Non Mancarsi

Ieri sera mi ha detto che doveva dirmi una cosa.
Per alcuni interminabili attimi sono stata nel panico più completo.
Era la prima volta che per colpa sua andavo in ansia in questo modo.
Di solito sono le parole di France a farmi fermare il cuore e partire il pianto disperato.
Le sue parole,comunque,anche questa volta,non mi hanno fatta piangere.
Questo è un punto a suo favore,anche questa volta.
Guadagna sempre punti sto bastardo,non ci posso credere.

L'unica cosa buona che ho fatto in vita mia è stato non Mancarti

 

E cosa doveva dirmi?
Mi ha detto che mi ama un pò di più di prima,a bassa voce,come se fosse un segreto tra me e lui.
Io me lo sono immaginato con la sua faccia da cucciolo spaventato,pochi metri fuori casa mia,nella sua camera,e ho chiuso gli occhi.
Ci mancava solo questa. Mo che significa?
Gli ho chiesto di argomentare. Non c’era molto da dire.
Ha detto «È un problema?».
Non lo è mai.
«Assolutamente» «Dobbiamo trovare una soluzione» ho risposto io.
Quando sono rimasta sola nella mia camera mi sono messa a camminare avanti e indietro parlando con lui e cercando una soluzione.
Alla fine,stremata dal raffreddore e il cervello che non collaborava,gli ho detto «Non sarà mai un problema,l’amore non può mai essere un problema» «Qualsiasi cosa accada la affrontiamo insieme».
Spero di averlo rincuorato con la mia finta compostezza da filosofa fallita.
Lui ha ribattuto «Mi sto innamorando di te…e mo come facciamo?».
Ho sorriso.
Non avrei mai potuto pensarlo ne immaginarlo.
Continua sempre a sorprendermi il fatto che possa provare certi sentimenti.
«Cosa?» ho risposto io fingendomi indignata, «Come?» «Non mi hai neanche chiesto il permesso,come ti permetti?».
Ho pensato che l’unica alternativa che avevo era farlo ridere un pò.
«Ho il permesso?» mi ha chiesto.
Ho sorriso e ho chiuso gli occhi.
Il permesso? No,accidenti,aspetta…sto per dire qualcosa di mostruoso.
«Aspetta che devo chiederlo al mio cuore» gli ho risposto,mi sono messa una mano sul petto che batteva forte, «Cuore,che ne pensi?» ho fatto con la mia voce da scema.
«Che dice?» mi ha chiesto lui.
«Beh…» l’ho tenuto un attimo in suspence,ci ho pensato.
Lascia rispondere davvero il tuo cuore. Spegni la mente per un attimo.
«Si» «Il mio cuore ti ha dato il permesso di innamorarti di me» ho risposto io.
Lui è rimasto sollevato, «Mi sto innamorando di te…» ha ripetuto spaventato.
Se un trentanovenne di sta innamorando di una ventenne ad avere paura la natura dice che deve essere la ragazzina.
Ma qui non c’è niente di normale.
E infatti è lui ad avere paura di questo mostruoso sentimento.
Io non ho paura.
Non perchè sono una ragazzina incosciente e superficiale.
Ma perchè tramite tutte -e poche- le esperienze in amore che ho vissuto nella mia vita ho imparato una cosa sola.
Ho imparato che l’amore non è mai una cosa negativa e di cui aver paura.
In qualsiasi forma esso ti arrivi in faccia,l’amore per me è vita.
Io sono cosi,attenzione,non so tutto il resto del mondo.
Per me l’amore è fonte di energia vitale,come il sangue per un vampiro.
Quindi figuriamoci come mi sento a sentirmi amata Amata da lui.
E non poteva essere uno qualsiasi. Doveva essere lui.
Un altro non mi avrebbe acceso come la fiamma che ha acceso lui in me.
Lui mi ha accesa,e adesso dovremo bruciare assieme.
Perchè metà della colpa è sua.

Ho accettato un amore unilaterale.
La cosa più orribile che poteva accadermi in vita mia.
Ho amato disperatamente una persona che per me al massimo prova un affetto blando e vagamente fraterno.
Non potevo rassegnarmi.
Ancora adesso penso che lui era il mio destino,che noi eravamo destinati a stare insieme ma lui ha rovinato tutto.
Ma adesso lui qualcuno mi sta mostrando com’è essere amate,sta cambiando tutto.
Anche ciò che penso di questa persona.

Ho accettato un amore che mi ha distrutta.
La precedente cosa più orribile che poteva accadermi.
Ho visto la persona che amavo crescere con me,al mio fianco,sempre e comunque.
E poi un giorno non l’ho visto più accanto a me ma infondo alla chiesa,ormai senza possibilità di tornare indietro.
E mi sono incenerita in quell’attimo,non pensavo sarei mai potuta tornare alla vita,ad amare poi.
Invece sono tornata. Sono peggio della mummia,torno sempre.
Sono tornata e ho preso quell’altra batosta.
Ma nonostante queste due (anche se poche vissute intensamente e assolutisticamente come le ho vissute io mi sono sembrate trecento) esperienze traumatiche io rimango comunque contenta dell’amore che ho ricevuto e provato.
Per me l’amore è sempre una cosa buona.

Perciò quando quest’essere umano mi ha detto che mi amava io per principio mio interno ho preso ad amarlo involontariamente.
Già prima credo che mi stavo invaghendo di lui,ma reprimevo quei sentimenti che avrebbero potuto distruggermi l’unica buona amicizia mai avuta.
Giorno dopo giorno lo guardo negli occhi,studio i suoi sentimenti.
C’è qualcosa in quello sguardo che mi studia curioso e quasi incredulo che mi rende euforica.
Non spaventata.
Forse lui è spaventato dai miei occhi,ha detto che gli sto bucando lo sguardo.
Io ho ribattuto che lui fa lo stesso.
È importante per me guardarlo negli occhi,e studiare i suoi sentimenti.
Conosco il suo passato,e glielo leggo negli occhi quando ci pensa.
Lui mi ha detto che anche nei miei occhi si legge un pò di tutta la sofferenza che ho passato.
Ho detto «Menomale che qualcosa è rimasto di me».
Sia chiaro,per lui non avrei voluto un passato diverso da quello che ha avuto.
E neanche per me.
Altrimenti non saremmo qui,cosi come siamo oggi.
Ad amarci.
Siamo prodotti delle sofferenze passate,cancellarle ci porterebbe a non incontrarci mai.

Non ho paura di lui.
Lo spezzerei in due secondi.
Di forza ne ho più io,questo è sicuro.
Sia dentro che fuori.
Non ho paura di questo sentimento.
Mi prendo l’amore finchè c’è,finchè ci sono e finchè ho la ragione per farlo.
Poi si vedrà.
Non ho paura di amare lui.
Non ho paura del suo passato. Di quello che è stato e che è.
Di quello che ha sofferto e di quello a cui ripensa spesso.
Ho paura soltanto di una cosa,del suo timore.
Se ha paura vuol dire che questo sentimento che prova è davvero forte,e poi è la prima volta che lo prova da lucido quindi immagino sia diverso per lui.
Per me è la prima volta che lo provo serenamente.
Non vedo drammi,neanche cent’anni di differenza potrebbero spaventarmi o farmi venire l’ansia oggi.
Se ha paura vuol dire che deve affidarsi a me.
Che io che sono forte dovrò spiegargli che siamo fortunati ad esserci,e che dobbiamo viverci finchè ci siamo cosi.
Tra un anno o due potrei tornare in depressione,potrei prendere ad odiarlo perchè sono una pazza sclerotica,e lui lo stesso.
Siamo instabili.
È bene approfittare della stabilità che siamo riusciti a darci a vicenda.

Ora.
Non ci sono paure,ci sono solo io che devo fare forza a lui.
Le sue paure dovranno scomparire.
Ora.

Annunci

13 risposte a "Non Mancarsi"

  1. Le paure sono normali in amore, se non ci fossero non ci imporrebbe nulla di quella persona ed il sentimento sarebbe falso. È importante, però, riuscire a non farci fermare dalle paure, chiedendo anche aiuto all’altro se ne sentiamo il bisogno. Continuate a parlare tra di voi, a condividere i sentimenti, le emozioni, le passioni… tutto! Che siano positivi o negativi. È questo l’unico modo per restare e sentirsi uniti nel profondo.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...