Liebster Award 2016

image

Salve bella gente,
Ne ho approfittato dei recenti giorni di prigionia per preparare il Liebster Award 2016 al quale mi ha nominata namida27,che ringrazio appunto per avermi dato l’opportunità di passare il tempo in maniera produttiva.

Leggi altro

Annunci

Ho deciso di fare un piccolo progresso nel mio progetto Un Posto per la mia Testa.
Ho ufficialmente aperto la pagina del blog.
Avete capito bene,adesso potrete subire la mia costante depressione anche sul social network blu.

Leggi altro

I Can Tell

Qualche giorno fa il blog ha superato i 600 follower.
Io non sono il tipo che si perde in questi dettagli ma due parole a riguardo vorrei dirle in questo momento.

image

Sento di dovervi ringraziare,perchè credo di non averlo mai fatto.
E lo so che sono ingrata ed egocentrica,ma questo è un grazie di cuore ad ognuno di voi per una ragione differente.
È un pochino confortante sapere di non essere completamente sola con la mia mente al mondo.


Leggi altro

Salve gentaglia di WordPress,

Oggi sono qui per farvi un annuncio,un comunicato,un avviso,na roba del genere insomma!

 

Lo ricordate il mio Ciccio? ❤

Oh certo che lo ricordate,l’oggetto del mio amore e di tutte le mie recenti emozioni.

Ecco,non so come dirvelo adesso.

No,non ci siamo lasciati,non è questo,stiamo ancora uniti per combattere fino alla fine.

Come solo noi,Tappa e Criceto,sappiamo fare 😉

Leggi altro

#LoSchifoTag

Gente,mi sono divertita un mondo ha descrivere la mia prospettiva di ‘’schifo’’ perciò mi è venuto in mente di crearne un tag per tutti voi.

Non ho mai creato un #Tag ma quando avevo scoperto il mondo di queste robette simpatiche mi ero ripromessa che se mi fosse venuta una bella idea ne avrei creato uno anche io.

 

 

E adesso l’idea c’è l’ho qui nella mia bella testolina contorta,e quindi ve la illustro.

 

Leggi altro

In The Company of Blog.

In giro ho sentito parlare di «pausa», «pausa estiva» / «ferie estive» per i blog.

Non volendomi inserire in discorsi altrui,ho pensato di esprimere il mio parere a riguardo…sul mio blog 😀 Visto che l’ho creato per questo;contenere la mia testa e tutti i pensieri che ci viaggiano dentro.

Credo che A Place For My Head sia già stanco di contenere tutto questo disastro di pensieri scombussolati dagli ormoni ma senti caro blog fatti una ragione di questa cosa,dovrai sopportare ancora per molto.

Mentre il blog è in agonia per colpa dei miei pensieri assassini di anime innocenti,io ritorno al discorso delle ferie estive.

Alcuni sono d’accordo nel non pubblicare articoli per un certo periodo di tempo cosi da metterlo in una specie di ferie/ pausa estiva.

Alcuni non sono d’accordo.

kciscjasdce21258
Adesso si spiega tutto

Ovviamente anche io non mi trovo d’accordo visto che se non scrivo sul blog rischio di farmi prendere da una bella crisi isterica.

Penso che questa pausa estiva vada bene per i blog informativi o per chi ha l’opportunità di farsi una bella vacanza in crociera o al mare,o dove cappero vuole.

Visto che io resto nella mia camera con il ventilatore e la mia chitarra,non credo di avere alcun motivo per andare in ferie xD

La mia mente non si stanca mai di partorire scemenze perciò dovrete sorbirmi per tutta l’estate e per il resto delle vostre vite *risatina malefica*.

Dai sono sicura che non ne sarete cosi dispiaciuti.

Infondo preferireste sorbirvi i miei inconcludenti post per tutto il resto dell’estate o leggere un post nel quale spiego come sono finita in ospedale?

Nessuno vorrebbe mai che tornassi in quel posto,sicuramente non lo voglio io,quindi che a voi importi o no della mia salute psichica,il blog non chiude ne va in ferie.

 

 

Potrebbe risultare sbagliato avere cosi tanto bisogno di scrivere in un blog?

Non so,ma di certo è meglio che raccontare i fatti propri ad uno psicologo.

Ed è anche meglio di raccontare a Steve queste cose che poi mi risponde sempre con un «Vale,non sono il tuo psicologo personale,ricordalo» e a comprensione stiamo sempre a 0.

Non penso sia tanto sbagliato scrivere qui,potreste accusarmi di rompervi le palle ma io vi direi che siete sempre liberi di non leggere ciò che scrivo quindi la cosa non mi crea tanti problemi.

Cavolo ragazzi,meglio sfogarsi su un blog che su se stessi.

Ho parlato vagamente di come ho sofferto in questi mesi,e non so se avrò mai la forza di parlarne apertamente,ma vi assicuro che se sono qui a rompervi le scatole è per un buon motivo.

 

 

Il bello è che all’inizio non ero neanche tanto convinta di quest’idea del blog xD

Ma sapete quante volte mi ero detta «Adesso apro un blog e parlo di musica» oppure «Voglio fare un blog sulla ginnastica artistica» ?

Molte,moltissime.

Non so quanti blog ho aperto e abbandonato dopo il primo post,o addirittura senza aver mai postato niente xD

Credo di aver girato tutte le piattaforme possibili e immaginabili,e alla fine proprio qui su WordPress mi sono sentita nel posto giusto.

O forse è perchè questo era il momento giusto per scrivere,bho.

Optimism_aa

 

 

Sono contenta di essere qui,sono contenta di liberare la mia mente dal carico insopportabile che la opprime,e sono contenta di leggere ciò che scrivete voi.

 

 

 

 

Perchè,siamo sinceri…voi siete i più bravi.

Già,proprio tu che stai leggendo,sei migliore di me e adoro leggere ciò che scrivi perchè mi regala una prospettiva nuova della vita che avevo bisogno di acquisire per stare meglio con la mia mente.

 

 


 

 

Ora che ci penso però,vorrei prendermi questo weekend di pausa.

 

Sono stanca dopo gli eventi di questa settimana,stanca fisicamente e psicologicamente.

Ho bisogno di riposarmi un attimo in uno dei miei «ritiri spirituali».

Non ho mai parlato di questi miei giorni strambi qui.

Beh,quando mi sento allo stremo ho delle abituali usanze per rilassarmi e riprendere energie.

Di solito il weekend è il momento migliore,per iniziare la settimana nuova con vigore!

Certo,non ho un bel concerto nel quale inumidirmi le ossa fino a sentirmi come un budino (quello è il migliore dei ritiri spirituali,ti rimette in sesto con un adrenalina assurda nelle vene),ma so bene cosa fare per distendere i nervi.

Una bella passeggiata in riva al porto per sentire l’odore di sale fino in fondo alla gola,la solitudine,che bello…sembra un miraggio visto da qui.

Tra mia sorella,mio cognato,mio padre,mia nipote,le amiche di mia sorella eccetera in questa settimana non mi hanno lasciata un attimo da sola in tranquillità ed io ne assolutamente bisogno per riposare il cervello.

 

 

Un giorno raccontai a Steve di una tipica giornata a casa mia e ne rimase sconvolto rispondendo che lui non ne sarebbe sopravvissuto.

«Amo la tranquillità e la solitudine» – «Mi metto nella mia camera ad ascoltare la musica e leggere e sto bene» scrisse.

Perchè io non amo la tranquillità?

 

Squilli di cellulari.

La bambina che piange.

Mia madre che grida di far riscaldare il latte.

Mio cognato che fa entra ed esci di casa.

Mio padre che torna all’improvviso facendomi prendere un infarto.

Tranquillità=0 a casa mia :/

 

Perciò ogni tanto me ne vado a città vecchia a passeggiare vicino al mare,mi sedio su una panchina sul lungomare e addio mondo.

Ascolto la musica,leggo,scrivo,mi rilasso nel massimo silenzio che riesco a trovare.

Poi torno a casa prima che mia madre si arrabbi 😀

 

 

Un’altra attività di questi miei «ritiri spirituali» consiste nel mettermi bella comoda sul letto con le cuffie a palla ad ascoltare la discografia di un gruppo a scelta.

Tutta una discografia equivale a molto,molto tempo.

Chiudo gli occhi,inizio a vagare nel caous dei miei pensieri,a cercare soluzioni ai problemi,a prendere decisioni protratte per troppo tempo e poi mi lascio andare alle note della musica e alle emozioni che mi trasmette.

Ogni tanto inizio a cantare,senza farlo apposta però,mi viene naturale quando provo le stesse cose della canzone che sto ascoltando.

Oltre a rilassarmi con il silenzio e la musica a palla,adoro isolarmi dai social network.

 

 

Addio Facebook e echelon esaurite,addio musers psicopatici,addio cara sorella che mi rompe sempre con un messaggio ogni cinque minuti,addio tutti.

Valentina se ne va,torna tra qualche giorno!

Faccio l’egoista per un pò,penso solo a me e al mio benessere psichico,e chi si è visto si è visto.

Esco da sola perchè di Gianluca non voglio sapere più un corno,e se lo incontro per strada faccio finta di non vederlo o faccio dietro front e vado da qualche altra parte.

Questi sono quei giorni nei quali sono capace di leggere due o tre libri tutti insieme,e di fare due o tre chilometri per la città.

 

 

Certo,potrei optare per il prossimo weekend per riposarmi visto che stamattina mi sono dovuta occupare di una spesa cosi pensante che mi sento ancora le braccia intorpidite ma non fa niente,facciamo mezzo weekend,va bene lo stesso.

 

 

Addio mondo,io vado ad ibernarmi.

Ma poi torno.

Torno,torno,mi devo preparare per l’incontro con Steve.

Ora che ci penso…mancano sei giorni…assurdo,mi sembra una cosa cosi astratta e irreale….

Vabbè,ci penso quando torno.

 

 

Se torno.