Il Cigno Nero in my mind

Attaccarsi al fatto di aver dimenticato le medicine per giustificare un improvviso cambiamento d’umore è da Valentina.

Ovvero,da deficiente.

Continue reading “Il Cigno Nero in my mind”

Annunci

Non sono povera. Sono ricca.

M’ha detto: «Ma tu non sei povera,hai il cellulare».

Si,embè? Un oggetto determina la mia intera vita?
Apparte che io sono l’ultimo essere vivente sotto i vent’anni ad essersi arreso alla supremazia degli spartphone.
Apparte che l’ho raccattato solo per parlare con le persone a cui voglio bene.
All’epoca in cui ho raccattato il primo erano: Francesco e Laura.
Apparte questo…apparte tutto quanto.

Da cosa riconosci che una persona è povera?
Facile direte voi.
«Vive sotto i ponti». Primo luogo comune da sfatare.
Quelli che voglio suicidarsi vivono sotto i ponti.
I poveri vivono nelle macchine,nelle metropolitane,se sono fortunati dormono dentro a qualche posto offerto dalla Chiesa o da qualche ente del genere. Si,perché per me la Chiesa è un ente caritatevole.

Continue reading “Non sono povera. Sono ricca.”

La chitarra è come la lama di un coltello

La chitarra è come la lama di un coltello ben affilato.
È capace di tagliare la pelle.
Di far scorrere il sangue,fuori e dentro di noi.
Noi chitarristi. E noi adoratori di riff.

Continue reading “La chitarra è come la lama di un coltello”