Atterrita.

Mario -il mio,il mio amore- è malato.

Gli è stata diagnosticata la sclerosi multipla.

Ora è ricoverato.

 

Sclerosi multipla,per me e per le nostre famiglie,è una parola sconosciuta.

Sembra gigante,più di una montagna. Fa paura. Ti incute paura e ti fa vedere vicina la fine.

Invece,non è cosi.

 

Dovrò capire,dovrò sapere,e ridurre quella parola ad un insetto.

Schiacciarla,e insegnare a Mario a fare lo stesso.

Perchè lui è più forte di tutti noi,e deve farcela.

 

Ho paura e sono confusa,non c’è motivo per nasconderlo.

Ho tanti timori,tanti sensi di colpa,tanti dubbi.

Ma non posso lasciarmi andare. Non posso lasciare lui senza il mio punto di riferimento.

 

Non so questa esperienza cosa mi porterà,ma spero solo di affrontarla e superarla sempre accanto a Mario.

Non voglio perderlo per nessun motivo al mondo.

Lo amo,sempre e per sempre,

Ovunque e comunque.