Diamante

Tu sei come un diamante prezioso.
Hai bisogno di essere protetta e tutelata.

Putroppo sei stata sfortunata e hai preso cosi tante batoste in vita tua che ormai sei scheggiata e compromessa per sempre.
Non sarai mai più preziosa come lo eri un tempo.

Continue reading “Diamante”

Annunci

Non era vero

Siamo andati nel parchetto.
Il mio parchetto.
E oltre a noi due c’erano tantissime altre persone.
Persone del passato,che mi saltavano davanti agli occhi come fantasmi incazzati.

L’ho portato lì per superare tutto.
Per superare quel parco che ha fatto parte della mia infanzia e adolescenza,insieme a tutt’altre persone.
Per superare dovevo portarci lui,che fa parte della mia vita adesso.

Mentre ci sedevamo su una panchina a caso io fissavo in lontananza la mia panchina,e ho visto il primo fantasma.

Continue reading “Non era vero”

The Ghost

Lui non è venuto al centro diurno.

Sta nel letto,sotto le coperte,con la febbre,a fumacchiare e farsi un caffè ogni mezz’ora.
Mi sono comprata un accendino.
Mi sento spaesata.
Manca qualcosa.
Qualcuno.
Ma nessuno se ne accorge.
Solo io.

Continue reading “The Ghost”

Abbattuti.

31 Maggio 2018 ore 21.45

 

 

Ero li in mezzo.
Attorniata.
Accerchiata.

Lascia stare Valentina,questa inutile ricerca di aggettivi da mettere alla cazzo di cane non ti rende migliore ne trasgressiva.
Va avanti,mi sto stancando anche io.

Dicevo…appunto.
Ero accerchiata.
Ma non dai miei fantasmi.
Non c’erano bulli.
Erano insegnanti.
Eppure nella mia testa qualcosa girava per il verso sbagliato,erano nemici da combattere.

Mi hanno chiesto «Con cosa vuoi iniziare?».
Ed ho risposto sicura con la prima cosa e forse unica,che so un pò in vita mia.
«Italiano» e mi sono voltata verso la professoressa alta e magrissima.
Mi ha detto di parlare,argomento a piacere.
Ho parlato di Pascoli.
Mi ha fatto delle domande.
Cazzo,ci ha messo in mezzo anche D’Annunzio.
Grazie a Dio non l’ho chiamato Ungaretti,dato che mi confondo i nomi di sti due.
Dovrei ringraziare na persona che mi ha acceso la lampadina e fatto leggere D’Annunzio quest’anno,perchè sul libro non ci stava scritto un cazzo di D’Annunzio e se non l’avessi letto per conto mio non avrei saputo niente da dire a riguardo.
Perciò grazie,forse quel mezzo voto in più è merito anche tuo.

Continue reading “Abbattuti.”