#RebloggingMyself: Aggiornamento Franceschi

Siccome la mia situazione ‘’Franceschi’’ continua e si sta pure a incasinà,ho deciso di scriverne opportunamente un secondo capitolo.

Già che mi trovo a dover pubblicare una puntata della Rubrica #RebloggingMyself ho deciso di allegare questo aggiornamento all’articolo orginale.

Eccovi,miei cari clienti,servito il «Caso Franceschi»,bollente e un pò impiastricciato.

Continue reading “#RebloggingMyself: Aggiornamento Franceschi”

Annunci

The Show Must Go On

Sera del 10 Agosto,la notte di San Lorenzo ★

Siamo andati al lido di Chiatona a prenderci una pizza.
C’era mezzo centro diurno,eravamo tanti.
Siamo andati con il furgoncino e anche la macchina.
Io ero nel furgoncino con Stefy.
My best psycho friend.

Quando sono arrivata Dami mi ha guardata e ha assunto l’espressione pre bava dalla bocca.
Per una volta che avevo messo la gonna,e mamma,neanche venti centimetri di pelle erano scoperti.
Boh,forse l’ha colpito vedermi con i capelli puliti,per una volta tanto.

Continue reading The Show Must Go On

Non ho limiti

Ho spinto il corpo oltre ogni limite che pensavo mi fosse possibile.
Ho salito settecento metri in altezza,con l’ossigeno che mi diminuiva,e i dolori mestruali sotto la pancia e ai reni che mi pugnalavano ad ogni passo che facevo.
Ho spinto il mio fottutissimo e inutile corpo al massimo.
Ho camminato per due chilometri,con varie salite e discese che mettevano in confusione il mio sistema di equilibrio.
E le fottute pietre.
La paura di scivolare da una di esse e finire nell’acqua,magari la testa che sbatteva contro un altra bella pietra e tac…finito tutto.
Na! (Gestaccio) Adesso vi frego a tutti.
Non sono una pigra cicciona come pensate.
Tutti muti,morite.

 

Continue reading “Non ho limiti”

#RebloggingMyself 1: The reasons why I love him

#Reblogging Myself

 

Eccoci con la prima puntata del #RebloggingMyself.
Qui ci vado giù pesante.
Una volta rilessi questo articolo e finii per piangere.
Penso lo farò di nuovo.
Ma non è un pianto di morte,è un pianto di amore e disperata volontà di afferrarlo…se solo mi tendesse la mano..
Sono passati tre anni.

A Place For My Head©

Molte persone mi hanno fatto questa domanda.

Mia sorella,le mie amiche,tutti,anche le mie tartarughe mi hanno chiesto «Perchè ami Francesco che vive a 1.535 chilometri lontano da te e conosci da quattro mesi?».

A me viene sempre da rispondere a tutti «Fatevi i cazzi vostri,sono fatti miei e al massimo suoi,non vostri».

Ma alla fine la domanda mi mette tanto in confusione e difficoltà che rispondo con un sorriso da ebete.

Allora mi sono chiesta «Perchè reagisco cosi?» – «Perchè lo amo?».

Voglio,anzi, pretendo,di rispondere a queste domande subito.

Ora.

Ne ho un bisogno sanguigno.

Come dice Alex Turner nella sua perla Do I Wanna Know?,

IO VOGLIO SAPERE.

Ed ora saprò,spero.

View original post 1.512 altre parole