La tua chioma sotto la mia mano

Sorella. Madre.
Ti proteggo io.
Sei grande ma sei piccola per me.
Sei l’unica che riesco ad abbracciare per bene,sei unica.
Siamo uniche.
Mi hai cresciuta,mamma.
È inutile che parlo.

Continue reading “La tua chioma sotto la mia mano”

Annunci

One day maybe we’ll meet again…everyone

image

Sono certa che un giorno o l’altro ci riincontreremo.
Come dicono i Thirty Seconds To Mars “We’ll meet again..” ma è sempre meglio scriverlo in italiano che c’è gente che (*tossisce*) non conosce l’inglese.
Anche se per me in inglese le frasi fanno più effetto soprattutto se originali,quando hai a che fare con chi non lo capisce sei costretta a tradurre anche la parola “Hello”.
Adesso capisco pechè da un pò di tempo a questa parte ho perso la mia abitudine di usare parolaccie o simpatiche espressioni che si trovano solo in inglese (come OMFG!, Anyway,fucking bitch ecc…).
Tutta colpa dell’aver avuto a che fare per troppo tempo con una persona che non capisce un emerito cazzo di inglese.
Che se gli dicevo “Hey,baby” già lo mettevo in difficoltà.
Ok,sto diventando cattiva e acida,infondo di Francesco (eh si,è lui) non mi frega più granchè.
Solo che…comunque penso che…One day maybe we’ll meet again…

Continue reading “One day maybe we’ll meet again…everyone”

18 anni prossimi

Ieri chiedevo a Francesco se secondo lui quando si fa una promessa a se stessi bisogna mantenerla.
Lui mi ha detto di si,e anche secondo me bisogna mantenere le promesse a se stessi.
Ieri chiedevo,sempre a Francesco,se secondo lui è più importante mantenere una promessa fatta a se stessi o una fatta ad un altra persona.
Lui mi ha detto che è uguale,io penso che è più importante mantenere una promessa fatta a se stessi e non fatta ad una altra persona.

Continue reading “18 anni prossimi”