La storia della mia miopia

Frequentavo la seconda media,avevo dodici anni,quando iniziai a non vederci bene alla lavagna.
Io ero seduta all’ultima fila,ma capii subito che il problema era nei miei occhietti.
Perché? Perché a casa mia tutti portano gli occhiali,tutti,nessuno escluso.
Anzi,ero esclusa io,fino a dodici anni,poi anche io mi sono dovuta iscrivere al club dei non vedenti di casa mia.
Chi più,chi meno,tutti non ci vedevano alla perfezione a casa mia,perciò parlai subito con mio padre del fattaccio.
Lui prontamente mi prenotò una visita oculistica.

Cosi,pochi mesi dopo,con mia grande gioia,mio padre mi venne a prendere prima da scuola per portarmi a fare la visita oculistica a Tamburi.
Il dottore era un vecchiaccio sull’ottantina,ma molto scrupoloso e gentile.
Mi fece qualche domanda,poi guardò dentro i miei occhi tramite quei due telescopi,che credo di aver capito uno serve per diagnosticare l’astigmatismo e l’altro la miopia.
L’astigmatismo è quando un tizio non vede da vicino.
La miopia quando un tizietto non vede da lontano.
Di soluzioni ce ne sono tre.
Portare gli occhiali. Portare le lenti a contatto.
O farsi l’operazione agli occhi per aggiustare in difetto della vista.

A me personalmente,a dodici anni,mancavano 0,75 gradi per occhio,di miopia ovviamente.
Mio padre mi fece fare gli occhiali. Una montatura come quelle che c’erano allora,rettangolari. Erano lilla,perché per una ragazzina secondo lui lilla andavano bene. A me sembravano da bambina ma visto che bambina ero accettai il lilla.
Avevo anche una cordicella,perché non dovevo portarli sempre,ma solo a scuola quando dovevo vedere alla lavagna.
Cosi aveva sentenziato l’oculista,sette anni fa.

Adesso invece,sette anni dopo,ha sentenziato che «Devi metterli sempre,se vuoi vedere».
Nel frattempo cosa è successo? Non ho messo gli occhiali per sette anni.
Li ho odiati perché mi hanno fatto uscire una gobbetta sul naso,l’unica cosa che prima degli occhiali consideravo perfetta di me stessa.
Allora non gli ho messi più incolpandoli di avermi rovinata per sempre.
Non sono mai insultata perché avevo gli occhiali a scuola,ma ci pensavo da sola ad insultarmi.
Mi stavano male,sembravo la dottoressa degli animali,quella del cartone animato.
E quindi non li ho messi per sette anni,precludendomi la possibilità di vedere il mondo e vivere una vita al 100%.
Perché diciamocelo chiaramente,se uno non ci vede bene,non vive una vita al 100%.
La vista è tra i cinque sensi il più importante per me,soprattutto perché ho capito in questi anni quanto mi è mancata.

Adesso scrivo al computer con i miei nuovi occhiali.
Le lettere sono tutte nitide e perfette,un miracolo divino.
Se mi volto e guardo mia madre mi appare chiara,e più magra di quanto la vedessi prima.
I numeri sull’orologio verde sono perfetti,i contorni nettissimi.

La visita oculistica di qualche giorno fa è stata imbarazzante,ho dovuto ammettere il mio grandissimo errore.
Ma porvi rimedio mi fa sentire meglio,sento che sto facendo progressi.
Se me l’aveste chiesto un paio di anni fa di mettere gli occhiali vi avrei risposto «No! Preferisco non vedere niente,tanto il mondo fa schifo!».
Invece adesso non la penso più cosi.

Ieri per la prima volta ho visto le nuvole.
Non me le ricordavo cosi belle. Sembravano batuffoli di zucchero filato.
Non voglio più precludermi la possibilità di vedere le poche cose belle che ci sono a questo mondo,perciò non toglierò più gli occhiali.

Ah,adesso mi mancano 2,75 gradi per occhio.
Insomma…senza occhiali sono proprio una talpa.

image

Ho comprato degli occhiali quadrati,come vanno di moda adesso,e neri perché non posso immaginare di averli di altro colore.
Mio padre già stava dicendo alla signorina dell’ottica di prendere una montatura fucsia ma io l’ho guardato male e ho detto «Nero,solo nero».
Non sono più una bambina che ha bisogno degli occhiali lilla.
Adesso ho diciannove anni,ho capito quanto è importante per me la vista,e porterò gli occhiali neri finché non mi verrà un colpo di testa e ne comprerò un paio verdi fosforescenti.

Mi dicono tutti che sto bene con gli occhiali,persino Francesco l’ha detto.
Ha persino detto che vuole comprarseli come i miei,visto che anche lui è mezzo cieco come me e porta gli occhiali.
La sua è un altra storia interessante.
Anche lui ha iniziato a non vederci a dodici anni,ma a differenza di come ho fatto io,ha sempre messo gli occhiali.
Solo che ha passato cosi tanto tempo attaccato al computer che la sua vista è peggiorata comunque durante l’adolescenza.
Ma dalla regia mi dicono che durante l’adolescenza questi problemi crescono proporzionalmente con la persona.
Cacchio,io non ho sono cresciuta molto in altezza,la mia miopia si è fregata tutta la crescita!!

Annunci

33 risposte a "La storia della mia miopia"

  1. Dovrei metterli anch’io 🙈 in molti dicono che gli occhiali, su di una donna, rendono più attraenti… tant’è che c’è chi li mette per moda 😂 . In ogni caso, per il momento che bon guido, continuerò a declinare l’invito…

    Piace a 1 persona

      1. Ahaha per moda sì! Mha, va’ a capirli 😂 .
        Ho scoperto di non vederci ad un occhio per pura casualità: ero alle medie, la compagna di banco mi dice “sai fare l’occhiolino?”, e io “sì”… e lei, fammi vedere…. 😐 dramma! Chiudo un occhio e guardando da lontano vedo sfocato! Ed ero alle medie… oggi, a 21 anni, è da entrambi gli occhi che non vedo bene da lontano, è la fine quando sono per strada e cala la sera 😂 … si vede però che devo peggiorare ancora, visto che riesco a vederci bene fino ad una distanza di una mano tra gli occhi e lo schermo del telefono…😀😂

        Piace a 1 persona

  2. Ci piace leggerti così positiva e allegra 😊 e purtroppo anche io non vedo da lontano e odio gli occhiali ma per mia fortuna, nonostante non li porto e trascorro parecchio tempo al pc, non è peggiorato 😉 o almeno così mi fu detto circa 4-5 anni fa

    Piace a 1 persona

      1. E fai benissimo. Ah, anche a me hanno un causato una gobbetta al naso poiché ho scoperto di avere il problema agli occhi a 8 anni ed ovviamente la gobbetta l’ho notata parecchi anni dopo. Possiamo dire che la mia antipatia per gli occhiali è più per scomodità che per il difetto estetico… ricordo che avvertivo la pressione sul naso e non riuscivo a sopportarla.

        Piace a 1 persona

      2. Forse però dipendeva anche dal tipo di occhiali.
        Adesso li fanno in un materiale abbastanza leggero e che non da pressioni sul naso.
        Prima ricordo che ci mettevano quelle due “alette” proprio vicino al naso che effettivamente davano fastidio,per fortuna le hanno tolte.

        Piace a 1 persona

  3. Piacere, sono miope e astigmatica, porto gli occhiali dal primo anno di scuola materna, e ti capisco da morire! Da cinque anni sono passata alle lenti a contatto, e il mio aspetto l’ho accettato, apprezzato, con e senza occhiali… ah, ovviamente occhiali neri 😆

    Piace a 2 people

Rispondi a Aria Mich Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...