La mia costante: Trasformazione

Se c’è una costante nella mia vita quella è di essere costante.

Se c’è qualcosa che costa per me; è essere costante.

D’accordo,dopo questo preambolo tragicomico torno ad essere una persona seria.
Comunque,si,lo sappiamo che la seconda frase era la verità.

Continua a leggere “La mia costante: Trasformazione”

Estate 2020

Stamattina Google mi ha gentilmente ricordato che oggi inizia l’estate.

Bene. Grazie.

Io volevo mettermi a vedere un video su Youtube e Google mi sabota l’inizio della giornata?

Si,sono le 5 e 38 minuti ed io sono già sveglia.

E sto cercando di scrivere.

E si,forse per la prima volta in vita mia pubblicherò un articolo appena dopo aver finito di averlo scritto.

Continua a leggere “Estate 2020”

#INVIAGGIOCONNĀMAKA: Reading Challenge

Salve a tutti amici e colleghi blogger,

Oggi sono qui per informarvi e aggiornarvi di questa Reading Challenge ideata dalla nostra collega Vitadaaragosta alla quale sto cercando di partecipare.


Vi lascio direttamente alle spiegazioni che ha dato lei,su Instagram,con annesse immagini e link ai suoi post se vi interessa andare a leggerli.

 

Nāmaka, una giovane tartaruga, decide di intraprendere un viaggio, lungo tutta l’estate. In questo viaggio incontrerà dei nuovi amici e proverà a cambiare se stessa ed il mondo che la circonda.

namaka
La piccola turta che inizia il suo viaggio!

Continua a leggere “#INVIAGGIOCONNĀMAKA: Reading Challenge”

Compartimenti

Le turte le amo sempre. Per Sempre.
In questi mesi sono successe tante cose,anche se ho cercato di tenere la mia mente occupata solo dall’obiettivo studio ed esami.
È inutile fare la bacchettona,sono successe tante cose.
Troppe forse,sono satura. Ho bisogno di sfogarmi.

Continua a leggere “Compartimenti”

Valentina vs Babbo Natale

Caro Babbo Natale

Vale vs Babbo Natale (2)
L’idea di questa letterina mi è venuta per colpa di un giornale che mi ha dato l’imput

 


Vale vs Babbo Natale (3)

Ciao,non ti scrivo da un pò,scusami.
Pensavo che stavo crescendo e che scrivere a te diventava imbarazzante e penoso.
Ma non credo più sia cosi,in realtà non so più cosa credo.

Babbo,tu sei felice?
Se lo sei,sono contenta per te,meriti di essere felcie perchè sei tanto buono.
Complimenti per tutto!

Se non sei felice ti consiglio di non rivolgeti a medici o prendere psicofarmaci,non servono a un cazzo,se sei triste ti consiglio di uscire dalla casetta di marzapane e andare nel gelo della Lapponia,cosi hai risolto tutto!
Indolore,sicuro e vecole!

Ma spero non vorrai lasciarci,sarebbe molto triste.

Ah,comunque io per Natale desidererei…niente,il niente mi basta per vivere la mia maledizione eterna.
Ci si vede all’Inferno,sporco pervertito obeso.

 

Vαłɇnŧɨnα

 

 


 

vale-vs-babbo-natale-1.jpg
Altra idea avuta grazie allo stesso giornale

 

I libri che vorrei

Isola di neve,Valentina d’Urbano
Il Corpo,Stephen King
Ariel – Il Colosso,Sylvia Plath
Iliade,Omero
Le Metamorfosi,Ovidio
Lettere al castoro,Jean Paul Sartre e Simone de Beauvoir
Poesie,Saffo                                                                                                                                                                                         La cattiva strada,Sébastien Japrisot