My Holiday

Inizio: 1 Giugno 2018

L’alba dopo gli esami!
Vacanza! Holiday for Tappetta! 🍉 🌴

•♬•♫• Guitar,reading and relax •♫•♬•

Le mie lunghe e atipiche vacanze estive sono partite alla grande.
Gli esami erano andati bene,l’ansia era terminata.
Avevo fatto il mio dovere.
Ora potevo fare il mio piacere.
Ovvero,come da programma,rintanarmi in casa lontana dal sole,a leggere,suonare la chitarra e scrivere.
E i primi giorni i miei programmi andavano alla grandissima.
Avevo ripreso a suonare la chitarra ad un ritmo cosi positivo che quasi il mio sogno di diventare una rockstar sembrava più concreto che mai.
Mi sentivo in pace con me stessa e con Frank,eravamo vicini e felici entrambi per i miei passi avanti verso i nostri sogni comuni.
Leggevo come sempre,come gli ultimi giorni di Maggio intrinseco di studio non mi avevavo permesso di fare.
Studiavo. Si,piccoli esercizi per rimanere sveglia.
Scrivevo per i blog,come sempre.

Poi è arrivato il fulmine a ciel sereno.
Quello che ha spezzato l’equilibrio tranquillo e da me amato della mia estate da solitaria psycho nerd chitarrista.

Questo slideshow richiede JavaScript.

•*´¨`*•.¸Centro Diurno and Caos¸.•*´¨`*•

Una settimana prima che compissi vent’anni,sono stata inserita al centro diurno.
Ero felice e un pò emozionata per la nuova avventura.
Mi aspettavo di tutto e di niente.
Ma non ciò che è stato,ciò che è accaduto.

Un sacco di cose,di gite,di uscite.
Gita= Fuori regione.
Uscita= Nella provincia.
Io sono ancora in confusione.
Per me sono tutte uscite.
Cazzo cambia,vabbè.
Il linguaggio del centro mi è ancora incomprensibile.
Io sono la ventiqualcosa utente del centro.
Siamo parecchi,e dopo quasi un estate tra quelle mura ancora non li conosco tutti.
Forse alcuni vanno in ferie d’estate.
Ferie da psycho,beati loro.
Io le mie ferie da psycho ho dovuto viverle al centro.
Il giorno che facevo vent’anni ho fatto la mia prima gita col centro.
Siamo andati a Sapri,e a vedere le Cascate dei Capelli di Venere.
Molto. Tutto. Bello.
Peccato che per me il 30 Giugno è sempre una giornata di merda quindi più di tanto non sono riuscita a svagarmi.
Quel giorno però,posso ammettere di aver capito una cosa.
Dopo otto ore in macchina al fianco di una persona o capisci che la odi a morte,o che ti piace.
Io la seconda,e accanto avevo Dami.

Poi mi hanno mandata al mare.
Dovevo superare la mia paura per l’acqua e tutto il disagio dello spogliarmi in costume in mezzo al mondo intero che mi guardava e giudicava.
Ho trovato un compromesso per le mie esigenze,però le cicatrici sulle gambe si vedevano sempre e comunque.
Nessuno le ha notate,io cercavo loro di farle notare,ma nessuno ha detto niente.
Ho fatto il bagno nell’acqua di mare,sempre puzzolente di sale e infima.
Non sono caduta,ne scivolata nell’acqua come quando avevo otto anni e mio fratello mi aveva lasciato la mano.
Questa volta nessuno mi ha lasciato la mano.
Sta volta se ho lasciato la mano di qualcuno sono stata in grado di stare in piedi da sola.
Ma comunque ho scoperto di odiare il mare.
Bellissimo da guardare. Per carità oh.
Affascinante anche il suo rumore boomerang.
Ma noioso.
Sotto l’ombrellone grondavo sudore e non mi divertivo per niente.
Perciò ho deciso di non andarci più al mare dopo un paio di mesi.
Ci sono andata tutte quelle volte più che altro per Stefy,che ormai si era affezionata a me e mi voleva con se.
Facevamo qualche capatina a trovare mio padre che lavorava due lidi più in là,questo mi confortava un pochetto.
Ma per il resto,il mare fa schifo.
Anche se ti fai la doccia lì,torni a casa comunque piena di sabbia,e che schifo.
Mi sentivo costantemente sporca,ed odio questa sensazione.
Ma nessuno può dirmi che non ci ho provato,che sono una fifona.
Un operatrice anche mi ha detto che mi trova coraggiosa,io le ho detto che sono semplicemente incosciente ma ha insistito.
Come vuoi.
Io sono incosciente invece.

Ad Agosto ci hanno portati all’acquapark di proprietà di Albano o del fratello.
Quello che comunque si chiama Carrisiland.
Bello,si,pieno di piscine,scivoli e acqua.
Acqua.
Gente mezza nuda come al mare.
Ma.

Quel giorno mi sono divertita,anche se per un attimo ho deciso di non essere incosciente e non buttarmi dagli scivolti dato che avevo un bel dolore al collo da vari giorni.
Ti dico solo,blog,che mentre scrivo ancora mi fa male il collo,quindi si,ho fatto bene a non essere incosciente quel giorno altrimenti probabilmente sarei finita in ospedale.
Mi sono divertita a schizzare acqua addosso a Dami,a Francesco (che quel giorno usavo come bersaglio immaginando nella mia testa che fosse un altro Francesco -ormai con tutti sti Franceschi diventerò pazza-).

La settimana prima dell’acquapark siamo andati in gita a Metaponto e a Policoro.
Che giornata disastrosa.
È iniziata benissimo.
Come da compito che mi avevano dato,ho imparato delle cose sulle Tavole Palatine (dato che non c’era alcuna guida lì) e ho parlato al gruppo mentre osservavamo queste antiche colonne doriche.
Mi sono quasi commossa e lasciamo stare,il mio antico spirito greco ha preso quasi il sopravvento su di me.
Poi siamo andati al Parco Archeologico,e al Museo (nel quale ho individuato orecchini che ci sono anche nel Museo della nostra città facendo cosi capire una volta per tutte alle operatrici che tutto sono fuorchè ignorante).
Nel pomeriggio siamo andati all’Oasi del WWF a Policoro.
C’erano delle turte! Tante turte!
E forse è stata la cosa più bella di tutta l’estate vedere quelle adorabili creature amorevoli.
Me le porto dentro. E mi sono portata anche un souvenir,cazzo non potevo non portarmelo un ricordo.

Un pomeriggio eravamo rimasti in quattro e l’operatrice di turno ci ha portati in Città Vecchia.
È stata una passeggiata bella,abbastanza tranquilla e affascinante.
Per fortuna non era inverno,altrimenti in quelle viuzze si muore dalla puzza di fagioli.
Ma la vecchia cozza tarantina che parolacciava dal balcone non mancava.
I gattini adorabili che in pratica fanno parte della vita di quelle vie.
L’Università nostra,che là sta,e che forse un giorno vedrò molto spesso.
Chissà.
Bella passeggiata comunque.
Meglio pochi ma buoni.

Tra una gita e un bagno a mare,ho trovato un pò di tempo anche per farmi i fatti miei quest’estate.
Ho letto Divorare il cielo,che mi ha divorato il cuore,e ho visto pure il tizio bello bello che l’ha scritto.
E mi ha anche detto Grazie.
Paolo Giordano mi ha detto «Grazie» quando mi ha restituito il libro autografato.
Ma che creatura adorabile è?

Ho visto la mostra fotografica su Kurt Cobain nel nostro Museo.
L’ho rigirato perdendomi davvero nei meandri dei corridoi e del passato.

E sono andata a Bari con my sister.
Ho visto le Università,riflettuto sul mio futuro.
Ho visto la sua laurea,una coltellata di felicità anche per me.
Amo quella donna immensamente colta.
Ed ho visto una libreria dell’usato cosi bella che quasi io e mia sorella ci stavamo trasferendo al suo interno,anche se piccolo e afoso.

Quest’estate ho visto molto di meno del solito mia sorella Laura e mia nipote.
Le vedevo di rado quando tornavo dal centro diurno.
I nostri rapporti sono migliorati.
Meno tempo,ma di migliore qualità.
Cazzo,è proprio vero oh.
Contenta.

L’estate 2018 è quella nella quale da vent’anni a questa parte ho mangiato più gelati che mai.
A me non piacciono molto,ma devo dire che quest’estate mi sono nutrita al 40% di gelati e per l’altro 60% di acqua e thè freddo.

Quest’estate credo di aver trovato un anima a me affine.
Una ragazza che è più grande di me quasi di dieci anni,ma sembra identica a me.
La mia piccola tigre.
Quanto è forte.
Mi farà impazzire.
Ma spero di non farle del male con la mia insicurezza.

No,questa non è stata l’estate in cui mi sono ubriacata come fanno quelli della mia età.
Ma questa è stata l’estate in cui ho avuto un altro trip mentale.
Casino e caldo che hanno squagliato per qualche giorno a caso la mia mente e mi hanno resa quasi a vegetale.
Non è facile.
È sempre la stessa fottuta battaglia.
Lo sappiamo.
E cerchiamo sempre di combatterla.
Anche sotto al sole e l’ombrellone.

Ho avuto la febbre e il mal di gola.

Fine: 31 Agosto 2018


Benfinita estate!

Autunno,come on! 🍁

I love you,so much ❤

Annunci

17 risposte a "My Holiday"

    1. Bella no. Ma per me. Per qualcun altro sarebbe stata molto bella.
      Io sono io però,e mi tengo anche i ricordi cosi cosi,mi fanno esperienza (sto diventando una dialettale xD)
      Anche a te in bocca al lupo per gli impegni autunnali!
      Io ne ho scritto,quando riesco pubblico il mio personale #BackToSchool…non ti rivelo altro però,troppi spoiler.
      Beh,un abbraccio cara 😉

      Piace a 1 persona

    1. Io sono un cespuglio tesoro mio.
      A me piace la natura,il verde più verde che c’è.
      Non quella lurida e appiccicosa sabbia schifosa.
      Da guardare è bella,ma quando la devi staccare dalle gambe sudate non è un bell’affare amico mio,te lo assicuro.
      Poi siamo tutti diversi,c’è chi prova gusto a inerpicarsi tra la boscaglia e chi a pulirsi dalla sabbia.
      tvb

      Piace a 1 persona

      1. Si, e’ un ormone.
        Io ti avevo detto della tiroide ma tu mi hai detto che era ok…
        Magari e’ stress.
        Anche lo stress la fa alzare.
        Parlane con l’endocrinologo.
        Vedrai che non e’ nulla.
        Sara’ una cosa passeggera.
        Poi quando sai qualcosa fammi sapere*
        Kiss

        Piace a 1 persona

      2. Ricordo che anni fa mi avevano fatto tipo un ecografia (non so se si chiama cosi) sul collo o dietro,boh…dicevano che controllavano la tiroide…poi stavo in ospedale tutta imbottita di medicinali e non ricordo granchè.
        Ti farò sapere comunque.
        Kiss Kiss ❤

        Piace a 1 persona

Rispondi a silvia Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...