Pubblicato in: 2019, Da Esportare, Vita

Come guarire più in fretta dagli orecchioni da adulti

All’inizio di questo mese ho vissuto una delle più grandi tragedie in ambito medico riguardo la mia salute fisica.

Uno già è psicopatico,non si aspetta di dover combattere contro grandi mostri come le malattie infettive,invece vengono a trovarti anche quelle,alle porte delle festività.

Ho avuti la parotite. Meglio detta orecchioni.
E conseguentemente,o non,la stomatite.
Anzi,la stomatite ancora non molla a lasciarmi in pace del tutto.
Tralasciamo.

Continua a leggere “Come guarire più in fretta dagli orecchioni da adulti”

Pubblicato in: 2019, Vita

Atterrita.

Mario -il mio,il mio amore- è malato.

Gli è stata diagnosticata la sclerosi multipla.

Ora è ricoverato.

 

Sclerosi multipla,per me e per le nostre famiglie,è una parola sconosciuta.

Sembra gigante,più di una montagna. Fa paura. Ti incute paura e ti fa vedere vicina la fine.

Invece,non è cosi.

 

Dovrò capire,dovrò sapere,e ridurre quella parola ad un insetto.

Schiacciarla,e insegnare a Mario a fare lo stesso.

Perchè lui è più forte di tutti noi,e deve farcela.

 

Ho paura e sono confusa,non c’è motivo per nasconderlo.

Ho tanti timori,tanti sensi di colpa,tanti dubbi.

Ma non posso lasciarmi andare. Non posso lasciare lui senza il mio punto di riferimento.

 

Non so questa esperienza cosa mi porterà,ma spero solo di affrontarla e superarla sempre accanto a Mario.

Non voglio perderlo per nessun motivo al mondo.

Lo amo,sempre e per sempre,

Ovunque e comunque.

 

 

 

Pubblicato in: 2019, Vita

La cosa più bella

Se c’era una cosa di cui ero convinta fino all’osso del midollo nella mia vita era che sarei morta pura,intatta e casta.
Invece la vita mi ha stupito,quando mi ha portato davanti agli occhi Mario,e quando mi ha fatto scoprire che lui mi amava.

Pensavo che avrei scritto queste parole dopo che ci saremmo lasciati,avevo deciso di tenere per me i ricordi più belli e intensi e tirarli fuori nel momento della tristezza infinita,cercando di trovare il lato positivo.
Invece mi ritrovo qui,che ancora sono la sua donna,a scrivere della cosa più privata di cui scriverò mai sul blog.
Mi ritrovo qui,a vedere i pochi ultimi giorni che ci sono rimasti insieme scorrere,troppo velocemente,e vedo me…soffrire e non capire come è potuto accadere.

Ma se ricordo ciò che sto per scrivere,mi sento ancora la persona più fortunata al mondo.
E lo sono stata comunque,qualsiasi cosa accadrà dopo queste parole.

Continua a leggere “La cosa più bella”