Come guarire più in fretta dagli orecchioni da adulti

All’inizio di questo mese ho vissuto una delle più grandi tragedie in ambito medico riguardo la mia salute fisica.

Uno già è psicopatico,non si aspetta di dover combattere contro grandi mostri come le malattie infettive,invece vengono a trovarti anche quelle,alle porte delle festività.

Ho avuti la parotite. Meglio detta orecchioni.
E conseguentemente,o non,la stomatite.
Anzi,la stomatite ancora non molla a lasciarmi in pace del tutto.
Tralasciamo.

Oggi sono qui per proporvi le mie riflessioni notturne durante gli stati febbrili dei primi di Dicembre.
Mi sono adattata e da sola ho imparato a gestire la malattia che avevo.

1. Prima,importante,cosa che ho capito è stata che se dormite abitualmente a pancia in giù…con la parotite non potrete farlo,o comunque è meglio non farlo.
Vi sveglierete ancora più indolenziti sotto al mento,avrete tenuto per un intera notte le ghiandole che si sono gonfiate ancora di più sotto sforzo.
Perciò,rassegnatevi un pò e dormite a pancia in sù.
Io incrociamo le mani,e dormivo come farò nella bara.
Tanto la stanchezza è cosi immensa che vi addormenterete in qualsiasi posizione a qualsiasi ora del giorno e della notte,almeno cosi tenete il gonfiore libero da ulteriori sforzi.

2. Non fate i superman e le wonder woman e statevene in casa.
Perchè all’inizio non vi farà stare cosi male da voler morire,ma uscire di casa con la faccia deformata non vi aiuterà a guarire più in fretta.

3. Non mangiate cibi bollenti.
Forse avrete voglia solo di brodini caldi,soprattutto se la prendete d’inverno,ma sentite a me,frenatevi.
Le parotidi sono ghiandole salivari,ok?
Mangiare cose bollenti,con la parotite,la febbre e le difese immunitarie azzerate,vi aiuterà a prendere una bella stomatite,e a riempirvi il cavo orale di bolle.
Vi consiglio yogurt da bere,frullati di frutta,e gelati (lasciati un pò sciogliere se è inverno).
Non sarà un bell’affare,ma tenere la bocca al sicuro da anche leggerissime ustioni è fondamentale,se no dopo gli orecchioni vi beccate un mese di stomatite aftosa.

4. Pregare che finisca tutto il più in fretta possibile.
Anche se la parotite è molto puntuale e organizzata.
Arriva,dopo un paio di giorni inizia a farti salire la febbre e dopo quattro giorni di febbre sali scendi inizierà il decorso allo sgonfiamento.
Ah,vi state chiedendo qual’è la cura,che medicine si prendono?
Bellissima la risposta a qusta domanda,quando me l’ha detta il mio dottore sono rimasta di merda.
Non esiste cura.
È una malattia esantematica,e se avete la sfiga di averla presa da adulti dovrete solo soffrire in silenzio e ricordarlo per tutta la vita.
Antipiretici quando sale la febbre,altrimenti sale troppo e rischiate di peggiorare tutto.
Antidolorifici quando sentite che il dolore è insopportabile.
Ma tanto torna tutto. Sono pagliativi.
Passerà da sola,e vi assicuro che passa.
Ma non smettete di bere e mangiare,sforzatevi.

5. Avere qualcuno che ti ama e ti sopporta/supporta.
Senza mia madre io adesso sarei morta.
Ha passato notti intere al mio capezzale in attesa che mi scendesse la febbre ad una temperatura che non le facesse paura.
Senza Mario,il mio fidanzato,non avrei avuto motivo per guarire.
Perchè dovete sapere che se conoscete qualcuno,e probabilmente saranno quasi tutti quelli che conoscete,che ha già avuto la parotite,potrete stare in sua compagnia.
Almeno questo,ci è concesso.

6. Se li prendete da bambini gli orecchioni,magari è meglio.
Vi risparmiate tutta questa fatica immane.
Non vi ricorderete assolutamente niente.
Si dice sia ‘’consigliato’’ prenderli tra i 5 e i 12 anni.
Prima i bambini sono un pò troppo delicati,poi ne avranno memoria per sempre e diventa anche pericoloso per i maschi.

Se siete nel team di quelli che sono stati tanto protetti dalla loro madre che non hanno avuto gli orecchioni da bambini ma da adulti,allora unitevi a me.

Se li avete avuti da bambini,vi faccio un applauso.
Complimenti. Non saprete mai cosa significa soffrire.

Apparte gli scherzi,mia madre dice che mi mancavano solo quelli,ma io ho i miei dubbi.
E se mi mancano cose come la rosolia…?
Si salvi chi può!

P.S.
Il titolo è ingannevole,non sono guarita più in fretta grazie a questi accorgimenti.
Almeno credo.

6 risposte a "Come guarire più in fretta dagli orecchioni da adulti"

  1. Io li ho beccati a febbraio scorso, alla tenera età di 46 anni. Vivo sola, quindi puoi immaginare il disagio di dover stare chiusa in casa in quarantena e non avere nessuno con cui sfogarmi nei momenti di sclero. Ma sono passati, tutto passa, hai ragione tu! Un abbraccio grande 🤗❤️

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...