho nel petto.

Alex Turner mi rende un pò felice.
Ecco perchè l’ho messo come sfondo.
L’ho detto anche a Ciccio.
«Devi mettere come sfondo una cosa che ti fa felice. Perchè vedi il telefono tante volte nella giornata e se metti una cosa che ti fa felice ogni volta che prendi il telefono ti senti più felice» ma vi giuro che ho detto testuali parole,ho una memoria d’acciaio io.
E ho ragione,lo provo su me stessa.
Ogni volta che sblocco la tastiera e vedo Alexander che si alliscia all’indietro i capelli,sorrido.
Cos’altro potrei fare se non sorridere?
E come potrei non sorridere quando sento My Mistakes Were Made For You ?
Perchè Alex ha sempre ragione,e i miei problemi sono stati creati per voi.
Altrimenti perchè scriverei?

Allora per essere più felice ancora dovrei mettere come sfondo qualcosa che mi rende più felice di Alex Turner.
Ho avuto per tanti anni Matt Bellamy e sono un pò stanca di vedere quella faccia da nutria appena mi sveglio la mattina.
Ho avuto per molti mesi il bellissimo e innocente sorriso di mia nipote ma dopo un pò mi stanca anche quello.
Ho avuto Synyster Gates,Jared Leto,tutti i più grandi e belli.
Ora mi manca l’ultimo,inestimabile di tutti.
Ma non sono convinta al cento per cento che sia una cosa giusta.
Mi sa troppo da patetica cretina.
Ma infondo io sono una cretina patetica quindi che c’è di male se metto come sfondo Francesco?
No,no a scriverlo mi sento ancora più cretina.
Come è possibile che lo sto pensando davvero?
No,dai,è imbarazzante.
E poi lui non sarebbe felice di questo,cioè,sicuro che gli fa impressione una cosa del genere.
E figuriamoci se voglio farlo impressionare,io che cerco di tenerlo all’oscuro di tutti i mali della mia vita.
Che poi è il bastardo che viene a spulciare tra i miei articoli demenziali e si fa i film mentali sui miei problemi.
Non avrei mai dovuto dargli il link del mio blog,sono stata una bastarda io a farlo.
Altro che volevo essere sincera con lui,quello più sa peggio è.
Non dovrebbe sapere.
Ma adesso sa.
E quando vuole può sapere tutto.
Viene,legge e si fa i suoi giudizi su di me.
Viene,legge e poi mi stressa che non mi devo uccidere.
E mi fa sentire in colpa come una ladra.
Non si può neanche morire.
Non si può neanche pensare di morire che questo inizia a fare il criceto indifeso e spaurito.
Magari mi venisse un tumore,poi vediamo.
Io intanto sto bella felice che canto «Guarda me,prendo tutta la vità com’è,non la faccio finita ma incrocio le dita e mi bevo un caffè» schioccando le dita.
Ma quanto è bravo Max Gazzè? Lui è uno dei pochi italiani che mi piacciono.
E faccio come dice lui io,ok?
Ok Francé?
Mi sto bevendo il caffè,incrocio le dita.
Non la faccio finita 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...