Nonostante viva in una città,la domenica pomeriggio sia d’estate che d’inverno,qui è peggio che vivere in un paesino di provincia.

Non c’è anima viva in giro.
Le strade sono vuote,tranne che per qualcuno che torna a casa dal pranzo con i parenti.
Le macchine tutte parcheggiate,i motori freddi.



Io adoro uscire la domenica pomeriggio,sia d’inverno che d’estate.
Perchè ovviamente la presenza esigua di esseri umani sul mio cammino mi fa venire più voglia di camminare e mi fa sentire più tranquilla con me stessa.
E poi c’è sempre un che di misterioso nel camminare in una città vuota,puoi osservare quei dettagli che normalmente il caos di persone non ti permette di osservare.

Quest’inverno ho fatto molte passeggiate da sola,la domenica pomeriggio.
Sia perchè mi sentivo estremamente depressa e oppressa dentro casa a non far niente (perchè la domenica è la giornata più noiosa di tutte!) sia perchè mi piaceva poter dire che anche se voglio morire,mantengo un legame con il mondo esterno.
Raramente spezzo questo legame,anche se dentro sto morendo,è difficile che mi chiuda in casa per un tempo superiore a trenta giorni.
Sempre quest’inverno,mettevo su le cuffie,la musica,e me ne andavo in giro con il mio giubotto di pelle,le mani in tasca e percorrevo la lunga via del mio quartiere fino alla fine e poi al ritorno.
Mi perdevo in ragionamenti sconclusionati e pensieri orribili,a volte mi distraevo anche senza ascoltare la musica e finiva che sbattevo contro qualcuno o attraversavo la strada imprudemente.
Alla fine mi ero imposta la regola di prima di attraversare cerchi di spegnere questo cervello malato e calibri le distanze e i tempi per attraversare prudemente.
E questa regola ha funzionato tanto che sono diventata una fifona e non attraverso la strada se non quando non c’è neanche una macchina in vista,il che è molto raro in una città affollata per la maggior parte delle volte che si è costretti ad attraversare.
Però mi dico sempre che è meglio essere troppo prudenti e non il contrario,soprattutto nelle precarie condizioni in cui si trova la mia psiche e che potrebbe portarmi a buttarmi volontariamente sotto una macchina.
Certe volte l’ho quasi fatto,poi ho corso fino al marciapiede per salvarmi.
Altro che tappa,quando voglio divento una lepre,e corro veloce anche se ho le gambe corte.
Ancora quest’inverno,mi ritrovavo spesso a pensare a Francesco quando facevo queste lunghe passeggiate,e finiva che sospiravo ad ogni angolo sconsolata e la gente mi guardava strano.

Quest’estate invece,è appena iniziata,ed oggi ho fatto la mia prima passeggiata ufficiale della domenica pomeriggio.
Il sole non c’era,coperto da nuvoloni grigiastri che mi hanno permesso di passeggiare in un atmosfera umida,carica di elettricità e soprattutto tetra.
Quest’estate ho intenzione di non passeggiare completamente sola la domenica pomeriggio,perchè inizio ad aver paura a camminare per strada sola,e perciò ho chiesto l’intervento del Capitan Criceto,e lui mi ha prontamente fatto compagnia.
Credo passerò altre domeniche pomeriggio cosi,perchè almeno prendo un pò d’aria,non fresca ma sempre aria,e non vedo per un pò di tempo quelle faccie che mi circondano in casa.
Sarà interessante parlare con Francesco mentre cammino sola per strada,sicuramente è meno pericoloso che parlargli quando c’è tanta gente e mi distrae nell’attraversare o meno pericoloso che camminare completamente sola e intristita per una strada deserta.
La gente che mi vede parlare al telefono mi guarda,ma almeno non mi scambia per una drogata in giro in cerca di una dose,solo per una ragazzina eccentrica che ridacchia al telefono chiamando il ragazzo dall’altra parte della cornetta Criceto o peggio ancora Cucciolo di criceto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...