La meccanica del mio cuore

Sono un inganno umano che aspira a diventare un uomo senza inganni.

                                   –La meccanica del cuore,Mathias Malzieu

Questo è ciò a cui aspiro anche io.
Diventare una donna senza inganni.
Invece continuo,involontariamente,a sentirmi un inganno umano.
Come Little Jack,che ha un orologio nel petto,sono un inganno anche io.

Mi chiedo: Se Jack,pieno di passione,dolci sogni infantili e amore,non è riuscito a tenere il suo cuore puro,come posso io?

la meccanica del cuore 2

Tralasciando che ormai non è più puro il mio cuore.
Ne tecnicamente ne favolisticamente.
Ormai ho amato,sono stata consunta dalla forza dell’amore,della passione e della distruzione che poi si sono portate appresso come se fossero tutte parti della stessa band.
Il mio cuore ha danzato il flamenco.

Little Jack è cosi cuccioloso,è dolce e sogna l’impossibile anche quando ormai è cresciuto.
Io sono un pò meno innocente e sognatrice ora.
Eppure avevamo lo stesso obbiettivo.
Essere sinceri e perfetti nell’amore.

Non ci siamo riusciti.

La sua meccanica del cuore è andata in pezzi,ma non per colpe meccaniche,ma per colpa sua.
Il mio cuore è stato trafitto,pugnalato e dilaniato,ma non per colpa d’altri,per colpa mia.

Credo troppo nell’amare persone che non se ne fottono uno stracazzo di me.
Credo troppo nel tenere a distanza persone che invece potrebbero essere un mondo migliore.
Ho paura di rapportarmi con persone culturalmente più elevate di me,non potrei mai amare serenamente una persona del genere.
Preferisco sciacciare sotto i piedi della mia solida cultura coloro che non sanno niente di nulla e nessuno.
Adoro la sensazione di appagamento che mi da la soddisfazione dell’intelletto.
Dato che l’appagamento dei sensi nella mia vita è meglio arrivi il più tardi possibile,se mai vorrò arrivi,mi trastullo con la mia intelligenza e la mia furbizia.
Da quando vado al centro diurno mi sento in mezzo ad un mare di pescetti,ed io sono il pesce cane.
Lo squalo.
Combatto contro di loro ogni giorno per umiliarli del profondo delle loro non conoscenze,ma loro sono impassibili.
Solo con S. riesco ad arrivare allo scontro,perchè lei ha una cultura pari alla mia.
Il ragazzo con gli occhi verdi,superficialotto e fissato con l’abbigliamento firmato,adoro bacchettarlo con le mie lezioni sulla lotta di classe e gli ripeto spesso la frase «Non fare troppo l’alto borghese che non vai d’accordo con me cosi»,ed è vero.
Odio il suo vantarsi dei nuovi pantaloni di tuta firmati,odio il suo sprezzare soldi con incuria.
Odio il suo offrire caffè solo a chi gli fa simpatia,e solo a maschi.
Con il mio amico (forse ex ormai,era inevitabile che ci allontanassimo) P. ho duramente lottato contro le sue teorie maschiliste e antiquate frutto della non conoscenza.
Gli ho spiegato,gli ho raccontato,ma è rimasto fermo sul suo punto.
Ed io su quel punto non potevo che rimanere irremovibile sulla mia opinione.
Non mi posso sentir dire «Ma tu se trovi un marito non hai bisogno di lavorare».
È una frase da bruciare per intera.
E quindi si,sono forte e testarda,non posso accettare la carezza di una persona altoborghese perchè mi fa venire il ribrezzo.
Questo ho scoperto da quando vado al centro diurno,sulla mia meccanica del cuore.

Il mio cuore pensavo fosse semplice.
Amava una persona,l’ha sempre amata,e sono certa l’amerà per sempre.
Poi questa persona è venuta meno.
Se ne è aggiunta una sopra,ma che non mi vuole.
Mentre io cerco di farmi una ragione della mancanza del mio primo amore,cerco anche di togliermi l’ossessione del secondo dato che è davvero inutile.
È un traditore seriale. Ti tradisce in tutto lui.
È sporco e bugiardo. Si nasconde dietro vestiti per bene ma io ho visto cosa c’è nella sua anima.
Il Punk mi ha detto che devo rassegnarmi,ed ha ragione,sono anni che lo dico anche io ma alla fine faccio sempre l’opposto.
Mi do una nuova speranza.
Mi appiglio a qualcosa.
Perchè?
Perchè sono che se cadessi di nuovo nel vuoto di quell’amore che non c’è più,ne morirei.
Non ho ancora,e forse l’avrò mai,la forza di sopravvivere.

La meccanica del cuore.JPG

Io sono come un contenitore,funziono cosi.
Se non c’è un pò d’amore in me,si spegne tutto.
Muoio.
E allora al mio cuore spaventato dal buio si aggiunge la mia mente terrorizzata dal vuoto,che mi fa continuare a pensare al Tedesco per non rimanere sola in quel infinito buco nero.
Al tempo stesso inizio ad accorgermi di non essere cosi tollerante nei confronti degli altri maschi.
Pensavo avrei accettato chiunque,invece non riesco ad accettare nessuno.
Quello inizia a farmi schifo perchè è un riccone,quell’altro perchè è troppo silenzioso,quell’altro ancora perchè è troppo psicopatico.
Nessuno è perfetto. Nessuno di loro è nemmeno sopportabile.

Non sento di avere la forza di strapparmi il cuore dal petto come se fosse un orologio e darlo in mano ad uno di sti tizi.
No,che cazzo,no.
Chi cavolo li conosce,non posso dare loro il mio sentimento più nobile e forte.
Cadrei in ginocchio e mi strapperei il cuore dal petto per quel bastardo che sta in Germania,ma non so più il perchè.
Lo amo perchè non ho altre scelte,perchè non voglio il vuoto.
Eppure sento che si sta sgretolando tutto.
E quando non rimarrà che la polvere di lui,io sarò sola e terrorizzata.

La mia mente non reggerà tutto questo.
La mia mente non ballerà la breakdance ancora a lungo.

La meccanica del mio cuore si fermerà,e nessun cucù potrà riaggiustarla.

 

 

Tais-toi mon coeur. Je ne te reconnais pas
Tais-toi mon coeur. Je ne te reconnais pas
Écoutes moi. Je ne te reconnais pas
Tais-toi mon coeur. Je ne te reconnais pas
Écoutes moi. Je ne te reconnais pas
Oh, tais-toi mon coeur. Je ne te reconnais pas
Tais-toi mon coeur. Je ne te reconnais pas
Oh, tais-toi mon coeur. Je ne te reconnais pas,
Je ne te reconnais pas

–Da “Tais-toi mon coeur”, Dionysos
(il cui cantante è Mathias Malzieu)

 

 


Oltre ad essere le mie solite considerazioni personali sulla mia vita,questo articolo vuole essere un omaggio a questo meraviglioso libro che ho letto grazie ad un dottore lettore che ha capito i miei gusti e me lo ha regalato.
Lo volevo leggere da molto tempo.

8 risposte a "La meccanica del mio cuore"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...