Questa è l’ennesima notte in cui mi sento sola.
Nelle ultime notti mi sono sentita sola al sessanta percento in meno del solito.
C’era Francesco ad assediarmi,ecco il motivo.
Oggi non c’è,anzi,ora sta dormendo credo.

C’era fino a qualche ora fa,meglio di niente.
Ma sia io che lui,sappiamo che la notte fonda è il mio momento peggiore della giornata e lasciarmici sola è sempre un azzardo.
In circa cinque notti nelle quali ho trascorso il tempo con Francesco ho: pianto parecchie volte (troppe), smontato un temperamatite e parlato di Frankie finchè non mi sentivo il cuore scoppiare nella testa.
Insomma,un disastro totale.
Sono un disastro totale,non riesco a mantenere i nervi saldi,piango come una cretina al minimo problema.
Perchè? Non avrei dovuto parlare di Frank quella notte,ma è colpa di Francesco questa. Lui ha detto che potevamo parlare a ruota libera di qualsiasi cosa. E se non ho restrizioni io parlo di ciò che ho in testa,che per la maggior parte del tempo riguarda pensieri cattivi anche su di Frank.
E li mi sono messa a piagnucolare perchè mi manca e perchè è strano parlare di lui con Francesco,è molto strano,e non credo mi piaccia farlo.
E non so il perchè.

Mi è presa l’ossessione per i megabit.
Ho la terribile paura di consumarli tutti prima della scadenza del mese e rimanere sola.
HO PAURA.
Non voglio ritrovarmi una notte più del dovuto da sola,ho troppa paura di cosa potrei fare.
Francesco mi distrae,quasi tutto il mio cervello si concentra su di lui e non ho tante brutte idee come in passato.
Francesco mi fa sentire meno sola,mi fa compagnia,e mi protegge.
Lui mi controlla,o almeno cerca di controllare i miei brutti istinti.
Non so perchè ho buttato quella lametta solo perchè me lo stava ordinando lui,davvero in un altra vita non gli avrei mai ubbidito ma l’altro giorno l’ho fatto.
Mi sono svegliata la mattina dopo con le dita graffiate e ho capito che avevo buttato una lama bella tagliente visto che me l’ero sola passata tra le dita e mi aveva già graffiata,senza alcuna intenzione.
Allora mi sono maledetta per aver dato retta a Francesco,ma ormai è fatta.
E comunque posso comprarne altre quando e come voglio.
Mi vesto,esco e vado a comprare quello che cappero voglio.
Poco fa ho realizzato un pensiero geniale.
E se comprassi un accendino?
Cosi,invece di sentire bruciare il mio povero fegato ogni volta che qualcuno mi dice qualcosa che mi fa male,posso semplicemente bruciare la mia pelle.
Non sarebbe male come idea.
Non so cosa farò,domani vedremo con che testa mi sveglierò.
Dovrei prima pensare a comprare il cibo per le tartarughe altrimenti finirà che muoiono di fame e non voglio che muoia nessun altro,davvero basta adesso.

È dolce quando dorme,è tanto dolce.
Sembra un essere umano,anzi lo è.
Non è come me che mi sveglio diecimila volte nel cuore della notte e mi giro e mi rigiro in cerca di pace.
Lui dorme semplicemente con quel suo respiro da criceto assonnato,e sentirlo dormire è rilassante.
Mi fa sentire meno morta.
Non so perchè.
L’ho ascoltato quasi per mezz’ora dormire,poi ho chiuso,mi sembrava di star esagerando e poi finiva che mi si consumavano tutti questi maledetti megabit.
Ma la realtà è che lo ascolterei ore dormire,oh,quanto sarebbe rilassante dormire accanto a lui.
Sono patetica,me ne rendo conto,e rido quando penso queste cose,ma purtroppo le penso.
Boh,mi sentirei al sicuro a dormire con lui,ok???
Tutto qua.

Al sicuro come non sono in questo momento.
Mi stanno passando brutte idee per la testa,e spero che mi venga sonno altrimenti farò qualcosa di cui mi pentirò e poi dovrò nascondere a Francesco sentendomi in colpa vergognandomi.
Sai che ha detto l’altro giorno?
Che mi devo togliere questo vizio.
Inteso al fatto che mi taglio.
Ha detto che è diventata come una droga per me.
Ma io non so…non credo sia cosi.
Secondo me è molto diverso da così,è diecimila volte peggio.
Forse tu sapresti dirmi com’è,tu forse ci eri passato in questo inferno,togliamo il forse Frank…

Inizio ad avere paura anche per lui.
Domani si deve operare e ho paura.
Sono preoccupata,oggi era così nervoso e mi sono preoccupata molto per lui.
Non mi piace quando è nervoso,mi dispiace.
Vorrei essere li con lui per aiutarlo,per calmarlo.
Ma non posso.
E se potessi,andrei?

Non so,ieri ha parlato di una brutta cosa che mi ha spaventato.
«Ora hai un telefono tecnologico» ha detto,più o meno «Dovremo fare una videochiamata».
La mia reazione è stata comica.
Ho riso e gli ho detto delle cose che deve aver interpretato chissà come ma nella realtà avrei voluto dirgli «Ma sei impazzito? Ma per cortesia,vattene và!».
Non l’ho fatto credo,altrimenti si sarebbe arrabbiato immagino.
Lui deve aver creduto che scherzassi in quella mia reazione strana o che forse non volevo affrontare l’argomento in quel momento ma per me l’argomento non esiste e basta.
Non lo farò mai.
Se lo può scordare.
Neanche morta.
Che mi seppellisca.
No,ho troppa paura,ma che scherzi e scherzi?!?!?
In passato l’avrei fatto,qualche mese fa come una cretina l’avrei fatto ma adesso per fortuna ho ritrovato la dignità sufficiente a non mettermi ulteriormente in ridicolo con lui o con chiunque altro.
Non lo posso fare,no,sono sbagliata e lui non deve vedermi assolutamente.
Gli ho raccontato di quel sogno che ho fatto qualche tempo fa in cui mia sorella e mio cognato mi portavano da lui in Germania ed io dall’incontro scappavo via perchè non volevo vederlo.
Lui non ha capito.
Ma io lo so perchè ho fatto quel sogno,ed è per la stessa ragione per la quale non farò mai una videochiamata con lui.
Ho paura.
Anzi,forse è anche peggio di paura.
È rassegnazione.
Sono rassegnata al fatto che mai potrei piacergli per come sono,perciò scappo da questa cosa.
E scapperò fino alla fine,finchè potrò scapperò,perchè non lo voglio perdere.
Non voglio assolutamente perdere anche lui,perciò scappo dalla realtà.
Se solo fossi stata meno inadatta di quanto sono…forse non scapperei da lui,ma purtroppo lo sono e non posso farmi vedere da lui cosi.
A volte mi chiedo che senso ha tutto questo se io neanche lo voglio più incontrare? Mi rincuora il fatto che anche lui è rassegnato al fatto che mai ci incontreremo,per ragioni simili suppongo.
Non vorrei questo,non vorrei avere paura di lui…
Vorrei essere migliore per lui…invece sono un disastro.

Sono stata un disastro sempre,per tutti.
E continuerò ad esserlo fino alla fine.

Mi manca…mi manca tanto,vorrei stare con lui adesso.
Quando c’è mi sento oppressa dalle sue troppe parole e vorrei rimanere sola…invece quando non c’è sento tremendamente la sua mancanza.
La mancanza di quelle parole che tutto sono fuorchè brucianti d’odio come quelle che rivolgo io a me stessa quando sono sola con i miei pensieri.
Rivoglio quelle parole…voglio Francesco…….
Spero che starà bene,anzi,lui deve stare bene.
Io ho bisogno di lui,è tutto ciò che mi rimane.
Ed anche se ho tanti problemi,e lui pure,dobbiamo rimanere uniti altrimenti cosa ne sarà di noi?
Ormai l’ho trovato,perchè lasciarlo andare?

 

  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...