Se vi trovate in questa pagina probabilmente avete visitato per la prima volta questo blog e,disorientati,cercate di capire di cosa parli,di chi parli…
Cercate di capire,bravi.
Difficile capire questo blog,come la persona che ci scrive,ma proverò a spiegarvelo in grandi linee.

image

Cos’è questo blog?

Questo è Un Posto per la mia testa,dove scrivo storie del mio passato ed esterno le mie emozioni.
Questo blog,fondamentalmente,è il mio miglior amico,la mia madre protettrice,la mia linea guida verso l’incerto futuro.

Perchè è nato questo Posto?

Questo Posto è nato perchè stavo male,perchè lo psicologo dal quale andavo all’epoca mi aveva consigliato di scrivere cosi da imprimere le cose belle e tenere a mente le cose brutte che dovevo evitare.
Questo Posto è nato perchè avevo voglia di sfogarmi,mi è sempre piaciuto scrivere anche se mai mi sono sentita adeguata a farlo ed una mattina mi sono svegliata pensando ‘’Non mi frega niente di quello che penseranno le persone di me,devo scrivere,devo farlo per me stessa’’ e cosi ho fatto questa cosa per me stessa.

Quando è nato questo Posto?

Più di un anno fà ormai,una vita fa per quanto mi riguarda.
Dai sedici ai quasi diciotto anni che sto per compiere sono cambiata molto,sono cresciuta,peggiorata e maturata.
È nato come blog pseudo-musicale,mutato in blog pseudo musicale e personale nel giro di ore e uscito da quel bozzolo di confusione dopo pochi giorni per diventare ciò che è oggi,Il posto per la mia testa,niente di più,niente di meno.

Chi scrive su questo blog?

Difficile dare una risposta secca a questa domanda,meglio dare una risposta tattica.
A volte penso che su questo blog scriva la mia depressione interiore cercando di liberarsi da questo corpo cosi che io stia meglio,altre volte penso che a scrivere sia la mia vena sarcastica che tende a sdrammatizzare la mia tragica vita.
Alcune volte penso ci scriva il mio smisurato amore; per la musica rock,per Alex Turner,per il Criceto,per Frankie,per le mie tartarughe,per la mia chitarra elettrica.
Certe volte forse leggerete cose scritte dalla mia cattiveria e acidità,altre dalla mia dolcezza e assoluta fragilità d’animo.
Per la maggior parte delle volte leggerete cose scritte dalla mia confusione e dai miei sospiri,in cerca di risposta.

Sono una ragazza,non una santa,ne una rockstar.
Sbaglio spesso,sono irrimediabilmente e perennemente triste,piango troppo spesso senza ragione specifica.
Nel corso del tempo sono cambiata,mi sono forgiata una corazza contro questa vita che mi ha fatto quasi sempre del male fino ad ora.
Sono soprattutto un ignorante,ignoro molte cose della vita,alcune volontariamente,altre involontariamente.
Sono sola nel mio guscio,senza niente,senza nessuno essenzialmente se non l’eco della mia vocina da quindicenne che diceva «Non smetterò mai di pensarti».

Annunci