Buon sabato a tutti e benvenuti al quarto appuntamento settimanale con la Rubrica  L’Angolino del Cricetino  !
Questa settimana,all’opposto della scorsa in cui trattavamo un argomento a me molto  caro,tratteremo un argomento molto caro al  Cricetino .  Oggi parliamo di calcio.

Eccovi l’intervista col Criceto appassionato di calcio.

image

Quanto è importante lo sport,e soprattutto il calcio,per gli italiani?

Per gli italiani credo che lo sport sia importantissimo,per tutti i ragazzi.
Lo sport è divertimento,in alcune circostanze ti fa crescere anche come persona,è una delle  cose più importanti della vita secondo me.
Il calcio è il più seguito,è molto importante per gli italiani,da sempre unisce migliaia di persone  e per una buona parte d´italiani poche cose fanno alzare il morale come una vittoria della  propria squadra del cuore.

Quali sono secondo te i problemi gravi riguardanti il calcio in Italia?

Credo che il calcio rispecchia in italia una situazione politica ed economica.
Gli stadi sono mezzi vuoti, alcuni sono brutti esteticamente e non agibili, poi con le py tv la  gente preferisce guardarsele a casa le partite, anche se spende di piú.
I problemi di corruzione che ci sono stati negli ultimi dieci anni.

Cosa faresti tu per risolvere la situazione dei troppi soldi che girano nel mondo del calcio?

Penso che ormai non si tornerá indietrro perchè ai potenti fa comodo questo business, ne  guadagnano le loro tasche.
La colpa è delle pay tv che hanno portato tantissimi soldi dentro al calcio.
Bisognerebbe far vedere il calcio in televisione gratis o al massimo a pochi euro al mese  perchè è lo sport nazionale e dovrebbe essere alla portata di tutti non solo di chi se lo può  permettere.

Cosa ne pensi della violenza negli stadi?
Come la combatteresti?

In Italia in questo momento anche i media esagerano quando parlano di violenza negli stadi,  negli anni 70 e 80 c´era molta violenza e scontri dentro gli stadi tra tifoserie, ma negli ultimi  anni a parte qualche raro caso questo non succede piú, almeno non come una volta.
Bisogna smettere di dare la colpa al calcio,perchè se lo sport fa diventare violenti allora  smettiamo di vederlo e praticarlo.
Penso che dipende molto anche dall’educazione e la cultura che ha un popolo,in Italia c’è  violenza ovunque,nelle discoteche,nei parcheggi…
In Italia è cresciuta tanta gente violenta che è finita inevitabilmente negli stadi.
Si da spesso la colpa agli ultras della violenza e a volte è vero, ma non tutti gli ultras sono  violenti, ci sono tifosi che appartengono al tifo organizzato ma che vanno in  curcva solo per  tifare e basta.
Molti ultras vanno allo stadio a seguire la propria squadra,poi c’è chi esagera nel comportarsi.
I giornali a volte esagerano ingigantendo o cambiando la realtà riguardanti gli ultras.
La violentà che ancora c’è tra tifosi spesso sono per una mentalità sbagliata che hanno loro o  per ideologie politiche.
Per esempio qualche settimana fa ci sono stati degli scontri tra i tifosi della Lazio e del  Palermo,che sono di opposte fazioni politiche.

Cosa ne pensi del  ‘’tifo organizzato’’
? Che ne pensi delle contestazioni che qualche volta
fanno i tifosi contro le societá?
I tifosi sono prima coinvolti emotivamente dalla loro squadre e poi pagano anche per vederla,  secondo me se la contestazione é pacifica sono liberi di contestare.
In alcuni casi le contestazioni possono essere utili per dare una svegliata alla squadra in  momenti negativi.

Ci sono cose che condivido e alcune che non del tifo organizzato.
Per esempio non è giusto manifestare pensieri politici tramite il calcio.
Sono d’accordo sul punto che i gruppi di tifosi organizzati dovrebbero andare in mano a  persone più serie che non inseriscano la politica ed altro, ma che si interessino solo a far  cantare la curva.

Perchè in Italia si punta sui giocatori stranieri più che sugli italiani?
Cosa faresti per valorizzare i giovani calciatori italiani?

A volte vediamo intere squadre con calciatori stranieri,che è una cosa brutta. Spesso molti  stranieri che sono in Italia sono anche scarsi perciò sarebbe meglio far giocare gli italiani.
I calciatori italiani prima di tutto li farei giocare.
Abolirei la primavera perchè c’è troppa distanza tra la primavera e il calcio  professionistico,buona parte dei calciatori della primavera sono destinati a giocare in lega pro.
L’Italia dovrebbe adeguarsi ai principali campionati europei e mettere le seconde squadre.
Bisognerebbe mettere una regola per far giocare più italiani in serie A sotto i 24 anni per  valorizzare il nostro calcio.

_­_­_­_­_

Quale squadra tifi?

Juventus.

Sei contento dei risultati della tua squadra in questo campionato?

Come non potrei essere contento,abbiamo fatto una grandissima stagione e dopo l’inizio di  quest’anno non me lo aspettavo.

Qual’è il primo ricordo che hai della Juve?

Il primo ricordo,non so con certezza,ma mi viene in mente un amichevole giocata nell´estate  del 2007 nella quale la Juve perse ai calci di rigore. C´era ancora Belardi in porta, io odiato  quel portiere, adesso ripensando a quante gliene dicevo mi viene da ridere.
È uno dei primi ricordi che ho della Juve.

Fai parte di qualche club? E se no,cosa ne pensi dei club dei tifosi?

No.In passato sono andato in qualche fan club della Juve a seguire delle partite.
I club dei tifosi sono belli,è piacevole aggregarsi con altri tifosi della tua città a vedere le  partite insieme a loro.

Il momento più sconfortante nella tua vita da tifoso.

Penso i due settimi posti consecutivi della Juve di molti anni fa, o la sconfitta con il  Galatasaray.

Il luogo comune sul calcio che più odi?

In Italia c´é da quasi mezzo secolo il luogo comune che la Juve ruba e che ha sempre rubato,  purtroppo molti tifosi italiani non sono obbiettivi e ahimé neanche molti giornalisti che per  popolaritá o altro preferiscono sempre buttare fango a volontá sulla Juve.  Purtroppo questo  ha portato anche alla gente che non é molto interessata al calcio a pensare che la Juve vince  perché viene favorita dagli arbitri.
Il secondo luogo comune che mi da fastidio é quello che i calciatori sono tutti ignoranti, io  credo che anche fra i calciatori ci stanno gli ignoranti ma anche quelli che hanno studiato,  esattamente come tutti gli italiani, non mi piace generalizzare.

Fra un mese saranno 10 anni dallo scoppio di calciopoli, cosa ne pensi e come hai vissuto  quei momenti?

Io quei momenti non gli ho vissuti perché ancora non seguivo il calcio, non so se ritenermi  fortunato o meno, immagino quando sia stato doloroso per gli Juventini.
Calciopoli é scoppiata perché si sono incrociati degli interessi comuni fra molte persone  potenti che purtroppo non volevano il bene della Juve e dei suoi tifosi, il discorso é lungo e  complicato e se iniziamo a parlarne ne finiamo domattina. Dico solo che il tribunale di Napoli  non ha considerato alterati i due campionati.

Che ne pensi della nostra nazionale?
Purtroppo non é piú l´Italia di 10 anni fa,non abbiamo una nazionale di grande livello.

Secondo te,l’Italia che posizione può raggiungere ai prossimi Campionati Europei?

Credo che anche se non abbiamo una grande nazionale penso che comunque se ci  impegniamo,con un pò di fortuna,magari sfruttando qualche episodio favorevole,possiamo  arrivare ad ottimi traguardi.
Magari anche in semifinale.
Forse sono troppo ottimista.

Annunci

16 pensieri su “L’Angolino del Cricetino #04CALCIO

  1. bella disanima sullo sport nazionale! Mia cara i tempi dei pionieri sono finiti da tempo, il tempo del romanticismo del calcio all’oratorio pure, sono subentrati i bisness, et voilà tutto cambia col ruotare del mondo, ma i tifosi più o meno esagitati restano, e restano gli sfottò dei dopo partita, che quando questo è compiuto in forma ludica si continui pure a dire
    viva il pallone
    ( a proposoto io seguo appassionatamente la viola -per i non addetti ai lavori si legge FIORENTINA . alè

    Liked by 1 persona

  2. Molto interessante questa intervista, io non seguo il calcio e anzi se posso lo evito… La violenza negli stadi è un argomento vastissimo ma la colpa non è del calcio ma dei tifosi… chiaro é che dietro al calcio, così come dietro al mondo della televisione, girano tanti soldi… 😉

    Liked by 1 persona

    1. Secondo me molte persone lo evitano per i troppi pregiudizi che ci girano dietro,come la violenza, il business eccetera….
      Ma se lo prendi come sport a se,nella sua semplicità di sport di gruppo,non è male.
      Io almeno la prendo in questo modo,evitò di pensare a quelle cose che mettono dubbi,come d’altronde faccio con tutto nella mia vita XD
      Scrivere questo articolo mi ha portata a riflettere si ciò che lui diceva,e penso che… Ancora ci sto riflettendo..

      -Vale

      PS. Ho scritto il mio nome perche ho il presentimento che il Criceto vorrà commentare di persona ed è giusto differenziare la mia opinione ignorantella con la sua più esperta in ciò.

      Liked by 1 persona

      1. Sicuramente è giusto prenderlo come sport in sè, altrimenti sorgono i dubbi… È per gusti personali che non lo seguo, alla fin fine dietro ad ogni sport forse ci sono gli stessi problemi 😉

        Liked by 1 persona

      2. Ma si! Pensa al football in America, quanti soldi ci girano dietro o.O
        Se si pensa al Super Bowl (la più importante partita dell’anno del campionato do football americano) e a l’enormità di quell’evento capisci che i soldi non girano solo nel calcio.
        Penso che più o meno ogni stato ha uno sport nel quale investe di più.
        In Romania ad esempio investono sulla ginnastica artistica, perche è lo sport nazionale e ne vanno fieri.
        l’Italia investe nel calcio,che è lo sport nazionale, non so bene perche ma lo è… Qui dovrebbe dirmi il Criceto il motivo.

        Liked by 1 persona

  3. Bella intervista e belle e interessanti le risposte, ma anche i tuoi commenti, personalmente la penso come te, dovrebbe essere appoggiata e sostenuta anche l’atletica e la ginnastica in generale oltre al calcio.

    Liked by 1 persona

    1. Ma si dai,se non dai una palestra adeguata a Vanessa Ferrari per allenarsi come vuoi che ti vince una medaglia olimpica?
      Ai calciatori invece pagano anche le vacanze che è assurdo.
      Nella ginnastica artistica,come in altri sport,se non sei ricco di famiglia non riesci ad eccellere… Nel calcio anche se sei un poveraccio.. Se hai talento già supportano e ti fanno diventare straricco.
      E dovrebbe essere cosi per tutti! Non è che se uno ha talento nel calcio allora merita di diventar un grande mentre chi ha talento in altri sport non merita niente.

      Mi piace

      1. Perché sto calcio deve essere sport nazionale poi? Quando non abbiamo neanche una nazionale che si qualifica alle Olimpiadi?!?? E no,le Olimpiadi sono la rassegna sportiva più importante di sempre e se non abbiamo una nazionale di calcio che ci va sinceramente mi sembra una vergogna chiamare questo come sport nazionale.

        Mi piace

      2. Ormai poi l’Italia è diventata la patria del calcio,ma attenzione, del calcio straniero, non italiano.
        Qualche settimana fa in campionato c’è stata una partita senza nemmeno in italiano in campo! Possibile che tra 22 persone dovessero essere tutti stranieri? Ma dove siam? Sicuri che siamo in Italia? Ormai mi stanno stranierizzando anche il povero Buffon che è l’unico Vero italiano rimasto in campo per me,me lo stanno facendo diventare un marocchino.
        Per non parlar di come mi hanno accoppato Marchisio…che amarezza…

        Mi piace

  4. Credo che il calcio sia lo sport piú popolato in Italia per due motivi:
    Primo perché é facile da praticare, basta una una bottiglietta d´acqua vuota per giocare a calcio, e vi assicuro che anche con una semplice bottiglietta si possono disputare ottime partite 😉
    Secondo perché immagino che dopo che il calcio é arrivato in Italia ha subito riscontrato molta popolaritá e per questo alcuni industriali hanno investito in alcune squadre facendo crescere ancora di piú la popolaritá di questo gioco.
    Ormai il calcio fa parte di una parte d´ italiani, la passione e il tifo viene tramandata da generazione a generazione in molte famiglie e questo a contribuito a tenere la popolaritá di questo sport alta in Italia.

    Anche io credo che si dovrebbe investire di piú nello sport, sia nel calcio che in altri sport ma purtroppo da noi non si combina mai nulla di buono.

    -Criceto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...