Pubblicato in: InformaPensieri

InformaPensieri: Libri per trovare la Vocazione📚🔥

Buongiorno lettori e lettrici,

Bentornati ad un nuovo articolo dell’InformaPensieri! 💀💡

Oggi -come vi ho promesso lo scorso mese- arriva l’articolo dedicato ai libri!

Parliamo di libri per trovare la propria strada nella vita,libri che accendono dentro e fuori la passione che vive in noi.

E ne parliamo con un ospite speciale,la mia collega e amica Giorgia! 

Abbiamo selezionato 5 libri ognuna ed ora tocca a voi leggere cosa ci hanno lasciato ✨

 

Giusto per darvi un senso di tranquillità e ordine (più che altro per darlo a me) vi informo su come è strutturato l’articolo.

✦I 5 libri scelti da me + note personali

✦ I 5 libri scelti da Giorgia + note personali

✦ Lo slideshow dedicato alle foto che abbiamo creato per questo meraviglioso progetto

✦ Info e contatti della mia collaboratrice Giorgia

✦ Quote motivazionale 

✦ Conclusione solita dell’InformaPensieri 


 

🔹Libri per trovare la Vocazione🔹

 

Parte 1- Valentina

 

✦ I Fratelli Karamazov, Fedor Dostoevskij

I Fratelli Karamazov è uno dei grandi romanzi di Fedor Dostoevskij.
Racconta di un reato,la ricerca del colpevole,e nel frattempo sciorina la vita dei personaggi,che sono una famiglia.LIBRI 3
I tre fratelli Karamazov; Dimitrij, Ivan e Aleksji.
E il loro punto di contatto; il padre Fedor Karamazov.

Loro sono diversi tra loro,uno dedito alla violenta passione che lo travolge nella vita,l’altro dedito alla cultura e l’ultimo che vuole dedicarsi alla vita spirituale.
Tre personaggi che incarnano vite e daimon diversi.
Questo libro mi è stato regalato da mio cognato per i miei 18 anni. L’ho letto in dieci giorni,nonostante sia un mattone,ero presa tutto il giorno a leggere di loro.
Ho conosciuto vite diverse,tratti simili a me e ho conosciuto me stessa insieme a loro.
I personaggi mi hanno aiutata a trovare pezzi di me,e il libro mi ha fatto capire chi sono.
Un agglomerato di diverse personalità,unica e inimitabile.
Indescrivibile,da vivere.

Ricordo il video di Nadia (che ho intervistato per la rubrica!) ,che mi convinse a leggere questo libro,vi consiglio di vederlo per ulteriori informazioni su questo capolavoro.

 

✦ Le anatre di Holden sanno dove andare, Emilia Garuti

Questo romanzo di formazione parla di una ragazza in crisi.
La crisi è una delle fasi più toste da vivere,eppure è fondamentale per capire noi stessi.
Scavando tra le nostre macerie troveremo veramente noi stessi.
Lei si chiama Will,e farà questo; scaverà in se stessa.
Questo libro me lo regalò mia sorella per Natale,anni fa,dopo che l’avevo notato in un articolo su WordPress.
LIBRI 4Appena lo terminai lo ricominciai.
Dev’essere il libro che più ho letto in vita mia.
Qualcosa in quelle pagine slaccia gli ingranaggi della mente e vi fa riconnettere con voi stessi.

Siete nella crisi dell’adolescenza?
State cercando voi stessi?
Leggete questo libro.
Poi tornate a dirmi cosa ne pensate.

 

✦ L’Arte di essere fragili, Alessandro D’Avenia

Lui è un libro che io non considero libro.
È un percorso di vita scritto,da poter consultare quando se ne ha bisogno.
D’Avenia è uno dei miei scrittori preferiti,e quando lessi questo libro ancora non sapevo che anche il protagonista latente di questo libro sarebbe stato uno dei miei preferiti.
Giacomo Leopardi.71QUMNnc1sL
La personalità sensibile e profonda del mio amato Leo Jack (è il modo in cui io chiamo affettuosamente Giacomo Leopardi) è la migliore amica di tutti coloro che si trovano in una fenditura della propria vita.
L’Arte di essere fragili parla di Giacomo Leopardi,della crisi dell’adolescenza,e delle varie fasi della stessa.
L’ho letto durante la fine anagrafica della mia adolescenza,ma inizio razionale della mia pre-adolescenza.
Consigliatissimo per tutti.
Per tutti coloro che si trovano in una fase difficile,questo libro può aiutare a ritrovare la giusta via.

 

✦ Il cammino di Santiago,Paulo Coelho

Il primo libro di Coelho,uno dei miei scrittori preferiti.
Qui racconta la sua esperienza nel Cammino di Santiago,un sentiero di pellegrini (pellegrinaggi di vari tipi) che parte da Saint-Jean-Pied-de-Port in Francia per terminare a Santiago de Compostela in Spagna.
Tra lui che insegna e il suo Maestro spirituale,Petrus,si crea quel magico rapporto che serve ad ognuno di noi che cerca la propria vocazione.
LIBRI1.I Maestri,come dice D’Avenia ,sono fondamentali per trovare la propria vocazione.
Che Coelho abbia trovato la propria vocazione di scrittore proprio grazie al suo Maestro,durante il Cammino di Santiago?
Dopo questo libro-racconto documentaristico,arrivarono dei capolavori della letteratura brasiliana dalla mano di Coelho.
Un viaggio da fare assolutamente insieme a lui in queste pagine,pieno di riflessioni per tutti.
Quando lessi questo libro capii che dovevo assolutamente trovare me stessa,e godermi il cammino della vita.

 

✦ Siddharta,Hermann Hesse

Altro viaggio,altre scoperte sensazionali.
Hermann Hesse qui racconta la vita del principe Siddharta,il futuro Buddha.
Dalla sua nascita fino alla sua morte.
Un viaggio incredibile; la sua vita.LIBRI 2
La sua fuga seguendo se stesso,la sua ricerca del Nirvana,e la sua capacità d’insegnare ciò che aveva imparato lui.
Questo è un libro iper istruttivo,per chiunque,anche per una persona cattolica,il viaggio è importante.
Non si smette mai di imparare.
E da Sid io imparai che non bisogna mai credere di sapere tutto,perchè anche l’ora prima di morire possiamo imparare una nuova cosa,non per questo dobbiamo cacciarla via perchè ci reputiamo ormai abbastanza adulti da sapere quel che c’è da sapere.
C’è sempre qualcosa da sapere!

 


 

Parte 2- Giorgia

 

Fin da bambina mi sono interrogata su me stessa. Chi sono? Chi voglio essere? Che strada dovrei seguire?

Siamo imbrigliati nel concetto di vocazione, di talento, di unicità e ci sforziamo nel ricercare qualcosa di univoco da perseguire. Per chi come me fa fatica a limitarsi in una definizione o in un concetto, la cosa migliore è espandere il proprio pensiero anziché limitarlo. La lettura in questo mi ha sempre aiutata. Alcuni libri in particolare mi hanno fatto capire meglio alcune coordinate di me stessa, che faticavo a definire. Mi hanno cambiata come persona ed aiutata a crescere.

 

Primo fra tutti “C’è nessuno?” di Gaarder. Lo lessi da bambina, faceva parte de “La biblioteca di Topolino”LIBRI che usciva ogni settimana in edicola. Consolidò non solo il mio amore per la lettura, ma la mia naturale propensione all’analisi. È scritto da un filosofo che cerca, attraverso la storia, di affrontare le domande esistenziali dal punto di vista di un bambino e di un alieno. La diversità di costumi, linguaggio e stile di vita che si incontra mi ha da subito affascinata. Non solo due bambini si interrogavano come me sulle grandi questioni, ma trovavano meravigliose le loro alterità. Questo romanzo mi ha fatto capire quanto sia importante lasciare che siano gli altri a definirsi, anziché attribuire loro i nostri preconcetti.

 

Sempre riguardo al pensiero e alla sua importanza “1984” di Orwell è senza dubbio il libro che mi ha segnata maggiormente. La realtà distopica, che rivela solo quella in cui viviamo, mette chiaramente in luce la necessità di sviluppare un pensiero personale e critico. LIBRI (4)L’accesso all’informazione deve essere alla base di ogni società che si rispetti, ma mantenerlo spetta a noi.

Orwell mi ha aiutata a capire che ho delle responsabilità civili, politiche e sociali di cui devo occuparmi.

Definire il contesto in cui si vive è prezioso per sapere come muovercisi all’interno.

 

La mia realtà di donna, all’interno di un mondo per lo più maschilista, me l’ha sottolineata “La passione di Artemisia” della Vreeland. La giovane pittrice vittima di stupro ci riporta alla cronaca quotidiana, ma la sua forza nell’affrontare ciò ci restituisce una speranza. LIBRI (3)Lei è una delle portavoce delle tante battaglie vinte dalle donne, impegnate a cambiare il mondo. Ha permesso a tante ragazze di oggi di frequentare l’Accademia, essendo stata la prima donna a Firenze a farlo.

Essere donna e portare il proprio contributo femminile al mondo è uno degli obiettivi che cerco di perseguire nel mio piccolo. Questo libro mi ha fatta avvicinare al mio essere donna e alle donne stesse.

 

Il privilegio di essere nata con un colore accettato dal mondo me l’ha invece inciso sottopelle “Amatissima” di Toni Morrison. Un libro crudo, spietato in cui emerge tutta la determinazione di una ragazzina, di un popolo.LIBRI (1) Che racconta di quell’istinto primordiale alla sopravvivenza che resiste anche nelle condizioni peggiori, più sfavorevoli. Avere la consapevolezza di ciò che è stato, conoscere una storia non nostra, ma ugualmente importante è doveroso per far si che non si ripeta.

Toni Morrison è riuscita a trasmettermi tanti di quegli insegnamenti, attraverso le sue parole laceranti, che sono difficili da esprimere. Credo di essere diventata più attenta, più responsabile, più incline all’ascolto di realtà non mie, che vanno tutelate.

 

LIBRI (2)“Mattatoio n°5” di Vonnegut ha contribuito a rendermi diversa. Mi ha lasciato la convinzione che qualsiasi cosa, anche quella più brutta, non è che un momento finito nel tempo. Questa visione così semplice mi ha davvero aperto ad un modo diverso di valutare la vita.

 

Credo che ogni libro possa contenere un frammento utile per delineare meglio noi stessi. Una frase, un’immagine, una storia simile alla nostra possono andare a costruire il nostro futuro e la nostra persona. I libri, così come l’arte in generale, hanno la capacità straordinaria di farci sperimentare vite e situazioni non nostre, lasciandoci una quantità di esperienze che ci sarà utile per capire chi o cosa vogliamo essere. Prendendo molteplici spunti possiamo scrivere la nostra storia, decidere la trama e non limitarci a qualcosa di già predefinito.

 


Questo slideshow richiede JavaScript.

 


Vi do qualche informazione riguardo Giorgia,la lettrice onnivora che ha collaborato con me per questo articolo.

Giorgia la trovate soprattutto su Instagram,vi consiglio sinceramente di seguirla.

E trovate anche il suo blog qui su WordPress.

 


«Tutti noi abbiamo dentro, la Santa Fiamma della Follia, alimentata da Agape, che ci brucia».

Cos’è Agape? Sempre Coelho lo spiega:
«Agape è l’amore totale,l’Amore che Divora chi lo prova» […]
Nel romanzo trovate una lunga spiegazione su chi sia Agape,vi ho riportato il fulcro.

Il Cammino di Santiago, Paulo Coelho


Per oggi abbiamo finito qui!  Vi chiedo di condividere l’articolo sui vostri social usando gli hashtag #InformaPensieri e #P4MHBlog e se lo fate su Instagram taggatemi cosi posso andare a dare un’occhiata!

Più importante; condividete anche con chi non è sui social. Fategli leggere questo articolo dell’InformaPensieri

gif InformaPensiero

Autore:

Blogger e studentessa. Iper appassionata di millemila cose. Donna dall'umore super instabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...