Ieri e Oggi.

Lunedi scorso

Mi manca Mario.
Ma se ripenso a ciò che ho letto ieri mattina mi viene solo da vomitare e isolarmi definitivamente dal mondo.
Se non fossi mai venuta a sto cazzo di centro diurno non l’avrei mai incontrato. Non dovrei soffrire ora,così,come un animale ferito nel suo più intimo orgoglio,l’unica cosa che possiede;se stesso.
Da quando possiedo lui, devo sottostare al suo passato,ai possedimenti passati della sua vita.

Continua a leggere “Ieri e Oggi.”

We. Are. The. Music. 🎵

  17 Marzo 2019,Taranto

Mio Caro,

Stamattina mentre studiavo avevo messo su la riproduzione casuale,cosi la musica poteva aiutarmi a non farmi deprimere dalla fisica.
Ad un certo punto è partita Snuff,degli Slipknot.
Ho sorriso a me stessa,mi ha ricordato una cosa molto più nitidamente di quanto l’avessi mai ricordata da quando era successa.

Continua a leggere “We. Are. The. Music. 🎵”

Playlist:Summer Waves

Intro

 

Buongiorno e buon sabato d’estate torrida a tutti voi!

Oggi sono qui in compagnia del mio fedele poeta Matteo,che ha collaborato con moi per la realizzazione di una super sorpresa solo per voi!

Io e Matteo abbiamo creato una playlist estiva da ascoltare sotto l’ombrellone.
Sapete dopo pranzo quando vi fate un pisolino prima della prossima nuotata nel mare?
Ecco,prendete nota e ascoltate queste songs,super cool,rilassanti ed estive!

Alcune sono adatte per momenti specifici,come quelle notti in cui si infrangono tutte le regole e si fa il bagno alla mezza nell’acqua ghiacciata assieme agli amici.
Altre sono da ballare sulla sabbia cocente,altre ancora sono tanto rilassanti che vi faranno entrare in un mondo cosi paradisiaco che crederete di essere in vacanza alle Hawai invece che nel solito lido.

Detto ciò,riconoscetele,ascoltatele e amatele.

Io e Matte le amiamo quanto voi amate noi ❤

 

 

Continua a leggere “Playlist:Summer Waves

Abbattuti.

31 Maggio 2018 ore 21.45

 

 

Ero li in mezzo.
Attorniata.
Accerchiata.

Lascia stare Valentina,questa inutile ricerca di aggettivi da mettere alla cazzo di cane non ti rende migliore ne trasgressiva.
Va avanti,mi sto stancando anche io.

Dicevo…appunto.
Ero accerchiata.
Ma non dai miei fantasmi.
Non c’erano bulli.
Erano insegnanti.
Eppure nella mia testa qualcosa girava per il verso sbagliato,erano nemici da combattere.

Mi hanno chiesto «Con cosa vuoi iniziare?».
Ed ho risposto sicura con la prima cosa e forse unica,che so un pò in vita mia.
«Italiano» e mi sono voltata verso la professoressa alta e magrissima.
Mi ha detto di parlare,argomento a piacere.
Ho parlato di Pascoli.
Mi ha fatto delle domande.
Cazzo,ci ha messo in mezzo anche D’Annunzio.
Grazie a Dio non l’ho chiamato Ungaretti,dato che mi confondo i nomi di sti due.
Dovrei ringraziare na persona che mi ha acceso la lampadina e fatto leggere D’Annunzio quest’anno,perchè sul libro non ci stava scritto un cazzo di D’Annunzio e se non l’avessi letto per conto mio non avrei saputo niente da dire a riguardo.
Perciò grazie,forse quel mezzo voto in più è merito anche tuo.

Continua a leggere “Abbattuti.”

Non sono povera. Sono ricca.

M’ha detto: «Ma tu non sei povera,hai il cellulare».

Si,embè? Un oggetto determina la mia intera vita?
Apparte che io sono l’ultimo essere vivente sotto i vent’anni ad essersi arreso alla supremazia degli spartphone.
Apparte che l’ho raccattato solo per parlare con le persone a cui voglio bene.
All’epoca in cui ho raccattato il primo erano: Francesco e Laura.
Apparte questo…apparte tutto quanto.

Da cosa riconosci che una persona è povera?
Facile direte voi.
«Vive sotto i ponti». Primo luogo comune da sfatare.
Quelli che voglio suicidarsi vivono sotto i ponti.
I poveri vivono nelle macchine,nelle metropolitane,se sono fortunati dormono dentro a qualche posto offerto dalla Chiesa o da qualche ente del genere. Si,perché per me la Chiesa è un ente caritatevole.

Continua a leggere “Non sono povera. Sono ricca.”

Franceschi

Mi sento in dovere di aggiornare la lista.
A far parte della mia vita è entrato un altro di questi mitici personaggi.
Anche se prima o poi potrò cacciarlo via con la mia antisocialità o potrà lui andare via,rimarrà per sempre nella storia dei miei Franceschi.

Continua a leggere “Franceschi”