Ossessione Pidocchi

Ho sempre avuto molte ossessioni.

Una delle più strane e ossessionanti è quella per i pidocchi.

Li conoscete? Beh,chi non li conosce.

Io li conosco di persona.

 


 

 

M’hanno salutato i loro artigli malefici e m’hanno detto: «Ci vediamo presto,Valentina!» «Un salto e creiamo un piccolo paesello sulla tua testa!».

Sapete che gli ho risposto io?

Prima di tutto ho fatto un gestaccio e poi gli ho detto:

«Mai! Mai!» «Mi strappo tutti i capelli,ma voi qua non ci dovete stare,Mai!».

Avevo dieci anni quando parlavo con i pidocchi.

Adesso ne ho quasi venti,per fortuna non ci posso più parlare con quelle bestiacce.

Ma ancora mi incutono terrore.

C’era una volta…

No,non c’era una principessa.

C’erano una volta…

…dei pidocchi sulla testa della mia migliore amica e compagna di banco.

Andavo a scuola elementare quando furono distribuiti degli opuscoli sulla pediculosi a tutti noi bambini,con l’intervento della maestra che raccomandava di farli vedere alle mamme e ai papà.

image

Questo è un argomento che spesso viene fuori quando si ha un bambino che va a scuola,perciò io a casa ne avevo già sentito parlare.

Storie terrificanti.

Io che già soffrivo di allergia sulla cute ed ero costretta a lavare i capelli con lo shampoo della farmacia altrimenti mi uscivano le fastidiose e pruriginose crosticine,avevo già iniziato a sviluppare un intenso odio verso i miei capelli.

Il pensiero che degli esseri potessero venire a farci casa in testa a me,m’ha sempre ossessionato.

Cazzo,no. Non li voglio. Che schifo. Non sono sporcacciona io che devo avere dei cosi che vivono sulla mia testa.

Mia madre mi ripeteva che i pidocchi saltano su tutte le teste,fottuti campioni olimpici,soprattutto su quelle pulite.

No,che cazzo me ne frega a me.

I pidocchi sono cose da sporcaccioni ed io non li voglio.

Lo so,sono cattiva.

A casa se la prendevano quando dicevo queste cose,perché loro li avevano avuti i pidocchi in testa.

Che schifo,dicevo io.

Mia madre pure più di una volta.

«Che schifo Grà,da te non me lo aspettavo» le dicevo e le dico io.

Forse è ossessionata dalla pulizia proprio per questo.

Chissà. I traumi infantili.

Fatto sta che dopo aver visto quei disegnini terrificanti su quell’opuscolo mi spaventai ancora di più.

Da quel giorno ho iniziato a guardare in testa a tutti.

E non ho più smesso,ho ancora questo involontario vizio.

È paura. Paura di essere assediati.

Io quei cosi in testa…NON LI VOGLIO!

Poi è arrivato il giorno che li ho visti,ci siamo affrontati faccia a faccia.

Li ho visti camminare tra i capelli lunghissimi della mia amica Michelle.

Ho sentito le gambe venirmi meno anche se ero seduta,ed ho sgranato gli occhi cosi terrorizzata che anche lei che era di poche parole mi chiese «Che hai Vale?».

Ho fatto finta di niente. Poi quando sono tornata a casa l’ho detto piangendo a mamma e a mia sorella.

Il giorno dopo -cazzo,lo ricordo come fosse stato ieri- siamo andate tutte e tre a parlare con la maestra.

Le descrissi quello che avevo visto,e mia madre raccontò di come loro conoscevano sti piccoli mostri.

Quasi la minacciò la maestra. Mi dovevano cambiare di banco e assolutamente parlare con la mamma di Michelle,perché la mia di mamma non voleva combattere di nuovo contro quelle bestie.

Ed io non le volevo assolutamente in testa.

Cosi fui spostata di nuovo accanto a Frankie,la maestra era tanto meravigliata dalla mia vista fine che mi fece perfino scegliere dove stare seduta.

Col cazzo che mi sedevo accanto a Fiammetta,quella pure era amica di Michelle. Ed io quei cosi che saltellavano da na testa all’altra fino alla mia…non li volevo proprio.

Non dissi mai niente a nessuno.

Parlavo ancora con Michelle,ma le stavo lontana e le fissavo sempre la testa spaventata.

Neanche Frankie l’ha mai saputo a scuola elementare di quel fatto là.

Gli controllavo ogni mattina i capelli appena arrivavamo in classe.

Lui lo prendeva come un gesto d’affetto che gli accarezzassi la testa e faceva il bambino coccoloso,io ero sempre in allerta.

La scuola elementare poi è finita.

Io non mi sono beccata i pidocchi.

Ma la storia non è finita.

Io andai in una scuola media,Michelle in un altra.

Sfortuna delle sfortune,Fra finì nella sua stessa classe.

Perciò quando ci vedevamo io gli controllavo sempre la testa.

Alla fine si iniziò ad insospettire sia lui che sua madre,e vuotai il sacco.

Già Fra non andava spesso a scuola,ma dopo quella cosa non ci andò per due mesi di fila.

Stava sotto le coperte e spaventato dalle mie terrificanti storie sui pidocchi finiva pure a piangere.

E menomale che è stato a casa! L’ho salvato,gente!

Mia sorella fa la parrucchiera.

Venne chiamata da una tizia che conosceva,la figlia andava in classe con Michelle.

Si erano presi tutti i pidocchi.

Tutta la classe era stata infestata.

La madre di Fra per ringraziarmi mi regalò un altro bel pacco di biscotti,e disse a mia madre che aveva una figlia d’oro.

Quando tornò a scuola lei non c’era.

La vedemmo un pomeriggio che stavamo andando a casa mia,aveva i capelli cortissimi.

Frankie parlava poco ma ascoltava molto,come me d’altronde.

Quando tornò a scuola venne a sapere tutta la storia.

Pare che Michelle avesse preso sti maledetti pidocchi dal suo fidanzatino,e dopo sta storia si erano lasciati.

Io che ero una bacchettona,e pensavo mentre lei a nove anni mi raccontava del bambino che sbaciucchiava,adesso pensavo che era stata punita dagli dei dell’Olimpo.

Vabbè,cazzate.

Se fossi stata una bambina normale come le mie compagnette forse anche io avrei avuto il fidanzatino.

Invece avevo solo Frankie che mi ossessionava con i My Chemical Romance e gli Avenged Sevenfold ogni giorno.

Solo si fa per dire.

Lui valeva più di tutti quei pidocchiosi bambini.

Lui ha sempre avuto un valore immenso,per me.

 

 


 

Ho saputo che all’asilo di mia nipote girano i pidocchi.

Non solo non le farò entrare in casa a lei e mia sorella senza prima averle controllate in testa,ma se si prendono i pidocchi almeno per un anno a me non mi vedono.

Chiudo la camera con le sbarre di ferro,non si entra qua se sei appena stata spidocchiata.

33 risposte a "Ossessione Pidocchi"

  1. Ti capisco, sono fastidiosi e schifosi, ma per fortuna adesso non c’è più bisogno di tagliarsi i capelli, e a periodi nelle scuole si sparge ancora l’epidemia, ma non è data dallo sporco….

    Piace a 1 persona

  2. Il miglior rimedio contro le paure è affrontarle, non evitarle. Se non sbaglio gli psicologi la chiamano terapia d’urto. Io ho sempre avuto paura dei cani. Da 20 anni convivo con loro. E ti posso garantire che la paura che avevo era solo nella mia testa e non altrove. Ciao

    Piace a 2 people

  3. Io sono passata dal terrore dei pidocchi a quello per le pulci, dopo che i demoni pelosi della mia coinquilina hanno infestato il divano di casa, la Puffola e perfino il mio letto.
    Siamo sopravvissute, ma sono serviti due traslochi (avrei traslocato comunque), tanti mesi e tanti antiparassitari per riuscire a debellarle del tutto.
    Quando l’Alien andrà all’asilo… beh facciamo che ci penso quando sarà il momento, sennò do di matto. Speriamo avrà una vista buona come la tua!

    Piace a 1 persona

      1. Beh dai, devo dire che con un po’ di attenzione le pulci è praticamente impossibile che arrivino.
        Certo se non metti l’antiparassitario ai gatti, li fai uscire in una campagna piena di animali e poi li fai dormire ovunque in casa… una volta che te ne accorgi è già troppo tardi! (E il bello quella volta è stato il commento: “Non è possibile che siano i miei gatti ad avere le pulci. Sarà stato il tuo cane. I gatti sono puliti” E i gatti si grattavano come dei disperati).
        Comunque le tartarughe non li prendono i pidocchi! 😂 Almeno quello no!

        Piace a 1 persona

  4. Mai avuti i pidocchi, alle elementari forse non avevo nemmeno coscienza di che cosa fossero… passano le medie… al liceo, in quinta, scopro che una mia amica li ha trovati sulla sua testa, a me prende il panico, inizio a immaginare la parrucchiera con le forbici a tagliare i miei amati capelli, corro con mia madre in farmacia, 60 euro di kit antipidocchi… e non é mai successo niente 😂
    In ogni caso, se passi da me c’è un Tag per te 😉

    Piace a 1 persona

  5. Oddio🤣🤣🤣
    Li ho conosciuti da vicino. Eccome!
    Con mia figlia è stata un’odissea.
    Shampi, oli essenziali, lavaggi frequenti di lenzuola, cuscini, un sacco di soldi spesi in Farmacia, etc…
    A pensarci mi metterei a piangere! Una volta me li son beccata pure io😩. Odiavo pensare a quei “cosi “.
    Sono andata a scuola.
    Mi sono lamentata con le insegnanti. Com’era possibile?
    Lei andava a scuola e non aveva più niente e dopo un mese, eccoli ricomparire!
    Che diamine.
    Poi un giorno ho visto la testa di una sua compagna che era venuta a casa nostra. A momenti svengo.
    Un macello!
    Ho chiamato sua madre e le ho detto che la figlia, secondo me, aveva i pidocchi.
    Mi disse che era strano.
    Strano un corno! Era piena.
    Ma negare l’evidenza, mi ha fatto proprio incacchiare😤.
    Grazie a Dio, son anni , che non li vedo.
    Al solo pensiero, rabbrividisco.
    Notte Vale.
    Un bacione💫😘

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...