Tempi Bui

Tempi bui.
Eppure fuori c’è il sole.

Era una giornata internamente buia per tutti noi.
Il nostro capitano ha abbandonato la nave per altri porti.
Ci sentivamo tutti persi e alla deriva,camminavamo per i corridoi e le stanze come anime in pena e parlottavamo di cosa sarebbe accaduto.

Continua a leggere “Tempi Bui”

Diamante

Tu sei come un diamante prezioso.
Hai bisogno di essere protetta e tutelata.

Putroppo sei stata sfortunata e hai preso cosi tante batoste in vita tua che ormai sei scheggiata e compromessa per sempre.
Non sarai mai più preziosa come lo eri un tempo.

Continua a leggere “Diamante”

Non era vero

Siamo andati nel parchetto.
Il mio parchetto.
E oltre a noi due c’erano tantissime altre persone.
Persone del passato,che mi saltavano davanti agli occhi come fantasmi incazzati.

L’ho portato lì per superare tutto.
Per superare quel parco che ha fatto parte della mia infanzia e adolescenza,insieme a tutt’altre persone.
Per superare dovevo portarci lui,che fa parte della mia vita adesso.

Mentre ci sedevamo su una panchina a caso io fissavo in lontananza la mia panchina,e ho visto il primo fantasma.

Continua a leggere “Non era vero”

The Ghost

Lui non è venuto al centro diurno.

Sta nel letto,sotto le coperte,con la febbre,a fumacchiare e farsi un caffè ogni mezz’ora.
Mi sono comprata un accendino.
Mi sento spaesata.
Manca qualcosa.
Qualcuno.
Ma nessuno se ne accorge.
Solo io.

Continua a leggere “The Ghost”

Non sono povera. Sono ricca.

M’ha detto: «Ma tu non sei povera,hai il cellulare».

Si,embè? Un oggetto determina la mia intera vita?
Apparte che io sono l’ultimo essere vivente sotto i vent’anni ad essersi arreso alla supremazia degli spartphone.
Apparte che l’ho raccattato solo per parlare con le persone a cui voglio bene.
All’epoca in cui ho raccattato il primo erano: Francesco e Laura.
Apparte questo…apparte tutto quanto.

Da cosa riconosci che una persona è povera?
Facile direte voi.
«Vive sotto i ponti». Primo luogo comune da sfatare.
Quelli che voglio suicidarsi vivono sotto i ponti.
I poveri vivono nelle macchine,nelle metropolitane,se sono fortunati dormono dentro a qualche posto offerto dalla Chiesa o da qualche ente del genere. Si,perché per me la Chiesa è un ente caritatevole.

Continua a leggere “Non sono povera. Sono ricca.”