Franky diceva sempre che non dovevo mai dimenticare le cose importanti.

Ed io ripetendomi questa frase in testa,mai l’ho dimenticato,ne mai lo farò.
Ma sto notando qualcosa di strano nella mia vita da un pò di tempo a questa parte.

Prima,penso sia evidente anche dai miei articoli sul blog,mi ossessionavo spesso sulla sua morte,su ciò che aveva comportato in me e sul male che mi aveva fatto.
Portavo ancora rancore e in un certo senso ogni tanto tornavo a soffrire come una bestia al macello anche se erano passati mesi ormai.
Tipo,quest’estate,quando ho conosciuto quel ragazzo echelon,ho sentito di nuovo tutto il dolore della morte di Frank tornare a galla,perchè gli avevano mancato di rispetto.
Mai,mai in vita mia,dimenticherò quello che disse quel decelebrato; «Ma lo sai che più parli di lui più mi sembra di somigliarli?».
Ed io li capii per la prima volta in vita mia che cosa voleva dire sentire la nausea.
Sono stata realmente male fisicamente in quei giorni,quella frase portò al mio corpo già scosso dagli ormoni e dal caldo,un terribile esaurimento.
Sono stata a letto due giorni a vomitare e con la testa che mi bruciava come se fosse diventata la casa degli Inferi.
Ricordo troppo bene.
Ed è assurdo come il dolore ti possa tornare a galla cosi facilmente con una stupida frase di mancanza di rispetto nei confronti di un essere umano morto.
Un essere umano morto che era la mia vita,rendiamocene conto.
Come se ha mancato di rispetto a me,lo stesso in pratica.

Poi,però,a Luglio ho conosciuto Francesco.
E sono stata contenta fin dall’inizio che lui era una persona rispettosa,e che mai ha parlato a sproposito di Franky.
Anzi,Francesco non ne parla proprio.
Sono io quella che ogni tanto lo mette nei discorsi,perchè ci sono cose del passato legate a lui che non posso rimuovere dalla mia vita e far finta di non averle vissute.
Ma cerco di parlarne il meno possibile.
Anche perchè sto cercando di…non di dimenticare,che cazzo di termine di merda.
Sto cercando di mettere una pietra sopra a questo fatto.
Perchè tanto nonostante io di notte sogni che Frank e io suoniamo in Germania e al nostro concerto c’è anche Francesco,beh questo mai accadrà.
Cerco solo di spegnere quelle stupide e insensate speranze che crea il mio subconscio facendomi fare questi sogni odiosi.
Non è bello svegliarsi da sti sogni,per niente.
Ti chiedi «Ma che cazzo è sta merda?»- «Dove cazzo sta Frank?»- «Lui non permetterebbe che io soffrissi cosi. Lui mi avrebbe già portata in Germania,mi avrebbe comprato il telefono per parlare quando voglio con Francesco e ci avrebbe fatto amicizia con quell’essere umano».
Perchè infondo hanno cose in comune,potevano essere grandi amici.
E potevamo essere felici tutti insieme.
Ma ovviamente non sarà mai cosi.
Perchè Frank non c’è più,io ho perso il mio chitarrista e ho trovato un criceto.
Si,ma io li volevo tutti e due.

Non è che per trovare l’amore della mia vita dovevo per forza perdere il mio migliore amico?
Il mio fratello di sangue in pratica.
Che schifo sta vita.
Io li volevo entrambi.
Sarei felice ora.
Frank avrebbe trovato un amico più disturbato di lui,e Francesco avrebbe trovato una persona in più che poteva capirlo.
Perchè sono certa che se io capisco al 70% Francesco,allora Frank l’avrebbe capito all’80% perchè lui aveva il cervello molto più contorto del mio.

Non lo so,non lo so perchè penso ste cose.
Sto cercando di metterci na pietra sopra,di non riportare i ricordi alla mente altrimenti sti sogni mi fanno diventare pazza.
Io la notte non dovrei sognare Frank vivo.
Dovrei sognare di fare una vacanza alle Maldive.
Io la notte non dovrei sognare di cantare in Germania.
Dovrei sognare di volare.
Io la notte non dovrei sognare di tornare a scuola e avere tutti e due accanto.
Io non ho nessuno accanto.
E basta.

Vorrei delle medicine.
Per far sparire sti sogni.
Erano tanto belle quelle che mi diedero all’ospedale l’anno scorso,le vorrei tanto ancora con me.
Ne prenderei giusto una e dormirei senza fare un sogno.
Senza ossessioni e paranoie.
Io devo dimenticare.
Io devo metterci una pietra sopra.

Frank non ci sarà mai più.
Ci sono solo io e devo contare sulle mie forze.
Certo che contare sulle mie forze che sono in pratica inesistenti non è come contare sulle forze di Frank che era la generosità in persona,l’avventura fatta uomo e il divertimento allo stato puro.
Io che forze ho?
Non ho neanche un euro di forze io.

Qualcuno di più potente,penso lo stesso che mi ha fatta nascere in sottonorma,ha deciso che Franky doveva avere forze economiche e di iniziativa ma non forze di animo.
E sempre sto più potente ha deciso che IO dovevo avere nessuna forza economica ne di iniziativa ma dovevo avere una fottutissima forza d’animo.

Avrei preferito il contrario.
Lui meritava di stare ancora qua,non io.

Annunci

Un pensiero su “Cowboys From Hell

  1. Non devi fare questi discorsi, sono certa che FanK ti darebbe un “coppino” nel sentirti parlare così. Non devi dimenticare nulla, è impossibile perché ha fatto parte della tua vita, una parte importante, quello che deve cambiare è il modo con cui lo ricordi, devi pensare a tutte le cose belle che ti ha dato e di come è cambiata la tua vita quando l’hai conosciuto. Non ci sarà più è vero, ma quello che hai vissuto con lui sarà sempre con te.
    Un abbraccio.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...